Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - FERITE APERTE/ Pescatori e mitilicoltori al Commissario per la bonifica di Taranto: “bisogna intervenire sul Mar Piccolo, spostare i mitili non è soluzione”
Giovedì, 27 Aprile 2023 07:36

FERITE APERTE/ Pescatori e mitilicoltori al Commissario per la bonifica di Taranto: “bisogna intervenire sul Mar Piccolo, spostare i mitili non è soluzione” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 \"Ci apprestiamo a vivere una nuova estate con le stesse, identiche criticità degli scorsi anni, peraltro più volte evidenziate. Per questa ragione, quindi per lavorare serenamente in vista della stagione calda, avevamo chiesto in diverse occasioni incontri chiarificatori e conseguenti decisioni”. Così le associazioni della pesca e della mitilicoltura e i sindacati dell’agroalimentare (Agci Agrital, Unci Agroalimentare, Confcoopetative-Federcoopesca, Legacoop Agroalimentare, Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Pesca) che scrivono al commissario di Governo per la bonifica di Taranto, il prefetto Demetrio Martino, a proposito dello spostamento degli impianti delle cozze da Mar Piccolo a Mar Grande per evitare ai mitili l’asfissia causata dall’elevata temperatura dell’acqua.  “Va ovviamente sottolineato - dicono le associazioni e i sindacati - che quella dello spostamento in Mar Grande, è lontana dall’essere il superamento del problema. Piuttosto si tratta di una soluzione tampone, quindi necessariamente temporanea”. Per le associazioni, “va ripreso al più presto infatti il discorso delle bonifiche, tema centrale per il settore della pesca e della mitilicoltura, come per altri settori economici locali, ma anche semplicemente nell’interesse della comunità ionica. Sarà necessario quindi apprendere le attività che il Governo vorrà porre in essere in relazione agli interventi di bonifica del Mar Piccolo che, per le note carenze di fondi, sono state abbandonate”. “Va dunque in sede politica assolutamente riaperta la grande partita delle bonifiche, e vanno riavviati i preziosissimi lavori del Cis, fermo ormai da più di un anno”, rilevano le associazioni della pesca e della mitilicoltura e i sindacati dell’agroalimentare.

Letto 342 volte