Notizie Flash

Notizie Flash (196)

I mezzi pesanti e leggeri si concentreranno nel piazzale antistante l’ingresso C dello Stabilimento ILVA alle ore 7:30 per poi snodarsi lungo la S.S. 7 sino ad arrivare al punto di stazionamento presso l’ingresso del Porto mercantile. I lavoratori dell’indotto ILVA raggiungeranno il posto di lavoro alle ore 7.00 per presentarsi successivamente, alle ore 7.30, con la propria tuta di lavoro, dinanzi la “portineria imprese” dello stesso stabilimento ILVA, dove troveranno n. 5 autobus dell’AMAT che li condurranno sino al punto di ritrovo presso il piazzale antistante il Porto mercantile. Tutti gli imprenditori, dipendenti dell’indotto ENI e Arsenale e tutti gli altri partecipanti si troveranno invece alle ore 8.30 presso il piazzale antistante l’entrata al Porto mercantile. Alle ore 8.30/9.00 il corteo si muoverà lungo la ringhiera per arrivare davanti la sede della Prefettura ove si terrà un sit-in e una delegazione di Confidustria Taranto incontrerà il Prefetto per consegnare…
Il personale militare del Nucleo Difesa Mare della Capitaneria di porto e la Guardia Costiera di Taranto, dopo una lunga attività di indagine, avrebbe sottoposto a sequestro penale preventivo il depuratore dello Stabilimento balneare Fata Morgana a Marina di Pulsano. L’impianto sarebbe risultato non solo non conforme alle norme vigenti, in maniera particolare perché non in relazione al numero dei bagnanti frequentatori del lido, ma anche perché privo delle previste autorizzazioni allo scarico. L’intervento dei militari sarebbe scaturito dalle numerose segnalazioni telefoniche giunte alla sala operativa da parte di bagnanti che segnalavano nei giorni scorsi uno stato di inquinamento di quelle acque, ed ha visto la partecipazione dei ricercatori del Cnr-Irsa di Bari che hanno utilizzato un georadar acquisito dal Polo Scientifico e Tecnologico Magna Grecia che coinvolge l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, il Politecnico di Bari, il Cnr ed Arpa Puglia. Nell’ambito dell’operazione è stata, altresì, accertata l’occupazione…
Incentivi INAIL per le aziende dei settori edilizia, agricoltura, estrazione e lavorazione dei materiali lapidei delle provincie di Brindisi, Lecce, Taranto, Bari, Barletta, Andria, Trani, Foggia. Il Bando ha l’obiettivo di sostenere le piccole e micro imprese, comprese quelle individuali, operanti nei settori dell’agricoltura, dell’edilizia, dell’estrazione e lavorazione dei materiali lapidei, nella realizzazione di progetti di innovazione tecnologica per gli impianti, le macchine e le attrezzature mirati al miglioramento delle condizioni in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nel rispetto delle vigenti disposizioni di legge. http://www.finanziamenti.puglia.it/bandi-nazionali-attivi/inail-innovazione-tecnologica    
Meno di un italiano su due in età da lavoro ha un impiego. È quanto rileva uno studio dell’Associazione Bruno Trentin della Cgil, realizzato elaborando i dati dell’Istat tratti dalla “Rilevazione continua sulle forze di lavoro”. Il nostro Paese, infatti, ha un tasso di occupazione del 48,7%, superiore solo a quello della Grecia, dove però il tasso di disoccupazione supera il 25%, e si colloca al penultimo posto nell’Eurozona.    Lo studio analizza l’anomalia del tasso di occupazione. Nel nostro paese, infatti, a un tasso di disoccupazione sostanzialmente in linea con la media europea (12,2% in Italia e 11,9% nell’Eurozona a 18, secondo i dati del 2013) corrisponde un tasso di occupazione di quasi 8 punti inferiore rispetto alla media europea (48,7% in Italia, 56,2% nell’Eurozona a 18, secondo i dati del 2013). La peculiarità italiana appare ancora più chiara osservando i dati relativi ad alcuni dei paesi europei più…
Pagina 10 di 14