Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Artigianato, Commercio & Agricoltura

Cinquanta associazioni di Taranto hanno organizzato il corteo pubblico che questo pomeriggio si è snodato per le vie di Taranto.  Una manifestazione pubblica con corteo per chiedere una seria riconversione economica dell intero territorio che parta dallo smantellamento degli impianti dell ex Ilva e dalla riqualificazione di tutti i lavoratori, che devono diventare i veri protagonisti della decontaminazione e della bonifica dell intera area industriale. A sfilare sono stati anche tanti bambini. Come in una comunità coesa- hanno sottolineato gli organizzatori-ognuno può essere quella goccia che formerà un’incredibile onda per il futuro sostenibile nostro, dei nostri figli e delle prossime generazioni”.

Il corteo si è snodato da piazzale Bestat al parco archeologico delle Mura Greche. Tra i partecipanti anche il noto vignettista di satira politica vignettista Vauro che ha sfilato accanto al presidente di Peacelink Alessandro Marescotti. “Oggi - ha dichiarato Alessandro Marescotti dell’associazione ambientalista Peacelink - non è un punto di arrivo ma l’inizio di una sinergia di tutte le associazioni e i privati cittadini che vogliono migliorare il proprio territorio nel rispetto della salute e dell’ambiente. Vogliamo creare un tavolo permanente nel quale far confluire tutte le proposte di riconversione del territorio e sostenere altre iniziative per la cittadinanza”. 

Lu.Lo. 

 Il Gruppo Ferretti, in una riunione svoltasi oggi al Mit, ha confermato la sua decisione di rinunciare all’investimento a Taranto nella costruzione degli scafi degli yacht. A valle di un programma di bonifica e reindustrializzazione del sito ex yard Belleli nell’area portuale di Taranto, ci sarebbe stato, con risorse pubbliche (Mit, Regione Puglia e Autorità portuale) e private (Ferretti) un investimento da oltre 200 milioni di euro. “Ma questo - commenta il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, dopo la riunione odierna - non significa che nella città la riconversione economica sia destinata a subire un rallentamento. Anzi. Se lo stesso Gruppo Ferretti annuncia di aver avviato interlocuzioni con una nuova figura imprenditoriale pronta a subentrare nel progetto, noi - prosegue Melucci - siamo più che mai determinati a non lasciar sfuggire l’opportunità di far utilizzare i futuri finanziamenti pubblici e di rivitalizzare un’area ritenuta ideale per sostenere la diversificazione”. “Recuperare le radici più profonde della nostra città a partire dal mare e dallo sviluppo della cantieristica navale di qualità - ha dichiarato il sindaco Melucci- deve essere la nostra mission ed è per questo che chiedo a tutti gli attori istituzionali (dal Governo all’Authority, dalla Regione alle organizzazioni sindacali ed imprenditoriali) di avviare tempestivamente i processi necessari a favorire la realizzazione di nuovi progetti da parte di altre realtà imprenditoriali che hanno manifestato già il proprio interesse a puntare su Taranto. Partendo da questa possibilità - ha aggiunto il sindaco - si deve lavorare senza sosta affinché nuovi stakeholder, nazionali o stranieri, vengano messi nelle condizioni di poter investire nell’ex yard Belleli. Anche perché non ci sono condizioni ostative a che ciò avvenga. Abbiamo sperato che il Gruppo Ferretti operasse un ripensamento e che decidesse di dare seguito al suo progetto che prevedeva la realizzazione di un’area cantieristica dove poter dare forma ad imbarcazioni di lusso. Ma prendiamo atto di questa nuova eventualità che prevede il possibile subentro nel progetto di un altro imprenditore privato. Gli enti locali - ha concluso il sindaco di Taranto - si aspettano che il Gruppo Ferretti agevoli senza indugio il subentro nell\'accordo di programma e nelle misure finanziarie relative ad altri soggetti privati ritenuti affidabili. Chiediamo anche al Governo di convocare quanto prima il tavolo del Cis Taranto per l\'approvazione delle eventuali rimodulazioni del progetto”

 

Si chiama “LOnda del Futuro” la manifestazione organizzata dalle associazioni riunite di Taranto, a cui aderiscono 50 realtà associative del territorio jonico, cittadini, lavoratori e studenti, che domani, martedì 23 aprile, sfileranno per le vie della città per chiedere una seria riconversione economica dell intero territorio, che parta dallo smantellamento degli impianti dell ex Ilva e dalla riqualificazione di tutti i lavoratori che devono diventare i veri protagonisti della decontaminazione e della bonifica dell intera area industriale.

Il corteo partirà dal piazzale Bestat alle ore 17;00 (ritrovo ore 16;30), capitanato da centinaia di bambini che impersoneranno gli abitanti del mare.

Si arriverà al Parco archeologico delle Mura greche, dove i bambini verranno dirottati in uno spazio appositamente allestito per loro, con palloni e canestri, sotto la supervisione di istruttori e allenatori qualificati.

Per i più grandi ci sarà la possibilità di assistere a interventi qualificati e intermezzi di musica dal vivo; inoltre, per chi vorrà rifocillarsi ci sarà la possibilità di accedere agli stand già presenti sul luogo.

L’evento terminerà, dopo due ore di musica dal vivo a cura di Zakalicious e del duo Don Ciccio e Macro, alle ore 23;00.

Tutta la popolazione della provincia tarantina è invitata a partecipare. Come in una comunità coesa, ognuno può essere quella goccia che formerà un’incredibile onda per il futuro sostenibile nostro, dei nostri figli e delle prossime generazioni.

Di seguito, l’elenco delle realtà associative aderenti:

ANTA Associazione Nazionale per la Tutela dell’Ambiente,
associazione Apulia International Taranto,
associazione Comitato 16 Novembre,
associazione Contaminazioni,
associazione Genitori tarantini,
associazione culturale Gruppo Taranto,
associazione Identità Borgo,
associazione Itaca,
associazione Le Stelle di Lorenzo,
associazione Lovely Taranto,
associazione Nobilissima Taranto,
associazione NOI,
associazione PeaceLink,
associazione Progentes,
associazione SiAmo Taranto,
associazione TarantoLider,
comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti,
comitato Donne e Futuro per Taranto Libera,
comitato per il Parco Regionale del Mar Piccolo,
comitato per la Qualità della Vita,
comitato Quartiere Tamburi,
Cooperativa Mitilicoltori Tarantini,
Movimento cittadino pro Aeroporto di Taranto Grottaglie,
sindacato ANIEF,
Sindacato di classe LMO (Lavoratori Metalmeccanici Organizzati),
SOS Cittadino.it,
gruppo Anche questa è Taranto,
gruppo Taranto Fuori dal Web,
AIDO – Massafra,
ANT – Massafra,
ATO – Massafra,
Fratres – Massafra,
associazione Le Amazzoni – Massafra,
Polisportiva Don Lorenzo Milani – Mottola,
Sorriso Francescano – Massafra,
Asd Virtus Pallacanestro Taranto, 
Asd Polisportiva 74020 Taranto, 
SSD Support_O Taranto,
Disabili Attivi,
Dis-education,
Comitato 12 Giugno,
Associazione Risorse – Leporano,
gruppo Fotografi per Passione,
ISDE Medici per l’Ambiente – Massafra,
Comitato Le Gambe di Mazinga – Statte

Taranto in calessino

Tamburi Combattenti

Plastiaqquà

Taranto Grand Tour

GenitoriAmo Aps Ets Taranto

Associazione Dedalo Odv

Lo stato di agitazione subito e 24 ore di sciopero il 26 aprile sono stati indetti oggi dalla Fiom Cgil per i manutentori della rete ferroviaria all’interno dello stabilimento siderurgico di Taranto. “Nonostante i continui solleciti rivolti all\'attenzione del direttore di Area Officine centrali, si continuano a riscontrare ritardi sia negli interventi che nella programmazione delle attività di manutenzione - dice la Fiom -. Infatti, continuiamo a riscontrare continui deragli, non ultimo in area ghisa, e soprattutto l\'impossibilità di intervento da parte del reparto MAN BIN”, manutenzione binari, “in quanto la direzione di Area continua a collocare il personale in cassa integrazione nonostante ci sia la necessità di programmare un piano di attività manutentive per risolvere le tante criticità presenti nella rete ferroviaria”. La Fiom Cgil dichiara di aver chiesto “in più occasioni chiesto un intervento da parte della direzione aziendale al fine di conoscere un piano di interventi e una relazione specifica della rete ferroviaria, utili ad evitare i continui deragli che inevitabilmente possono impattare sulla sicurezza dei lavoratori”.

Mister Capuano: \"Questo gruppo ha una forza incredibile,  vittoria strameritata.\" Simeri :\" Gol sotto la curva nord emozione unica\"

 

Di Andrea Loiacono 

 

Con una prestazione maiuscola tutta cuore e corsa il Taranto si aggiudica il big match contro l\'Avellino davanti a circa ottomila spettatori accorsi per l\' occasione allo \"Iacovone\". A decidere la gara ci ha pensato Simone Simeri al 72\' da poco entrato in campo. Per lui terza rete con la casacca rossoblu. Nel post gara mister Ezio Capuano si gode la prestazione dei suoi ragazzi ed analizza così il risultato: \"Abbiamo disputato una gara di qualità e intensità altissima, come del resto abbiamo fatto per tutto il campionato. Questo campionato è questa posizione di classifica rappresentano per noi un risultato storico, abbiamo dominato contro una corazzata. La forza del nostro gruppo consiste in questo, nella voglia di soffrire tutti insieme. Penso che abbiamo rispettato la promessa fatta a inizio anno di onorare sempre la maglia e lo scudetto del Taranto.  Per quanto riguarda le scelte  Demarchi ha avuto un problema alla caviglia e così sono passato al 3-5-2  per proteggere di più gli esterni. Se non consideriamo la penalizzazione siamo secondi in classifica, tenendo anche presente che abbiamo disputato anche delle partite in campo neutro. Il pubblico anche oggi è stato straordinario ma siamo stati bravi anche noi a portarlo dalla nostra parte. Penso di avere il merito di avere fatto tornare l\' entusiasmo e la voglia di seguire il Taranto alla cittadinanza.\"

 

Match winner della serata è stato Simone Simeri, l\' ex attaccante di Monopoli e di proprietà del Bari ha risolto la contesa con un gol da vero attaccante d\' area di rigore: \" In occasione del gol c\' è stata una grande giocata di Orlando, io l\' ho presa di testa poi un tocco del difensore mi ha liberato in area, ho calciato forte ed è andata bene. Questo Taranto ha un cuore immenso, le vittorie le costruiamo già durante la settimana lavorando duramente. Sono molto contento per la città, ho segnato per due volte sotto la curva nord oggi e contro il Benevento e posso dire che si tratta di una gioia indescrivibile. Andremo a Latina per vincere come abbiamo sempre cercato di fare in ogni campo, vogliamo raggiungere definitivamente io quarto posto. In vista dei play off non ci poniamo limiti, cercheremo di fare il massimo. Dedico questo gol alla memoria di mia nonna che è da poco scomparsa.\"

Colori e passione per la corsa sotto un cielo terso in questa domenica di sport che a Taranto ha fatto registrare la 46esima edizione della mezza maratona del Mediterraneo “StraTaranto” organizzata dall’ASD Podistica Taras.

 

I partecipanti, tantissimi e pieni di entusiasmo, hanno invaso le vie cittadine percorrendo 21,5 chilometri.

Oltre mille gli atleti, tra professionisti e amatori,  provenienti da tutta Italia. Questa è stata per loro anche un occasione per conoscere Taranto e le sue bellezze.  

Una comunità in festa - ha sottolineato il sindaco Rinaldo Melucci nel corso della cerimonia di premiazione -nel segno della sportività, della sana competizione e dell’entusiasmo.

Lu.Lo.

Arriva a Taranto con una grande esclusiva “ArmoniE di Primavera”, la rassegna musicale regionale itinerante che, con la Direzione Artistica del M° Palma di Gaetano, quest’anno taglia il prestigioso traguardo delle dieci edizioni, proponendo un programma con nove concerti di musica di vario genere che si terranno in location di tre province pugliesi.

Il prossimo concerto “In Europa …dal Nuovo Mondo” si terrà, con ingresso gratuito, presso il Salone degli Specchi di Palazzo di Città di Taranto, alle ore 19 di lunedì 22 aprile: protagonisti saranno la violinista britannica Miriam Davis e il pianista compositore statunitense Michael Bulychev-Okser. 

Il programma del concerto prevede che i due artisti si esibiscano insieme in due brani per violino e pianoforte: la Sonata per violino n. 3 in minore, op 45 di Edvard Grieg e il Caprice d\'après l\'étude en forme de valse de Saint-Saëns di Eugène Ysaÿe; il famoso pianista Michael Bulychev-Okser interpreterà poi tre brani per pianoforte solo di Fryderyk Chopin: la Ballata n. 1 in sol minore op. 23, la Fantasia-Improvvisa, op. 66 e lo Scherzo n. 2, op. 31.

Il concerto sarà aperto dall’esibizione di due giovani musicisti talentuosi: la violinista Clarissa Spagnulo e il pianista Domenico Traversa, studenti dell’I.C. “Pignatelli” di Grottaglie guidati rispettivamente dalle Docenti Gabriella Pastore e Giovanna Capone.

Nell’occasione nella prestigiosa location sarà allestita la Mostra ceramica de “La Terra Incantata”: recupero, racconto, ricordo: sono questi i valori che guidano l’attività del laboratorio artigianale Terra Incantata dei fratelli Donatello e Giovanni Spagnulo che, da più di 20 anni a Grottaglie, porta avanti con passione la produzione di oggetti in ceramica di alta qualità, creando un ponte tra la tradizione pugliese e uno sguardo innovativo sempre orientato al futuro. 

 

Michael Bulychev-Okser è un pianista, compositore e produttore americano di fama internazionale. Un destinatario di \"Who\'s Who in Music\", si è esibito sui palcoscenici più prestigiosi del mondo: Carnegie Hall, Merkin Hall, Kennedy Center, La Salle Pleyel (Francia), Wigmore Hall (Londra), Rachmaninov Hall (Russia), Estonia Kontserdisaal (Tallinn) e Centermex Theatre (Messico).

È ospite in numerosi festival musicali, concorsi e serie di concerti in Inghilterra, Francia, Germania, Messico, Israele, Estonia, Georgia, Ucraina, Austria, Finlandia, Corea del Sud, Cina, Serbia, Singapore e Stati Uniti.

Nel 2022 ha eseguito il Doppio Concerto di Mendelssohn con il famoso violinista virtuoso Shlomo Mintz. È un professore di pianoforte e gruppi da camera alla Lucy Moses School del Kaufman Music Center.

Miriam Davis è una violinista britannica che si è esibita in tutto il mondo come solista e musicista da camera. Il 2023 vede l\'imminente uscita del suo album di debutto, \"Ode to Lost Time\", per Convivium Records, con una selezione di musica associata al romanziere francese Marcel Proust. Quest\'anno Miriam apparirà anche come solista con orchestre in tutta l\'Estonia e nel Regno Unito, oltre a recital solistici e da camera nel Regno Unito, Italia, Polonia, Cina e alla Carnegie Hall di New York.

 

“ArmoniE di Primavera”

 

 

“ArmoniE di Primavera” è la rassegna musicale regionale itinerante che, con la Direzione Artistica del M° Palma di Gaetano, quest’anno taglia il prestigioso traguardo delle dieci edizioni, proponendo un programma con nove concerti di musica di vario genere che si terranno in location di tre province pugliesi.

Ogni location, di straordinario valore storico e architettonico è stata scelta al fine di ben contenere, dal punto di vista acustico, ogni concerto, e per contribuire allo sviluppo turistico e culturale delle località, con eventi che avranno anche lo scopo di vivacizzare le serate della “bella stagione”, ormai arrivata, fungendo da attrattori turistici e culturali.

L’Associazione Armonie, da sempre attenta alla promozione e alla valorizzazione di giovani talenti musicali del territorio, anche in questa decima edizione di “ArmoniE di Primavera” ha previsto che ogni concerto sia “aperto” dalle performance musicali di studenti delle Istituzioni Scolastiche di I e II grado e di Alta Formazione del Territorio: I.C. “Pignatelli”, Liceo “Moscati” di Grottaglie e Conservatorio di Stato “Paisiello” di Taranto.

Anche questa decima edizione di “ArmoniE di Primavera” è resa possibile da una rete propositiva, collaborativa e fattiva di Enti Pubblici, Istituzioni Scolastiche, Enti del Terzo settore, artisti e liberi professionisti, accomunati dall\'amore per le loro radici e dalla convinzione che la condivisione delle buone prassi e la promozione delle attività culturali può far crescere concretamente la società, l\'economia e il turismo del territorio; tra queste anche Anteas Grottaglie, Ragazzi in Gamba Taranto, Club per l’Unesco, LAMS Matera, Associazione Marco Motolese, Amici dei Musei Greci e Messapi e Social Media APS; media partner è Ora Quadra.

La manifestazione gode del Patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Taranto e dei Comuni di Villa Castelli, Taranto, Grottaglie, Lizzano e Conversano.

 

Ben 11 medaglie conquistate con 13 atleti in gara: giungono grandi soddisfazioni dai campionato interregionale di taekwondo, disputati nei giorni scorsi in Calabria, per la Asd Taras Taekwondo Palagiano.

 

La prima giornata ha visto primeggiare Marco Reale, che ha conquistato il terzo posto nella categoria \\\"Nere Senior\\\", mentre Antonio Melchiorre si è distinto dominando due incontri per ko tecnico, fermandosi solamente in finale. Anche Carla Giovinazzi e Maria Melchiorre hanno ottenuto ottimi risultati, guadagnandosi il podio con medaglie di bronzo.

 

Nella seconda giornata, la categoria dei \\\"Cadetti\\\" ha visto tra i protagonisti Simone Reale, che ha impressionato nei primi incontri ma ha perso la finale per mancanza di esperienza. Anche Francesca Resta, Raffaella Annicchiarico, Arianna Moscoviti, Cristina Iacobino e Sara Nardi hanno ottenuto risultati significativi, portando a casa medaglie.

 

Al termine dell\\\'evento, i maestri Cosimo Ricci e Lorenzo Reale, insieme al presidente Serena Cavezza, hanno espresso soddisfazione per le prestazioni dei loro allievi, sottolineando l\\\'importanza del duro lavoro e della determinazione nel mondo dello sport.

 

 

Primo in Italia per la categoria Junior – area liceale dei Campionati di italiano Paolo Giovanni Pichierri, della classe 2AS (indirizzo scientifico) del liceo De Sanctis-Galilei di Manduria. Ieri 19 aprile 2024 la premiazione a Ercolano. “Anche nel 2021 – ricorda la preside Di Maglie - la vittoria era andata ad uno studente del nostro istituto”

 

Si è svolta a Ercolano giovedì 18 aprile 2024 la finale nazionale della XIII edizione dei Campionati di Italiano organizzati dal Ministero dell’Istruzione (media partner la RAI con Radio 3, Rai Cultura e Rai Italia), competizione nazionale e internazionale, inserita nel Programma annuale di valorizzazione delle eccellenze per l’a. s. 2023-24. 

“Proviamo grande orgoglio - ha sottolineato la Dirigente Prof.ssa Maria Maddalena Di Maglie – non solo per il primato conseguito, ma per la volontà e il coraggio di mettersi in gioco, la capacità che hanno i nostri studenti di competere mettendo al primo posto il divertimento. Già nel 2021 la vittoria era andata ad uno studente del nostro istituto. Complimenti al nostro Paolo!”.

La gara, che si è svolta in presenza, presso l’Istituto di istruzione superiore Adriano Tilgher della cittadina campana, ha visto misurarsi tra loro sia gli studenti arrivati tra i primi dieci in assoluto nelle selezioni precedenti, sia gli studenti classificatisi primi nella propria regione. In quest’ultima graduatoria e per l’area liceale, categoria junior (riservata agli studenti del biennio), ha vinto Paolo Giovanni Pichierri, 2AS (indirizzo scientifico) del Liceo De Sanctis-Galilei di Manduria, accompagnato dal suo docente di italiano Prof. Cesare Capone. Ieri 19 aprile si sono svolte le premiazioni presso il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. 

Già attestatosi 17° nella graduatoria assoluta della categoria junior, dunque su 2.042 studenti di tutta Italia nelle fasi regionali (in seguito alla gara svoltasi on line il 21 marzo 2024), l’alunno Pichierri gareggia nuovamente e si classifica primo tra gli studenti liceali di Italia del primo biennio. 

Avevano superato le gare di istituto insieme a lui, partecipando alle gare regionali anche Kristel Velardi della 2CS (indirizzo scientifico, categoria Junior), Eleonora Guarino della 4CS (indirizzo scientifico, categoria senior), Leonardo Caldarola della 5AL (indirizzo linguistico, categoria senior).

I Campionati di Italiano sono gare individuali rivolte alle studentesse e agli studenti delle Istituzioni scolastiche di secondo grado, statali e paritarie, delle Scuole italiane nel mondo di pari grado, delle Sezioni italiane in scuole straniere e internazionali all\'estero, delle Scuole straniere in Italia. 

 

 

Intervista a  Paolo Giovanni Pichierri

2AS (biennio) del Liceo De Sanctis Galilei a Manduria (TA)

 

Complimenti Paolo, presentati. Dove vivi?

Abito a Sava (TA), in Puglia. Sono nato il 3 marzo 2009 a Francavilla Fontana, e da sempre vivo a Sava, una piccola ma vivace cittadina in provincia di Taranto. Sono figlio unico: vivo con i miei genitori e le mie tre tartarughe. Frequento il secondo anno al liceo scientifico Desanctis-Galilei di Manduria, che dista qualche chilometro dal mio paese, quindi ogni giorno prendo l\'autobus per spostarmi.

 

Letture, film, musica preferiti?

Non guardo molti film, ma a volte mi capita di guardare serie TV o documentari naturalistici. Tuttavia, mi intrattengo principalmente leggendo e ascoltando la musica. Non prediligo un genere letterario in particolare, infatti le mie letture spaziano da saggi a thriller e horror, ma preferisco il genere fantasy. Per quanto riguarda la musica, ascolto principalmente pop internazionale (specialmente inglese), musica classica o colonne sonore. I miei gusti musicali variano molto a seconda del momento, ma ultimamente sto ascoltando molto le canzoni di Adele, una cantautrice britannica.

 

Suoni qualche strumento? Altri hobby?

Suono il flauto traverso da quasi cinque anni, frequento l\'orchestra della scuola e mi sto preparando ad affrontare i primi esami in conservatorio. Inoltre, nel tempo libero mi piace suonare l\'ukulele e, quando capita, fare giardinaggio. Anche i miei interessi spaziano molto, ma ho di recente scoperto il mondo dei giochi di prestigio, che uso per impressionare i miei amici quando siamo insieme.

 

Ti piacerebbe viaggiare? 

Il mio più grande sogno è quello di girare il mondo e visitare posti sempre nuovi. Infatti, l\'idea di entrare in contatto con persone e luoghi con una cultura totalmente diversa dalla mia mi affascina moltissimo. Scoprire e imparare lingue, tradizioni e ricette sempre nuove mi renderebbe molto felice.

 

E’ un po’ presto, forse, ma cosa vorresti fare da grande?

Sebbene sia molto indeciso sul mio futuro, penso di voler fare il medico. Infatti, mi piacerebbe moltissimo migliorare la vita degli altri attraverso la medicina. Inoltre questo campo offre una vastissima gamma di specializzazioni, anche molto diverse tra di loro. La medicina è poi una disciplina in continua evoluzione: la presenza di problemi complessi e la ricerca delle loro soluzioni è una sfida molto stimolante.

 

Oltre all’italiano, cosa ti piace studiare?

Gli argomenti scolastici a cui sono più interessato sono sicuramente quelli di biologia, una materia che mi ha sempre appassionato. Tuttavia, amo molto studiare anche latino e storia, due discipline che, attraverso lo studio del passato, mi aiutano a comprendere meglio il presente e ad affrontare il futuro.

 

Oltre a leggere, ti piace scrivere?

Il mio rapporto con la scrittura è buono: la reputo infatti un mezzo potentissimo di diffusione e confronto di idee. Al di fuori della scuola scrivo soprattutto per necessità, con lo scopo di comunicare tramite messaggio con i miei amici e familiari. Soltanto raramente scrivo per diletto, e quando lo faccio si tratta di pensieri o brevi racconti.

 

Puoi dare qualche consiglio, come si fa a vincere un campionato di italiano?

Sono venuto a conoscenza dei campionati attraverso il liceo De Sanctis-Galilei di Manduria, che ha proposto la partecipazione agli alunni interessati. Mi sono preparato per le gare attraverso le simulazioni fornite dal sito dei Campionati e da esercizi tratti dal testo scolastico di grammatica.

 

 

 

di Ingrid Iaci 

 


Si è tenuta nella mattinata di ieri, la prima assemblea dei soci della BCC di Bari e Taranto, la prima dopo la fusione sotto l egida del gruppo ICCREA.

Al tavolo dei relatori erano presenti l avvocato Lelio Miro, presidente della neonata Banca di Bari e Taranto, il dottor Mario Laforgia, vicepresidente, il dottor Ugo Stecchi direttore generale, il dottor Cosimo Cafagna presidente del collegio sindacale e Franco Montanino, componente del consiglio di amministrazione.

Il vicepresidente Laforgia, ha dato il via ai lavori, in qualità di padrone di casa in quanto la riunione si è svolta nella sede di Confartigianato presso la Fiera del Levante di Bari.

A seguire, Lelio Miro che, prima di entrare nel vivo dell assemblea con l approvazione del bilancio, ha sottolineato il successo economico ottenuto dopo la fusione dei due istituiti di credito il cui bilancio, approvato proprio ieri mattina, risulta essere il migliore di sempre, superando di gran lunga i bilanci dei precedenti anni dei due istituti.

Il marketing della Bcc di Bari e Taranto si fonda sui valori della solidarietà e dell umanesimo che sono stati quelli condivisi e determinanti per l unificazione tra le due banche. Una banca più grande, come ha sottolineato l avvocato tarantino, per essere più vicina alle realtà più piccole, in controtendenza con i grandi istituti finanziari che per propria policy fanno più fatica a venire incontro ai bisogni delle comunità locali.

Inoltre,  il presidente Miro ha tenuto particolarmente a ringraziare tutto il personale che quotidianamente si interfaccia con i clienti e che si fa portatore di quei valori che pongono le persone e le loro storie sempre al centro dell \'interesse di una Bcc.

Tra i presenti, anche il presidente onorario Bepi Lobuono che con la saggezza della sua età ha invitato i vertici a mantenere sempre ben salde le radici nel territorio e il presidente di Confartigianato di Bari, Francesco Sgherza, che ha assicurato la vicinanza della confederazione in questo nuovo percorso come ha fatto anche trenta anni fa quando nacque la Bcc di Bari.

Dall assemblea, alcuni dati importanti.

La forza della banca è sicuramente nei settanta dipendenti, in gran parte laureati e con età media inferiore ai 45 anni e nelle 10 filiali localizzate su due province dallo Jonio all’Adriatico.

Di recente inaugurazione, il nuovo sportello di Mottola in attesa della inaugurazione di una nuova sede legale di proprietà nel centro di Bari che verrà inaugurata subito dopo l’estate. 

Un utile di oltre 5 milioni di euro e un patrimonio di vigilanza superiore ai 40 milioni costituiscono le basi solide per affrontare il futuro, oggi così incerto, con la consapevolezza che l’unione delle due banche sia un valore fondante del benessere delle nostre comunità.

Come si legge nelle conclusioni, infatti :

<<l etimologia della parola comunità rimanda a due significati: cum-munus può voler dire impegno comune ma anche dono comune. In effetti una comunità è entrambe le cose: un progetto da costruire, e dunque una responsabilità, e un sostegno, dunque un dono. Alla costruzione di una buona comunità la nostra Banca si impegna a continuare a dare un contributo concreto.>>

Pagina 4 di 783