Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (311)

“Il caso Taranto ha dimostrato drammaticamente come il precedente modello di sviluppo sia finito, ma allo stesso tempo rappresenta una grande opportunità per chi ha imparato la lezione e vuole cambiare passo. Per queste ragioni, collaboriamo con Arpa Puglia, un punto di riferimento per la tutela dell’ambiente nel territorio, intorno al quale potremo aggregare istituzioni, enti, imprese e associazioni che condividono gli stessi obiettivi e che hanno compreso il valore di un ecosistema fondato sull’innovazione”. Cita, a titolo di esempio, l’inquinamento causato per anni dalla grande acciaieria di Taranto e il relativo, pesante impatto ambientale, il rettore del Politecnico di Bari (Poliba), Giuseppe Cupertino, commentando l’accordo tra Politecnico e Arpa Puglia, l’Agenzia per l’ambiente della Regione Puglia. Con l’accordo, firmato oggi, Poliba e Arpa Puglia effettueranno “iniziative di ricerca di base ed applicata sugli elementi dell’ambiente fisico sui fenomeni di inquinamento, sulle condizioni generali di rischio ambientale nel corretto uso…
"La ragione ipotizzabile è che l’evento, alla fine, è risultato circoscritto ad un numero limitato di ore. Per quanto concerne le sostanze combuste, occorrerà attendere esito accertamenti ulteriori per capire che cosa è bruciato. Allo stato sembra abbia riguardato solo gli apparati tecnologici". Lo dichiara il direttore generale di Arpa Puglia, l'agenzia della Regione per l'ambiente, Vito Bruno, dopo l'incendio di ieri mattina al terzo sporgente portuale del siderurgico di Taranto di ArcelorMittal Italia. Ha preso fuoco una gru addetta al carico e scarico di materie prima dell'impresa appaltatrice Ecologica. L'operatore é riuscito a mettersi in salvo quando ha visto le fiamme. L'incendio ha sprigionato una colonna di fumo nero visibile molto bene dalla città. Questo ha sollevato allarme nei cittadini e molte proteste sui social verso ArcelorMittal Italia, tanto più che appena 24 ore prima c'era stato un incidente sul lavoro anche se senza gravi conseguenze. Un tecnico é…
“Se non ci sarà una concreta ed effettiva accelerazione, rischiamo di perdere a fine anno i quasi 200 milioni di euro previsti per la strada regionale 8 in provincia di Taranto”. Lo dice ad AGI il segretario Uil Taranto, Giancarlo Turi, dopo la video call di oggi indetta da Confcommercio Taranto, presenti la Regione Puglia, i Comuni del Tarantino interessati al tracciato stradale e i sindacati. “A distanza di tanti anni, siamo ancora nella fase della progettazione di questa strada e non sappiamo nemmeno a che punto è la progettazione - dice Turi ad AGI -. Entro fine anno, l’opera va avviata con i cantieri, ma la Provincia di Taranto, che é stazione appaltante, oggi non si è nemmeno presentata all’appuntamento”. Si fa strada, come suggerito oggi dall’assessore regionale pugliese Donato Pentassuglia la possibilità di rimodulare i fondi, con l’obiettivo di non perderli, “ma intanto abbiamo chiesto che il prossimo…
 Cinquanta degli 800 chilometri di costa della Puglia stanno “sparendo” e si stanno “sbriciolando” a causa dell’erosione da parte del mare. Confcommercio Taranto e il Sib, Sindacato imprenditori balneari della stessa Confcommercio, lanciano l’allarme per “l’affaccio costiero della provincia di Taranto ed in particolare del versante orientale dove, da una stagione all’altra, si registra la sottrazione di ampi tratti di spiaggia”. In una video call, Confcommercio e Sib si sono confrontati con i sindaci dei nove comuni interessati, la provincia di Taranto, i gestori degli stabilimenti, presenti tecnici della materia e Giuseppe Mastronuzzi, direttore del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Bari. Per il presidente del Sib, Vincenzo Leo, “la questione non può essere affidata esclusivamente agli interventi isolati di manutenzione e ripristino degli arenili, eseguiti dai privati in prossimità dell’avvio della stagione balneare. Il fenomeno ha dimensioni di portata più grave per il futuro non solo della balneazione,…
Oggi grande domenica ecologica sulle spiagge di Marechiaro e Praia a Mare. Una bellissima squadra formata da oltre 40 volontari, sfidando il maltempo, ha risposto all’invito di Assonautica Taranto, capitanata da Matteo Dusconi ed ha preso parte alla pulizia della spiaggia. Sono stati raccolti 25 grandi sacchi di rifiuti, plastica e vetro. Tutti raccolti sulla battigia. Ancora una bella e significativa prova di attenzione nei confronti del territorio da parte di Assonautica. Chiunque desideri partecipare alle prossime iniziative può farlo chiamando il numero 347 805 804 o inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La riconferma di Sergio Prete alla Presidenza dell’Autorità di Sistema del Mar Ionio, porto di Taranto, per il prossimo quadriennio, rappresenta un importante segnale di attenzione da parte del Governo, che ha voluto così sostenere il valore della continuità in una fase delicata per il territorio, le cui linee di sviluppo tracciate finora fanno ben sperare. Siamo assolutamente soddisfatti - afferma Giuseppe Melucci, presidente della sezione Agenti Marittimi Raccomandatari del Porto di Taranto - sin dall'inizio abbiamo sostenuto la candidatura di Sergio Prete, consapevoli delle difficoltà che contrassegneranno il lavoro del presidente per favorire lo sviluppo e il rilancio del porto. Da parte mia – conferma Giuseppe Melucci - e di tutti gli Agenti Raccomandatari Marittimi, il massimo sostegno e i migliori auspici.
» Carrabba: «Al fianco di Laterza, Gravina e Altamura: la nostra regione troppe volte sacrificata» Le dichiarazioni dei responsabili dell’organizzazione per i territori di Taranto Bari e Brindisi Taranto - «Non lasceremo da sole le comunità di Laterza, Gravina di Puglia e Altamura. CIA Agricoltori Italiani della Puglia è contro la realizzazione dei siti per lo stoccaggio di scorie nucleari in territori già gravati da problemi importanti, aree che esprimono potenzialità di rilievo dal punto di vista agricolo, agroalimentare, zootecnico e turistico. Se sarà necessario, CIA Puglia chiamerà alla mobilitazione il mondo dell’agricoltura, un mondo la cui dote primaria è lo sviluppo del comparto primario e della green economy». A esprimere la posizione di CIA Agricoltori Italiani della Puglia è il presidente dell’organizzazione, Raffaele Carrabba; sulla stessa lunghezza d’onda i responsabili territoriali della CIA, a cominciare dal presidente e dal direttore di CIA Area Due Mari (Taranto-Brindisi), rispettivamente Pietro De…
Faccia qualcosa di concreto e di immediato per la salute dei tarantini, lo faccia non perché può farlo ma perché deve farlo”. È il passaggio più importante del video messaggio di auguri che l’associazione “Genitori Tarantini” ha inviato oggi al premier Giuseppe Conte sul nodo ArcelorMittal. “Quando sul piatto della bilancia viene posta la salute, nessun altro diritto, seppure inalienabile, può permettersi di occupare l’altro piatto - dice Castellana, rappresentante dei Genitori Tarantini - e ammesso e non concesso che si potesse fare una scelta, questa non é stata mai offerta ai tarantini. Hanno sempre scelto altri”. Ma “la scelta - si evidenzia - non può essere affidata ai cittadini, ogni scelta è prerogativa delle istituzioni a cominciare dal Governo”. 
Gli artisti si schierano dalla parte dei bambini di Taranto manifestando la loro solidarietà sottoscrivendo la lettera che tutti i sabati viene inviata al premier Conte con l’esplicita rischiererà di chiudere lo stabilimento siderurgico e pubblicando videomessaggi di solidarietà. Ecco la nota dell’Associazione Genitori tarantini La sorpresa di Natale, quest’anno, arriva dal mondo dello spettacolo italiano. Da alcuni giorni, donne e uomini, artisti affermati, stanno manifestando apertamente la propria solidarietà per Taranto, in uno dei momenti più brutti ed offensivi nei riguardi della nostra comunità. “L’Italia bella si muove, quando la Costituzione viene piegata ai voleri dei poteri forti”, dichiara Cinzia Zaninelli, presidente dell’associazione Genitori tarantini. “Vogliamo ringraziare, innanzitutto, Anna Ferruzzo e Massimo Wertmuller per il loro costante impegno che li ha portati a contattare amici-colleghi per proporre loro qualcosa di magnifico: una manifestazione di infinito amore e di affetto per i nostri figli. Questi gesti non erano dovuti e…
Giustizia per Taranto Legamjonici chiama a raccolta enti locali e associazioni per fare fronte comune contro l’accordo tra Governo e ArcelorMittal pronto per essere firmato. “È necessario ed urgente manifestare il nostro dissenso, a patto che lo si faccia con modalità tanto efficaci da farsi ascoltare da Roma! Per noi l’unico modo per provare a far saltare questo scellerato accordo, nonché per dimostrare la ferma opposizione del territorio ad un accordo calato da Roma che non risolverà minimamente i problemi sanitari ed ambientali del territorio, è creare un fronte comune fra città, istituzioni, parti sociali e produttive. Chiediamo pertanto che Comune, Regione e sindaci della provincia, tornino sulle premesse createsi nell’incontro avuto l’altro giorno con le associazioni e mettano in campo, a strettissimo giro, azioni, convenzionali e non, come più volte promesso. Le azioni simboliche vanno bene, ma non sono sufficienti. Chiediamo l’apertura di un nuovo tavolo per la stesura…
Pagina 1 di 23