Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - AMBIENTE/ IL MINISTRO GALLETTI A TARANTO SENZA CONTESTAZIONI.
Mercoledì, 14 Settembre 2016 05:14

AMBIENTE/ IL MINISTRO GALLETTI A TARANTO SENZA CONTESTAZIONI. In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

GIORNTA DI LAVORO ORGANIZZATA DAL COMMISSARIO PER LE BONIFICHE VERA CORBELLI.

 

Scuole Tamburi, Deledda, Vico, Ex Cemerad (Statte), Politecnico, quartiere Paolo VI (Taranto),  Banchina Cariati, Mar Piccolo sono i sopralluoghi tenuti al termine della sessione della mattina della Giornata di lavoro: “Bonifica dell’area Vasta di Taranto – Un approccio innovativo per la creazione di un Laboratorio – Scala 1:1”, organizzata presso il Castello Aragonese di Taranto. La giornata di lavoro è stata organizzata dal Commissario Straordinario per la Bonifica, Ambientalizzazione, Riqualificazione di Taranto, dott. Vera Corbelli, in collaborazione con Remtech2016 - Remediation Technologies. Ha visto la presenza del Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, on. Gian Luca Galletti. Hanno partecipato iMagnifici Rettori dell’Università di Bari e del Politecnico di Bari, i rappresentanti delle autorità Civili e Militari, Associazioni.  Il Governo, e per esso il Commissario Straordinario, si è impegnato affinché questa Città possa rappresentare, a livello Regionale, Nazione ed Internazionale, l’esempio di come un “tessuto sociale-territoriale”, soggetto ad elevate pressioni industriali e produttive, possa rigenerarsi attraverso un percorso a 360 gradi che vede, consapevolmente, coinvolta la collettività, la comunità scientifica, il sistema industriale e intellettuale – ha dichiarato il Commissario Straordinario – La condivisione e la concertazione su tale obiettivo deve tradursi in azioni sempre più incisive da realizzarsi in tempi brevi. Ringrazio chi ha partecipato e soprattutto ringrazio la città che, senza contestazioni, si è confrontata con me. Questo è il dialogo costruttivo di cui abbiamo tutti bisogno”.

 

Letto 1465 volte