NOTIZIE FLASH:
Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (127)

IL BLOCCO DI 150 GG. SI RENDE NECESSARIO PER CONSENTIRE I LAVORI DELLA TANGENZIALE SUD. La Provincia di Taranto informa che, nell’ambito dei lavori in corso per la Tangenziale Sud di Taranto, a partire dalle ore 8,00 di giovedì prossimo, 29 giugno, verrà interrotto il tratto terminale della Strada del Mar Piccolo, comprendente il Ponte P.Penna, in corrispondenza della immissione sulla S.S. 7 ter per San Giorgio Jonico. La durata dei lavori che è causa della interruzione, è prevista per un massimo di 150 (centocinquanta) giorni; i flussi veicolari saranno deviati con le seguenti modalità: il flusso dal Ponte P.Penna verso San Giorgio uscirà da Via Solito, raggiungerà la rotatoria di fronte alla sede AMAT, la circuiterà e tornerà indietro in direzione San Giorgio; il flusso da San Giorgio verso Ponte P.Penna verrà canalizzato dopo circa 540 (cinquecentoquaranta) metri dal parcheggio Cimino verso la corsia di immissione esistente per il…
Massafra si conferma la regina della Terra delle Gravine e il Touring Club Italiano la inserisce tra i Comuni della Penisola del Tesoro 2017, l’iniziativa che da diciotto anni accompagna soci e simpatizzanti alla scoperta dell’Italia e del suo patrimonio artistico, visitando gli angoli meno conosciuti della Penisola o proponendo gli aspetti più inconsueti del turismo classico. L’appuntamento è per domenica 11 giugno. Luoghi di grande fascino ricchi di tesori artistici, naturalistici, tradizioni culturali e artigianali, spesso aperti eccezionalmente per l'occasione. Oltre 180.000 i partecipanti e più 200 luoghi d’eccellenza visitati: questi i numeri di successo che premiano l’iniziativa del Touring. In linea con gli indirizzi del Piano strategico del Turismo del Ministero dei Beni culturali e del turismo, l’evento accende i riflettori sul patrimonio del nostro Paese, coniugando l’iniziativa dei privati con l’impegno delle istituzioni. In questo caso si tratta poi di un altro importante tassello nel ricco mosaico…
Una raccolta firme, partita ieri sera dinanzi alla Ubik, in via di Palma, per chiedere a Procuratore della Repubblica di Taranto, presidente del Consiglio e presidente della Repubblica, che venga meno l’immunità penale ed amministrativa dai reati ambientali, estesa dal governo dai commissari ai nuovi proprietari dell’Ilva. Questa è l’iniziativa lanciata oggi da Angelo Bonelli, leader dei Verdi, nel corso della conferenza stampa che si è svolta al teatro Orfeo. Una petizione volta ad un esposto collettivo che non prevede colori, simboli di partito o riferimenti alle elezioni amministrative. Tutti potranno apporre la loro firma, al di là delle appartenenze politiche e dalla scelta di voto. “Il governo prometteva ‘ambientalizzazione’ – denuncia Bonelli - ma con questo piano ambientale ed industriale, che riduce fortemente gli investimenti sulla tutela dell’ambiente, si ritorna a prima del luglio 2012, quando Ilva venne sequestrata da parte della magistratura. Il governo prometteva di mantenere i…
E’ una giornata importante per noi. La giornata in cui finalmente il lungo lavoro amministrativo profuso negli ultimi dieci anni dal Comune di Statte, restituisce i frutti della serenità e della sicurezza a tutte le famiglie della contrada Sabatini Vocchiaro che per oltre vent’anni hanno convissuto accanto alla bomba ecologica del deposito Cemerad. Così il Sindaco di Statte, Franco Andrioli, che ieri mattina insieme all’assessore all’ecologia e ambiente, Angelo Miccoli, ha incontrato le famiglie della contrada in cui da ieri sono iniziati i lavori di liberazione dai fusti pericolosi e radioattivi custoditi all’interno dell’ex fabbrica di stoccaggio. Particolarmente soddisfatto l’assessore Miccoli, che in qualità di ex sindaco negli ultimi dieci anni ha dovuto prima sostenere la difficile attività di controllo posta in capo al Comune dopo il sequestro della struttura nel 2000 e successivamente la lunga trattativa con il Governo per l’individuazione delle modalità operative e delle risorse per la…
Dal circolo di Taranto di Legambiente riceviamo e pubblichiamo: Nulla sembra poter scuotere la pesante cappa di colpevole silenzio che avvolge la promessa bonifica del Mar Piccolo di Taranto. Ogni tanto un accenno, una notizia di accordi di collaborazione, un riferimento agli studi in corso, a progetti e contratti e poi … più nulla: si ripiomba nella consueta estenuante attesa che accada - davvero – qualcosa. E’ come se a tanti fosse bastato il suo ormai lontano annuncio per mettersi la coscienza a posto e lavarsene le mani. Come se a nessuno interessasse davvero porsi oggi il problema del Mar Piccolo e si considerasse sufficiente decantarne le bellezze presenti nonostante il devastante inquinamento dei fondali. Anzi, col passare prima dei giorni, poi dei mesi e infine degli anni (sono quattro quelli che ormai ci separano dalla nomina di Alfio Pini, il primo Commissario alle bonifiche di Taranto), anche le dichiarazioni…
Lettera al Presidente Emiliano per un intervento finalizzato a rendere operativo lo scalo di Grottaglie. L’aeroporto di Bari Palese nel 2016 ha totalizzato un movimento pari a 4.308.128 passeggeri e quello di Brindisi 2.318.897 (quest’ultimo - 4.11% rispetto al 2015). [1] I Cittadini della Provincia di Taranto che per ogni annualità utilizzano il trasporto aereo ( 630.000) sono “costretti” a utilizzare le strutture aeroportuali di Bari e Brindisi. Considerati i voli di andata e ritorno l’aerostazione di Grottaglie/Taranto avrebbe un movimento interno di 1.300.000 passeggeri che andrebbe a classificare Taranto/Grottaglie al 13.mo posto nella graduatoria dei 53 aeroporti Italiani. Questa scellerata situazione e il perdurare di una chiusura ingiustificata, illegittima, arbitraria e priva di alcun senso logico ha un costo per il territorio Jonico di c.a. 70 milioni di €uro ai quali si aggiungono cifre altrettanto considerevoli che afferiscono le merci (cargo) che potrebbero partire/arrivare da Grottaglie. Scrivendo di “occupazione”…
Sabato, 14 Gennaio 2017 04:59

Un anno da Genitori tarantini.

Scritto da
13 gennaio del 2016: “I BAMBINI DI TARANTO VOGLIONO VIVERE”. Questo si legge su due cartelloni di 6 metri per 3 affissi in due punti della città. E’ passato giusto un anno, da quel giorno. Un anno di iniziative, prese di posizione, lettere, manifestazioni, partecipazione. I cartelloni di denuncia vennero affissi, in seguito anche a Bari, a Genova e a Roma. Ricordiamo con affetto la solidarietà del gruppo “Taranto Supporters” che volle esporre lo striscione in gradinata, durante una partita casalinga del Taranto della scorsa stagione agonistica. Ricordiamo il flash mob con i passeggini vuoti, organizzato con “Taranto Lider” e “WWF Taranto”, primo tentativo di condivisione ed unione: una giornata storica, per Taranto. Ricordiamo le affettuose parole di Massimo Ranieri che, indicando lo striscione, volle dedicare un pensiero ai bambini e alle mamme di Taranto, durante il suo spettacolo al PalaMazzola. Ricordiamo le lettere inviate al Sindaco, al Prefetto, al…
IL PRESIDENTE PRETE: "Risultato estremamente importante a supporto dell’economia portuale". ORA LA PALLA PASSA AL MINISTERO DEI TRASPORTI PER IL PROPRIO PARERE. Nel corso dellultima seduta del Comitato Portuale, si è discusso, tra gli altri argomenti, anche dell’istituzione dell’”Agenzia per la somministrazione del lavoro in porto e per la riqualificazione professionale (transhipment)” prevista dal D.L. 29 dicembre 2016, n. 243 ("Interventi urgenti per la coesione sociale e territoriale, con particolare riferimento a situazioni critiche in alcune aree del Mezzogiorno" pubblicato sullaGazzetta Ufficiale 30/12/2016, n. 304). La norma ha previsto, infatti, all’art. 4 l’istituzione, per un periodo massimo non superiore a trentasei mesi, della predetta Agenzia da parte dell’Autorità di Sistema Portuale, sentito il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con delibera del Comitato di Gestione o del Comitato Portuale operante in prorogatio le proprie funzioni. L’Agenzia, come anticipato anche dal Ministro Claudio De Vincenti nel corso dell’ultima riunione del 21…
Presentazione ufficiale questa mattina, presso l’ACI Taranto, per “Taranto mya”, il portale di Taranto e provincia. Si tratta di uno strumento fondamentale per la promozione integrata del territorio. Nel territorio tarantino, e più in generale in quello italiano, c’è un patrimonio di particolare rilievo storico, culturale, architettonico, paesaggistico che costituisce una vera e propria ricchezza, ai più sconosciuta. Il portale è la risposta ad un’esigenza ben precisa:
superare il caos informativo in cui è attualmente immerso il sistema turistico locale. Tanti sono gli “attori” che offrono singolarmente un prodotto di buon livello, spesso, però, solo una selezione di questi raggiunge il turista che sceglie cosa e come visitare veicolato da un soggetto di parte. Da qui l’esigenza di un portale che contenga tutto e dia una visione totalitaria all’utente. Taranto Mya è stato prodotto secondo un’ottica ben precisa. Deve essere di facile navigazione, con contenuti chiari e concisi e con…
Taranto è sempre stata un importante nodo viario, attraversato da flussi di pellegrini diretti verso la Terrasanta. Vi afferivano infatti cinque strade: la via Appia da Roma, la via Appia per Brindisi, la mulattiera per Bari, la via per il Salento e quella per il Bruzio. Inoltre un lungo tratto della via Francigena coincide con la via Appia (Roma-Taranto-Brindisi), considerata l’asse principale di tutte le comunicazioni dell’Impero Romano, che conservò il suo ruolo di arteria di comunicazione durante tutto il Medioevo. Insomma, basterebbe solo questo per legittimare l’inclusione di Taranto nel percorso delle vie Francigene. Ed è quanto avvenuto con l’approvazione all’unanimità della mozione che sull’argomento ha presentato il consigliere regionale Gianni Liviano; un atto che ha riequilibrato una situazione che, in principio, vedeva l’area jonica esclusa mentre veniva inserita, sempre con provvedimento approvato dal. Consiglio regionale, la provincia di Lecce fino a Santa Maria di Leuca. E la documentazione…
Pagina 1 di 10