Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5087)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Cinquanta associazioni di Taranto hanno organizzato il corteo pubblico che questo pomeriggio si è snodato per le vie di Taranto. Una manifestazione pubblica con corteo per chiedere una seria riconversione economica dell intero territorio che parta dallo smantellamento degli impianti dell ex Ilva e dalla riqualificazione di tutti i lavoratori, che devono diventare i veri protagonisti della decontaminazione e della bonifica dell intera area industriale. A sfilare sono stati anche tanti bambini. Come in una comunità coesa- hanno sottolineato gli organizzatori-ognuno può essere quella goccia che formerà un’incredibile onda per il futuro sostenibile nostro, dei nostri figli e delle prossime generazioni”. Il corteo si è snodato da piazzale Bestat al parco archeologico delle Mura Greche. Tra i partecipanti anche il noto vignettista di satira politica vignettista Vauro che ha sfilato accanto al presidente di Peacelink Alessandro Marescotti. “Oggi - ha dichiarato Alessandro Marescotti dell’associazione ambientalista Peacelink - non è un…
Si chiama “LOnda del Futuro” la manifestazione organizzata dalle associazioni riunite di Taranto, a cui aderiscono 50 realtà associative del territorio jonico, cittadini, lavoratori e studenti, che domani, martedì 23 aprile, sfileranno per le vie della città per chiedere una seria riconversione economica dell intero territorio, che parta dallo smantellamento degli impianti dell ex Ilva e dalla riqualificazione di tutti i lavoratori che devono diventare i veri protagonisti della decontaminazione e della bonifica dell intera area industriale. Il corteo partirà dal piazzale Bestat alle ore 17;00 (ritrovo ore 16;30), capitanato da centinaia di bambini che impersoneranno gli abitanti del mare. Si arriverà al Parco archeologico delle Mura greche, dove i bambini verranno dirottati in uno spazio appositamente allestito per loro, con palloni e canestri, sotto la supervisione di istruttori e allenatori qualificati. Per i più grandi ci sarà la possibilità di assistere a interventi qualificati e intermezzi di musica dal…
Voto per fuori sede alle elezioni europee dell’8 e 9 luglio. Importante novità per favorire la possibilità di esercitare il diritto di voto anche per gli studenti che vivono fuori sede e non riescono a raggiungere i loro Comuni di residenza, sia per questioni economiche sia per questioni di studio. Gli studenti potranno esprimere la loro preferenza per i candidati in lista nel territorio della loro residenza, restando nella città in cui vivono e frequentano l’Università. Ecco come fare: ci si deve registrare entro il 5 maggio, compilando un modulo che va inviato via mail al proprio Comune di residenza Come si legge sul sito del ministero dell\'Interno La nuova modalità di voto, introdotta in forma sperimentale dall’articolo 1-ter del decreto-legge n. 7/2024, convertito dalla legge n. 38/2024, consentirà agli studenti domiciliati per un periodo di almeno tre mesi in un comune fuori dalla propria regione di residenza di votare:…
 È cominciato alle 10.15, con l’ingresso in aula della Corte d’Appello, il processo di secondo grado “Ambiente Svenduto”. L’accusa è rappresentata in aula dal procuratore generale Antonio Maruccia, dal pg Mario Baruffa e dai pubblici ministeri Remo Epifani, Raffaele Graziano e Giovanna Cannalire. Non è presente in aula l’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, mentre c’è l’ex presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido, che sono tra gli imputati. Oltre alle 39 persone fisiche, il processo riguarda anche 3 società. Si tratta del processo relativo al disastro ambientale contestato al gruppo industriale Riva con la precedente gestione dell’Ilva di Taranto. È il processo originato dai primi arresti e dal sequestro degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento di Taranto avvenuto a luglio del 2012. Oltre ai rappresentanti diretti di quella che anni fa era la proprietà dell’azienda, i fratelli Nicola e Fabio Riva, coinvolti anche diversi ex dirigenti e…
Undici medici sono indagati dalla Procura di Taranto per la morte di una 30enne di Ginosa deceduta il 28 marzo all\'ospedale Santissima Annunziata di Taranto dopo alcuni giorni di ricovero nel reparto Rianimazione. Il medico legale Alberto Tortorella eseguirá l’autopsia su incarico del pubblico ministero Marzia Castiglia, che ha disposto l’esame per individuare la reale causa del decesso e comprendere se vi siano o meno responsabilità penali dei medici che hanno avuto in cura la donna. Nei giorni precedenti alla morta, la 30enne si era sottoposta ad una spirometria, ma da lí il suo quadro clinico sarebbe peggiorato fino al decesso. 
Imputate 39 persone e 3 società, comincia domani mattina a Taranto il processo in Corte d’Appello “Ambiente Svenduto”. È il processo relativo al disastro ambientale contestato al gruppo industriale Riva con la precedente gestione dell’Ilva di Taranto. Il processo originato dai primi arresti e dal sequestro degli impianti dell’area a caldo dello stabilimento di Taranto avvenuto a luglio del 2012. Oltre ai rappresentanti diretti di quella che anni fa era la proprietà dell’azienda, i fratelli Nicola e Fabio Riva, coinvolti anche diversi ex dirigenti e manager dell’azienda ed ex amministratori pubblici, come l’ex presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l’ex presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido. Il processo di secondo grado arriva a quasi tre anni dalla conclusione del primo, che a maggio 2021 si chiuse con 26 condanne nei confronti dirigenti della fabbrica, manager e politici, per complessivi 270 anni di carcere. La Corte d\'Assise stabilì sia…
Un anziano di 84 anni è morto carbonizzato a causa di un incendio che si è sviluppato nel suo appartamento di San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto. In un primo momento, l’uomo era dato per disperso, poi è stato ritrovato senza vita disteso sul letto della sua camera. Per domare l’incendio, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Taranto. L’origine del rogo è in fase di accertamento. 
“Vedere dei ragazzi di 19-25 anni che decidono di giurare fedeltà al Paese, ti riempie di orgoglio ma anche di responsabilità. Il mio dramma è che tutti i giorni mi confronto con un mondo che cambia e non cambia in meglio negli ultimi mesi, per cui la loro scelta è una scelta che guardo con ancora più rispetto, perchè so chi si impegna adesso nelle forze armate, si impegna con più difficoltà di come si faceva 15-20 anni fa e di questo dobbiamo essere tutti consapevoli”. Lo ha detto oggi a Taranto il ministro della Difesa, Guido Crosetto, a margine della cerimonia di giuramento interforze Marina-Carabinieri. Crosetto ha poi affrontato il tema del rilancio delle forze armate. Più che più navi, servono “più persone, perchè avere le navi e non avere gli equipaggi, serve a poco”, ha detto oggi a Taranto il ministro della Difesa. E sulla revisione della legge…
Ha lasciato tutti senza parole l\' improvvisa e prematura scomparsa di Ada Mele, figura storica dell\' Arciragazzi di Taranto che ha lavorato con dedizione per il benessere dei bambini e ragazzi del capoluogo jonico. Con dolcezza e determinazione, ha portato avanti progetti e iniziative che avevano come unico grande scopo il benessere dell infanzia. Chi l\'ha conosciuta ora avverte un vuoto immenso, un vuoto personale ma anche per la città che non può più contare sulla sua impareggiabile opera. Ada ha avuto tre figli Roberto Luca e Arciragazzi ha detto don Franco Mitidieri nella sua omelia durante i funerali celebrati nella chiesa di San Francesco. Sui social si susseguono messaggi, ricordi, testimonianze di affetto e riconoscenza profondi. -Il circolo Arci di Crispiano in questo momento di lutto, si unisce al dolore dei suoi cari e ricorda il valore del lavoro di Ada, della sua passione e del suo impegno educativo…
Ancora un grave incidente sulla statale 100 Taranto-Bari all’altezza di Mottola, nel Tarantino. In località San Basilio c’é stato nel pomeriggio un incidente tra un’auto e un camion nel quale hanno perso la vita una donna e un bambino di 12 anni. La donna potrebbe essere la madre del piccolo. Un uomo, forse il padre del 12enne, è in ospedale in gravi condizioni. La dinamica dell’incidente è ancora da ricostruire. I carabinieri della compagnia di Massafra si stanno occupando dell’incidente. Sul posto anche Vigili del Fuoco e 118. Lo scorso 17 marzo, ad alcuni chilometri dal luogo del sinistro di oggi, avevano perso la vita un ragazzo di 32 anni e due ragazze di 26 e 23 anni. C’erano stati anche tre feriti: un 50enne, sua moglie e il loro figlio. Le persone decedute viaggiavano tutte a bordo della stessa auto che all altezza di Mottola si è scontrata con…
Pagina 1 di 364