Sport, Tempo libero & Viaggi

Sport, Tempo libero & Viaggi (126)

di Andrea Loiacono Si infrangono contro un buon Picerno le speranze del Taranto di portare a casa la vittoria da un campo ostico come il “Ciurlo”. Mister Cazzarò conferma il solito 4-2-3-1 confermando Cacciola al posto di Lorefice e recupera Rosania al centro della difesa. Il Picerno allenato dall'esperto mister Pasquale Arleo si posiziona con un 4-3-1-2 con l'ex Crucitti ad agire sulla trequarti. Si gioca sotto una leggera pioggia e davanti a circa duecento tifosi provenienti da Taranto. Rossoblù in campo con una tenuta completamente bianca. La partenza non è a ritmi alti. Al 5' il Picerno calcia il primo tiro dalla bandierina ma Pellegrino sventa con i pugni. Al 7' punizione per il Taranto calciata da Marsili in area ma Favetta non ci arriva per un soffio. All'8' Ancora ci prova con un tiro dalla distanza che termina alto. Al 18' il Picerno si rende pericoloso con Roberto…
di Andrea Loiacono Un Taranto poco bello ma cinico batte il Pomigliano nella sesta giornata di ritorno disputata allo Iacovone, grazie a una rete siglata di testa dagli sviluppi di calcio d'angolo da Miale. Con questa vittoria i rossoblù allungano a 7 la striscia di risultati utili consecutivi, rosicchiando qualche punto sulla seconda piazza occupata dalla Cavese, sconfitta in casa dal Cerignola. Passiamo alla cronaca. Mister Cazzarò conferma il 4-2-3-1 ma deve rinunciare allo squalificato Rosania in difesa, sostituito da D'Angelo, e all'esterno under Li Gotti, il cui posto viene preso da Cacciola. Il Taranto indossa la tradizionale casacca a strisce verticali rossoblù. All'8' Ancora entra in area e lascia partire un cross che attraversa tutto lo specchio della porta senza che Favetta riesca ad intervenire. Al 9' primo calcio d'angolo in favore del Pomigliano. Al 18' c'è il primo tiro della partita: lo scaglia Labriola con Pellegrino che blocca…
Di Andrea Loiacono Un Taranto apprezzabile nella manovra ma poco cinico si fa rimontare per due volte da un modesto San Severo e spreca l'opportunità di allungare la propria striscia di vittorie che si ferma a cinque. Non basta una doppietta di Ciro Favetta, sempre più bomber dei ragazzi allenati da mister Cazzarò. Cazzarò che schiera lo stesso undici di domenica scorsa che ha battuto in casa il Cerignola con il classico 4-2-3-1. Taranto in campo con una divisa completamente nera e bordi fluorescenti. Al 5' minuto Favetta servito sulla corsia di sinistra conclude a rete ma il tiro è debole e viene bloccato da Patania. All' 8' replica del San Severo con l'ex di turno Palumbo il quale effettua un tiro cross con con il pallone che attraversa tutta l'aria di rigore senza che nessuno intervenga. Al 13' il Taranto passa in vantaggio con Favetta abile a rubare palla…
 L'attaccante campano: “Abbiamo voluto questa rimonta che dedichiamo ai nostri tifosi.” Mister Teore Grimaldi: “Complimenti ai miei ragazzi; se avessimo pareggiato non avremmo rubato nulla.” di Andrea Loiacono Termina con un successo del Taranto davanti a oltre settemila spettatori lo scontro nei quartieri alti della classifica tra Taranto e Cerignola, giunto in riva allo Ionio forte della terza posizione occupata in classifica. Mister Cazzarò schiera gli stessi undici della vittoria di Sarno, affidandosi ancora una volta a Favetta come punta principale. L'ex Sarnese ripagherà la fiducia del mister con una rete di un'altra categoria. Altro protagonista del match è stato l'attaccante ivoriano Adama Diakitè, il quale prima fornisce l'assist per il pari a Favetta e poi con un colpo di testa su assist di Ancora trafigge la difesa ofantina per l'esplosione di gioia dello Iacovone. Ma andiamo con ordine. Parte bene il Taranto che al 4' ci prova con una…
D'Agostino autore di una tripletta: “ Dedico le reti alla mia famiglia”. Ancora:” Bravo Pellegrino a parare il rigore, abbiamo ottenuto una grande vittoria.” di Andrea Loiacono È un Taranto forza 4 quello che torna dalla Campania con l'ennesima vittoria, cercata e voluta, sul campo di un'ostica Sarnese che prova a rendere la vita difficile ai rossoblù soprattutto con un paio di individualità come Calemme autore di una doppietta. Mister Cazzarò conferma le sensazioni della vigilia mandando in campo lo stesso schieramento del match precedente fatta eccezione per D'Angelo che prende il posto dello squalifica Miale al centro della difesa. Per il resto tutto resta immutato compresa la presenza dell'ex di turno Favetta in attacco. La Sarnese si schiera invece con un insolito 3-4-1-2. Pronti via e Ancora al 4' minuto ci prova con un tiro dal limite che termina alto. Al 9' lo stesso Ancora scambia con D'Agostino che…
Di Andrea Loiacono Giunge al termine di un partita divertente e a tratti dominata dal Taranto la tanto attesa vittoria contro una diretta concorrente per la promozione in Lega Pro. Gli uomini di Cazzarò hanno infatti avuto la meglio dell'Altamura, formazione barese giunta nel capoluogo ionico con sei lunghezze di vantaggio in classifica. Alla fine l'esperienza dei singoli e la voglia di portare a casa un risultato prezioso hanno fatto la differenza contro la squadra dell'ex calciatore del Gallipoli Ciro Ginestra. Ma andiamo per gradi. Mister Cazzarò riconferma modulo e uomini che si sono imposti la scorsa settimana ad Aversa affidandosi al duo di centrocampo composto da galdean e Marsili. Saranno proprio loro, inisieme all'under Lorefice i migliori in campo. Il Taranto parte subito forte con un diagonale di Lorefice che termina fuori al 5'. Al 7' l'Altamura risponde con un contropiede avviato da Santaniello la cui conclusione è preda…
Un Taranto grintoso, cinico e a tratti travolgente supera per 0-2 fuori casa l'Aversa Normanna su un campo ai limiti della praticabilità e, sfruttando alcuni risultati favorevoli provenienti dagli altri campi, si porta a 11 lunghezze dalla vetta. Si tratta comunque di un distacco importante ma, con un girone di ritorno da giocare, nulla è ancora perduto. Mister Cazzarò schiera il modulo ipotizzabile alla vigilia, il 4-3-1-2, con D'Agostino a galleggiare nel ruolo di trequartista alle spalle del tandem d'attacco composto da Ancora e Favetta. L'Aversa Normanna con soli dieci punti in classifica pensa soprattutto a non prenderle. Il divario tecnico in campo si vede subito. Il Taranto già all'8' va vicino al gol con una conclusione al volo di Ancora che termina alta. L'Aversa risponde con una conclusione ravvicinata deviata sul palo da Pellegrino. Da questo momento in poi le azioni di cronaca sono tutte di marca ionica. Al…
Al campano Mantegna, già battuto quattro mesi fa, non riesce la rivincita. La cittadina ionica festeggia nuovamente il suo campione. Applausi per la riunione dilettantistica Puglia - Campania organizzata dalla Pugilistica Merico In un Palazzetto dello Sport "Alfarano - Mandrillo" di Pulsano gremito nonostante il freddo pungente, il campione di casa si conferma battendo ancora una volta, a distanza di quattro mesi dalla performance alla Villa Nuovo Territorio, l'esperto Luigi Mantegna, soprannominato "Petto d'angelo", al suo 73esimo match tra i professionisti. Per Merico è l'undicesimo successo da Pro, il terzo su altrettanti incontri disputati in un 2017 da incorniciare e che lo proietta, da imbattuto, ad un nuovo anno in cui l'obiettivo diventa il titolo nazionale. L'incontro è stato dominato dal pulsanese, che ha avuto la meglio ai punti solo grazie all'abilità del laziale nel restare in piedi fino all'ultima ripresa: determinante l'apporto del pubblico, che ha sostenuto il proprio…
di Andrea Loiacono Il Taranto dopo un mese senza vittorie ritrova i tre punti e lo fa in trasferta allo stadio “Liguori” contro un'ostica Turris, imponendosi per 1-2. Mister Cazzarò lancia subito nella mischia il neo arrivato D'Agostino, proveniente dal Campobasso, e lascia in panchina Favetta, preferendogli Ancora. Il modulo è il 4-3-1-2. Turris che si schiera a specchio con l'ex Umberto Improta a guidare l'attacco corallino. Presenti nel settore ospiti una quarantina di sostenitori del Taranto. Rossoblù subito pericolosi al 3' con un tiro di Lorefice che esce di poco fuori. Al 7' D'Agostino raccoglie una respinta su una punizione ma la sua conclusione termina alta sulla traversa. All'8' è la Turris che sfiora la rete con Piacente che calcia fuori dal limite dell'area. Al 25' la gara pende dalla parte del Taranto. Lorefice riceve da D'Agostino e con un rasoterra a giro insacca per il vantaggio rossoblù. Vantaggio…
di Andrea Loiacono Doveva essere una partita scoppiettante e ricca di gol e in parte lo è stata. Taranto-Potenza, match clou della 16^ giornata, mette di fronte l'ex capolista Potenza e il Taranto, reduce dal pari beffa di Manfredonia. Un'occasione per gli ionici per accorciare in ottica delle prime posizioni. Dal canto suo, il Potenza voleva ritrovare la vittoria dopo un periodo di appannamento. Mister Cazzarò sceglie di cambiare modulo e affidarsi al 3-5-2 con Pellegrino in porta; Rosania, Miale e D'Aiello sulla linea difensiva; a centrocampo Boccadamo, Lorefice, Marsili, Galdean, Li Gotti; Favetta e Diakitè in attacco. Sugli spalti circa tremila spettatori con una buona rappresentanza di sostenitori lucani sistemati nel settore ospiti. Taranto in maglia bianca mentre l'undici di mister Ragno indossa una casacca rossoblù. Pronti via e dopo soli 7' il Potenza passa in vantaggio con lo juniores Biancola che scende sulla fascia destra, salta due uomini,…
Pagina 1 di 9