Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5045)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

A causa delle avverse condizioni meteorologiche dovute alle forti raffiche di vento, dalle 17 di oggi e per tutta la giornata di domani 20 ottobre 2023resteranno chiusi i cimiteri cittadini “San Brunone” e “Santa Maria Porta del Cielo”, i giardini e i parchi pubblici. La cittadinanza è invitata a seguire tutte le misure precauzionali previste, per preservare la pubblica sicurezza e l’incolumità personale. Si raccomanda, quindi, l’adozione delle misure di autoprotezione previste dai protocolli di sicurezza del Comune. In particolare, in caso di vento molto forte, bisognerà prestare maggiore attenzione alla guida di autoveicoli e moderare la velocità, non sostare lungo viali alberati, evitare le zone dove sono presenti oggetti sospesi e mobili, prestare attenzione lungo le zone costiere ed evitare la sosta su moli e pontili, assicurare il fissaggio di tutto il materiale mobile su balconi e terrazzi e il corretto serraggio degli infissi. Ove dovessero verificarsi delle precipitazioni,…
Toccata e fuga per la Nave scuola Palinuro che ha lasciato Taranto con un giorno di anticipo. Giunta ieri sarebbe dovuta ripartire domani. E infatti per oggi erano state programmate visite che sono state annullate per \"esigenze operative\" come si apprende dal comunicato della Marina Militare. La Palinuro ha lasciato la città dei due mari per raggiungere Napoli e rientrare successivamente a La Spezia per una sosta lavori. Presto tornerà operativa in occasione della campagna d’istruzione 2024, anno in cui la goletta festeggerà 90 anni. Lu.Lo. 
La Polizia ha fermato a Taranto due persone per il ferimento di un ristoratore nel proprio locale alle porte della città avvenuto ieri sera. I due, che rispondono di tentato omicidio in concorso tra loro, sono stati rintracciati nella borgata di Talsano e portati in carcere. Hanno rispettivamente 45 e 37 anni ed hanno precedenti penali. Il primo é quello che si ritiene abbia sparato. Alla loro identificazione, gli agenti sono risaliti anche attraverso le telecamere di videosorveglianza. Nel ristorante sarebbe prima scoppiata una lite, poi uno dei due ha estratto una pistola ed ha fatto fuoco verso il proprietario del locale ferendolo ad una gamba. Quest’ultimo é stato trasportato in ospedale e sottoposto a intervento chirurgico. Sembrerebbe che il diverbio con il ristoratore sia legato a motivi inerenti la qualità del cibo servito e il costo del conto finale. Nel sopralluogo, poliziotti hanno rinvenuto all’interno del ristorante un bossolo…
 I Carabinieri hanno fermato per tentato omicidio l’uomo che nel pomeriggio di ieri ha accoltellato una donna di 48 anni a Martina Franca (Taranto). Si tratterebbe dell’ex marito della vittima, che lei stessa aveva indicato agli investigatori dopo l’accoltellamento. L’uomo, subito dopo il fatto, avvenuto in zona Carmine, era fuggito in auto. È stato rintracciato a Cisternino in provincia di Brindisi. I Carabinieri avevano subito concentrato le attenzioni su di lui dopo aver raccolto alcune testimonianze e visionato le immagini di telecamere di videosorveglianza della zona. Tra i due c’è stato un litigio, dopodiché l’uomo ha estratto un coltello e colpito al collo e al torace l’ex compagna, che è in ospedale a Taranto e non corre pericolo di vita. A dare l’allarme ieri sono stati alcuni passanti che avevano assistito alla lite. 
Il titolare di un ristorante della litoranea salentina è stato gambizzato stasera a Taranto. Il fatto è accaduto in un locale che è sulla strada che dal quartiere di Tramontone porta a Gandoli-Leporano in prossimità del mare. In tre sono hanno fatto irruzione nel locale ed uno ha fatto fuoco verso l’uomo che in quel momento era solo nel locale. Sono in corso le indagini. 
Il titolare di un ristorante della litoranea salentina è stato gambizzato stasera a Taranto. Il fatto è accaduto in un locale che è sulla strada che dal quartiere di Tramontone porta a Gandoli-Leporano in prossimità del mare. In tre sono hanno fatto irruzione nel locale ed uno ha fatto fuoco verso l’uomo che in quel momento era solo nel locale. Sono in corso le indagini. 
Una donna di 48 anni è stata accoltellata nel tardo pomeriggio di oggi a Martina Franca (Taranto). L’episodio è avvenuto in zona Carmine, nel centro del paese. A quanto pare ci sarebbe stato un violento litigio sfociato poi nell’accoltellamento della donna che ha riportato ferite al collo e al torace. L’aggressore è fuggito in auto ed ora è ricercato dai Carabinieri che hanno avviato le indagini. Sono stati alcuni passanti, allarmati dalle grida, ad allertare i militari che giunti sul posto hanno trovato la donna ferita. É stata trasportata in ospedale dal 118 in codice rosso ma non corre pericolo di vita.
La Procura della Repubblica di Tarantoindaga sulle emissioni di benzene da parte di Acciaierie d’Italia, ex Ilva. I Carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) sono stati nel siderurgico e al direttore, Vincenzo Di Mastromatteo, hanno notificato un provvedimento relativo all’acquisizione di documenti sul controllo degli impianti. La Procura - attraverso i sostituti Mariano Buccoliero e Francesco Ciardo - ipotizza i reati di inquinamento ambientale e getto pericoloso di cose. Il benzene è da mesi nel mirino. Sono state le autorità sanitarie e l’Arpa Puglia ad evidenziare al Comune di Taranto che le emissioni di questo composto chimico ritenuto cancerogeno sono in aumento da qualche tempo. E sebbene Acciaierie d’Italia non abbia sinora superato i valori soglia fissati dalla norma (5 microgrammi per metro cubo d’aria come media annuale), sono tuttavia gli incrementi del benzene e la particolarità della situazione ambientale di Taranto, già esposta a pressioni significative, a richiedere -…
La Guardia di Finanza ha eseguito a Taranto un provvedimento della Corte di Appello di Lecce, con la confisca definitiva di beni per circa 2,5 milioni di euro. Il provvedimento rappresenta l’epilogo indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Lecce, Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di un tarantino ritenuto “socialmente pericoloso” perché condannato, in via definitiva, per i reati di contrabbando di tabacchi lavorati esteri, detenzione illegale di armi clandestine, ricettazione e associazione di tipo mafioso. La persona in questione ricopre anche un ruolo di rilievo nella frangia tarantina dell’associazione di stampo mafioso “Sacra Corona Unita”, dedita all’usura, alle rapine, al contrabbando di tabacchi e al traffico di sostanze stupefacenti e caratterizzata dal controllo sociale del territorio e delle attività economiche insistenti. Gli introiti delle attività sarebbero stati quindi impiegati dalla persona in questione nell’acquisizione di beni e nella gestione di imprese, queste ultime intestate ai suoi più stretti familiari,…
Pagina 10 di 361