Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (338)

Chiusura di stagione, per Marco Bianchi ed Angela Rafanelli, domenica 19 settembre, alle 12.20 su Rai1, con “Linea Verde Estate”, in Puglia per l’ultimo appuntamento di questa estate 2021. Undici ettari delimitati da muretti a secco, un grande albero di noce che ne segna l’orizzonte, la farina ricavata con un piccolo mulino a macina di pietra: a Massafra, a ridosso della Murgia Tarantina, le coltivazioni stagionali ed i prodotti a km zero ed ecosostenibili. Le tracce degli animali selvatici, i segreti delle piante ed i loro usi tradizionali, i profumi della macchia Mediterranea: tra maestosi lecci secolari, corridoi di ciclamini, a Martina Franca, un viaggio immersivo nella natura e nella storia del Bosco delle Pianelle fatta di briganti, pastori, carbonai e di superstizioni. Lidi morbidi e multicolore, quella forma tipica che sembra, per chi guarda dal mare, come il corpo di una ninfa distesa al sole: sulla spiaggia di Palagiano,…
Più di 35mila transiti di passeggeri sinora con la MSC Seaside, +20 per cento ad agosto nelle strutture alberghiere e ricettive, pienone a diversi eventi di musica (sold out già da alcuni giorni il concerto di Achille Lauro del 4 settembre), +50 per cento di visitatori al Museo archeologico nazionale nei giorni di Ferragosto. Ecco alcuni principali dati che confortano Taranto e la spingono a percorrere con maggiore determinazione la strada intrapresa da qualche anno. E cioè quella di investire nel turismo, negli eventi e nella cultura in modo da affrancarsi progressivamente dall’immagine di città dell’acciaio e dell’inquinamento. “Un cambio radicale di narrazione e di immagine della città - dichiara il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci - sul quale stiamo lavorando molto e che ci sta ripagando”. È alla vigilia dell’avvio MediTa Festival, che dal 3 al 5 settembre propone sulla rotonda del Lungomare i concerti di Mahmood, Achille Lauro…
Si aggirava solo apparentemente spaesato, senza spiccare il volo, l’airone bianco guardabuoi che ieri ha tenuto in allarme alcuni abitanti di Taranto due. Questi, temendo che l’uccello fosse in difficoltà, hanno contattato la Polizia municipale che a sua volta ha trasferito la segnalazione al referto del WWF Giovanni De Vincentis. È così emerso che l’airone guardabuoi è un animale stanziale, che non teme l’uomo e che quell’esemplare in particolare è un habitué del quartiere che raggiunge dalla zona della Salina dove gli aironi sono di casa. 
Si aggirava solo apparentemente spaesato, senza spiccare il volo, l’airone bianco guardabuoi che ieri ha tenuto in allarme alcuni abitanti di Taranto due. Questi, temendo che l’uccello fosse in difficoltà, hanno contattato la Polizia municipale che a sua volta ha trasferito la segnalazione al referto del WWF Giovanni De Vincentis. È così emerso che l’airone guardabuoi è un animale stanziale, che non teme l’uomo e che quell’esemplare in particolare è un habitué del quartiere che raggiunge dalla zona della Salina dove gli aironi sono di casa. 
“Oltre 35mila transiti arrivano dalle crociere e oltre 3mila passeggeri si sono imbarcati da Taranto. Giugno, forse a causa degli strascichi del Covid, è stato meno performante, ma in ogni caso è stato registrato un +105% rispetto agli arrivi del 2020”. È il primo bilancio dell’estate 2021 (che non ha ancora i dati completi di agosto) tracciato oggi dal Comune di Taranto. A proposito dell’andamento del turismo, Fabrizio Manzulli, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Taranto, ha dichiarato che “il settore si è affermato nel 2021 come uno degli asset primari di sviluppo economico territoriale. Possiamo contare su un’offerta ricchissima, con una varietà esperienziale senza pari”. “Abbiamo superato- prosegue Manzulli - i dati di presenze del 2019, prima della pandemia, senza contare gli affitti delle case private. Molte strutture alberghiere hanno registrato record di incassi già nel mese di luglio e lo stesso dato vale per la ristorazione. Non…
Dal 1° agosto a Taranto con il biglietto Park&Ride di Kyma Mobilità ci si potrà spostare in città con gli autobus lasciando l’auto parcheggiata gratuitamente per l’intera giornata! Si è svolto un incontro operativo cui hanno partecipato l’Assessore alla Mobilità e Polizia locale Gianni Cataldino, il presidente di Kyma Mobilità Giorgia Gira, il Comandante della Polizia Locale Michele Matichecchia, oltre a tecnici dell’Assessorato alla Mobilità e di Kyma Mobilità. Il biglietto Park&Ride prevede che, dalle ore 8.30 alle ore 20.30, in determinate zone della città si possa parcheggiare l’auto gratuitamente nelle strisce blu per l’intera giornata, purchè si acquisti un “biglietto giornaliero” da € 2.60 di Kyma Mobilità che consente di muoversi in città con gli autobus senza limitazioni. Saranno due le aree dove sarà possibile parcheggiare con la formula Park&Ride: la prima è il Piazzale Democrate con gli attigui Piazzale Caduti delle Foibe e Porto Mercantile, la seconda è…
Un “santuario” dei delfini, un vero e proprio rifugio protetto, nelle acque del Mar Grande di Taranto per strappare i cetacei dalla cattività. I primi esemplari arriveranno il prossimo anno e il tutto rientra nel percorso di realizzazione del “Taranto Dolphin Sanctuary”, il centro di recupero e rieducazione alla “libertà” degli esemplari provenienti dai parchi acquatici dismessi, a cui stanno lavorando la Jonian Dolphin Conservation (associazione di biologi marini che si occupa della tutela e cura di questi animali) e l’amministrazione comunale di Taranto. Il sindaco Rinaldo Melucci e il presidente di JDC, Carmelo Fanizza, hanno fatto il punto sul progetto che nasce dall’atto di indirizzo e nel protocollo di intesa che risalgono a mesi addietro. “Nonostante le difficoltà dovute all’emergenza sanitaria questo processo non si è mai arrestato e questa buona notizia lo conferma” ha detto il sindaco riferendosi all’arrivo dei primi cetacei. “I delfini - ha aggiunto -…
Intensa giornata di lavoro sabato per i Vigili del Fuoco di Taranto per il numero di interventi effettuati. Interessati dalle fiamme più di 30 ettari tra macchia mediterranea, campagne, sterpaglie, aree periferiche e incolte. Ne dà notizia il comando provinciale. Impegnati 50 uomini con 8 squadre, praticamente tutte quelle disponibili. Sono stati più di 40 gli interventi svolti che hanno coinvolto i mezzi di supporto e autobotti dei mezzi di supporto per garantire il rifornimento idrico ai mezzi antincendio più piccoli. Gli incendi si sono verificati su tutto il territorio della provincia. Di maggiore rilievo, per le caratteristiche del territorio e la vastità delle aree colpite, gli incendi a Laterza in contrada Gaudella, a Grottaglie in prossimitá dello stadio, a Manduria vicino al fiume Chidro e a Martina Franca sulla strada per Ceglie Messapica. 
Sarà presente a Slow Fish, decima edizione della biennale dedicata al mare e a tutti suoi abitanti, nel centro storico di Genova dall’1 al 4 Luglio, Isola Blu, il marchio tematico del Centro Ittico Taranto SrL, presentato da Luciano Carriero, e nato per promuovere i prodotti ittici da lui stabulati e soprattutto la cozza tarantina, La Tarantina, appunto, una produzione di eccellenza. Genova sarà anche l’occasione per presentare in anteprima, il “Sugo alla tarantina”, un’innovativa quanto tradizionale produzione del territorio che porta il marchio, sempre, di Isola Blu e del Centro Ittico Taranto. Un prodotto realizzato con oltre il 30 % di frutto naturale che per la prima volta arriva sulle nostre tavole già pronto e fruibile. Un’idea da anni accarezzata da Luciano Carriero che finalmente prende forma presentandosi ad un pubblico specializzato. Oggi avrà luogo un incontro tematico e presenterà il brand Isola Blu, nato per commercializzare i prodotti…
“La Commissione europea ha bocciato il piano del governo per l’ex Ilva.” E ‘ quanto dichiara l’eurodeputata Rosa D’Amato. “Nella nuova versione del Pnrr, infatti, non c’è più il progetto, previsto dalla bozza inviata a Bruxelles, per la produzione dell'acciaio con altoforno a carbone e attraverso DRI con metano e fusione in un forno elettrico. Con il Recovery plan, l’Italia potrà finanziare solo un progetto di R&S&I per studiare ‘la produzione acciaio di idrogeno verde basata sull'elettrolisi e quindi fonti energetiche rinnovabili’. Niente gas naturale, ma solo eolico o solare, in altre parole. Si tratta di una modifica sostanziale, che chiude la porta all’uso dei fondi Ue per azioni di greenwashing a Taranto, e che arriva in seguito alla lettera che abbiamo inviato alla Commissione europea con il mio gruppo parlamentare, i GreensEFA. Questa modifica fa il pari con un’altra battaglia che abbiamo vinto a Bruxelles, quella sul JustTransitionFund, che…
Pagina 1 di 25