Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cultura, Spettacoli & Società
Cultura, Spettacoli & Società

Cultura, Spettacoli & Società (1014)

Quattro appuntamenti - tre opere e un concerto - ed un programma sinfonico; formazione per i giovani musicisti e cantanti del territorio e programmi per far avvicinare all’opera i bambini, i ragazzi e le famiglie. Il Taranto Opera Festival torna nel capoluogo ionico con il programma della stagione invernale 2023-2024. Nel Salone degli Specchi di Palazzo di Città, a Taranto, si è svolta la conferenza di presentazione del cartellone. Il festival dedicato all’opera lirica, presente in maniera costante a Taranto, è organizzato dall’Associazione musicale Domenico Savino di Taranto, attiva da dieci anni sul territorio, con il patrocinio del Comune di Taranto e il sostegno di alcuni partner, tra questi la BCC Banca Bari e Taranto presieduta da Lelio Miro. La stagione operistica invernale comprende: Rigoletto, opera lirica in tre atti di Giuseppe Verdi, il 20 dicembre; La Cenerentola, dramma giocoso di Gioacchino Rossini, il 20 gennaio 2024; l’Elisir D’Amore, opera…
Un primo assaggio del nuovo album, un nuovo modo di vedere l’amore, meno convenzionale e più vero. Max Gazzè, questa sera lunedì 4 dicembre alle ore 21.00, sbarca al Teatro Fusco con la sua tournée “Amor Fabulas – Preludio”, in quello che si preannuncia come un appuntamento unico all’interno dello straordinario palinsesto musicale messo a punto dallo storico teatro tarantino in collaborazione con l’Amministrazione comunale, e con il supporto del Teatro Pubblico Pugliese. «Accogliamo un artista che ci ha sempre abituato a musica di alta qualità – le parole dell’assessore allo Spettacolo del Comune di Taranto, Fabiano Marti –, soprattutto per la sua capacità di parlarci attraverso stili e sonorità sempre nuove ed eclettiche. Max Gazzè è l’ennesimo fiore all’occhiello di questa stagione musicale, siamo certi che il pubblico rimarrà incantato da questo concerto». Dal passato al futuro, passando per un presente poliedrico e ricco di stimoli: in “Amor Fabulas…
C\\\'è anche Antonio Diodato tra i big che si esibiranno nell\\\'edizione 2024 del Festival di Sanremo. <A febbraio partecipo a una grande festa> scrive l\\\'artista sulla sua pagina Facebook. E\\\' un momento felice e creativo per il musicista che ha colto più che nel segno con La mia terra, canzone scritta per l\\\'opera prima del regista Michele Riondino Palazzina Laf, il sui confinati dell\\\'Ilva di Taranto dal 30 novembre nelle sale. Tornando a Sanremo, Amadeus che quest\\\'anno sarà affiancato da Lorella Cuccarini, Giorgia e Teresa Mannino, ha presentato la lista dei big di cui oltre a Diodato fanno parte: Fiorella Mannoia, Geolier, Dargen D’Amico, Emma, Fred De Palma, Angelina Mango, La Sad, Il Tre, Renga & Nek, Sangiovanni, Alfa,Il Volo, Alessandra Amoroso, Gazzelle, Negramaro, Irama, Rose Villain, Mahmood, Loredana Bertè,The Kolors, Big Mama, Ghali, Annalisa, Mr. Rain, Maninni, Ricchi & Poveri. Un gruppo di artisti, trasversale, tra vecchie glorie, giovani…
Nella lontana e fredda Lapponia ogni anno Babbo Natale, aiutato dai suoi elfi, legge milioni di letterine che i bambini di tutti il mondo gli affidano... Gli amici dell’Associazione Pulsano d\'A mare, hanno pensato di ridurre, almeno per un po\', le distanze tra la nostra realtà e la lontanissima Lapponia, dando vita a un luogo magico, in cui Babbo Natale e i suoi aiutanti elfi prepareranno minuziosamente ogni regalo, cercando di realizzare i desideri di tutti i più piccoli. \" Il Natale delle Meraviglie\" ideato dall\' Ass.ne Pulsano d\'A mare con il patrocinio del Comune di Pulsano, nell\' ambito dell\' evento \" Natale con Noi\", giunto alla sua ottava edizione, anche quest\' anno, sarà tra le più attese iniziative natalizie della comunità pulsanese. Allestito nelle suggestive sale del Castello De Falconibus di Pulsano, un originale fabbrica di Babbo Natale in cartapesta, accoglierà i bambini con le loro famiglie, rendendoli protagonisti…
Si è chiusa la seconda edizione della manifestazione organizzata da Armamaxa e Comune di Crispiano. Il corto inglese “The Stupid Boy” è stato premiato come miglior film di finzione, il portoghese “Ice Merchants” vince tra quelli di animazione. I direttori artistici: “Questo festival è importante per la comunità” Si è conclusa fra applausi scroscianti e i sorrisi sinceri dei tanti ragazzi presenti al cinema teatro comunale di Crispiano la seconda edizione del Be Green Film Festival, la manifestazione che dal 23 al 25 novembre ha portato nel paese delle Cento Masserie (e da quest’anno anche a Ceglie Messapica) il meglio dei cortometraggi internazionali incentrati sulle tematiche legate all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Il festival è organizzato da Armamaxa e Comune di Crispiano, all’interno di Apulia Cinefestival Network 2023 (iniziativa realizzata da Regione Puglia, Apulia Film Commission e AReT PugliaPromozione), con il sostegno della Fondazione Banco di Napoli e dell’assessorato alla…
Una compagnia teatrale nata 45 anni fa alla fine dei «rivoluzionari» anni Settanta, ostinata a operare in una città del Sud difficile come Taranto, dominata dallo stabilimento siderurgico ex Italsider, ex Ilva, ex ArcelorMittal, ora Acciaierie d’Italia. È il Crest, la cui vicenda narrata nel libro «Un teatro sotto le ciminiere» (Titivillus) dal saggista e critico teatrale Massimo Marino, tarantino trapiantato a Bologna, docente al Dams di Bari e premio speciale Ubu 2022 per il suo volume su Giuliano Scabia, ha ispirato una serie di incontri che si sono svolti nella giornata di ieri all’Auditorium TaTà, al quartiere Tamburi. Partendo dal libro di Marino, è stata raccontata l’esperienza del Crest in periferia per la quale la compagnia presieduta da Clara Cottino ha appena ricevuto a Torino un premio speciale dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro. Della vicenda Crest si è parlato, dalle ore 10 alle 13, durante un incontro condotto…
di Luisa Campatelli <Ha avuto coraggio Michele Riondino a mettere le mani su una realtà che nessuno vuole toccare> Giovanni mercoledì non ha voluto perdere l anteprima di Palazzina Laf, al Savoia Cityplex di Taranto. Lavorava all Ilva Giovanni, ne è uscito a 49 anni. Era giovanissimo quando entrò nella più grande acciaieria d Europa e quel fabbricato scorticato e con le erbacce davanti non se lo dimentica. <Io una volta li vidi quelli della Palazzina Laf, passando, ma non riuscivo a guardarli, stavano lì, seduti, con le mani in mano, dietro una scrivania vuota, spogliati di tutto, mi sentii male>. L opera prima di Michele Riondino è un film che ti commuove e che ti fa incazzare. A Taranto, dove è ambientato, dove risiede la ferita, ancora di più. Perché ci fa vedere come siamo, con quale mostruosità abbiamo a che fare, a chi abbiamo dato l anima, scambiando…
di Luisa Campatelli <Ha avuto coraggio Michele Riondino a mettere le mani su una realtà che nessuno vuole toccare> Giovanni faceva il sindacalista, mercoledì non ha voluto perdere l anteprima di Palazzina Laf, al Savoia Cityplex di Taranto. Lavorava all Ilva Giovanni, ne è uscito a 49 anni. Era giovanissimo quando entrò nella più grande acciaieria d Europa e quel fabbricato scorticato e con le erbacce davanti non se lo dimentica. <Io una volta li vidi quelli della Palazzina Laf, passando, ma non riuscivo a guardarli, stavano lì, seduti, con le mani in mano, dietro una scrivania vuota, spogliati di tutto, mi sentii male>. L opera prima di Michele Riondino è un film che commuove e che fa arrabbiare. A Taranto, dove è ambientato, dove risiede la ferita, ancora di più. Perché ci fa vedere come siamo, con quale mostruosità abbiamo a che fare, a chi abbiamo dato l anima,…
Dopo l’ottimo debutto dello scorso anno, è iniziato ieri per proseguire fino al 25 il Be Green Film Festival, la seconda edizione della manifestazione organizzata da Armamaxa e Comune di Crispiano, con il supporto di Regione Puglia, Apulia Film Commission e ARET PugliaPromozione e il sostegno della Fondazione Banco di Napoli e l’assessorato alla Cultura e Ambiente del Comune di Ceglie Messapica. La kermesse cinematografica, che intreccia la visione di film a incontri con personaggi illustri e workshop, quest’anno si è tenuta il primo giorno a Ceglie Messapica e gli altri due a Crispiano. Tutte le serate sono a ingresso libero con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma Eventbrite (https://www.eventbrite.com/cc/be-green-film-festival-ediz-2023-2780709). Il festival ha uno sguardo privilegiato sulle giovani generazioni e vuole esplorare il ‘green’ in tutte le sue accezioni. Partendo dall’ambiente, tema cardine della prima edizione, Be Green ha lo scopo di abbracciare le tematiche legate alla sostenibilità, sociale ed economica, e…
Nella settimana che celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, e che quest’anno più che mai sentiamo tutti in maniera particolare, a seguito dell’efferato delitto, che ha visto la scomparsa della giovanissima Giulia Cecchettin, in procinto di laurearsi, Venerdì 24 novembre 2023, dalle ore 9,30, alle ore 11,30, nella Conference Hall del Comprensivo Martellotta avrò luogo “Don’t touch …her”, con annesso contest teatrale “Il teatro ti salva”. Sull’attivismo contro la violenza di genere, i cosiddetti \'16 Days Campaign \', la campagna 16 giorni di attivismo contro la violenza di genere che viene sostenuta da cittadini e organizzazioni in tutto il mondo per promuovere la prevenzione e l\'eliminazione della violenza contro le donne e le ragazze, la Martellotta ha orientato parte dei suoi programmi didattici. Un progetto, che per sua natura, è stato rivolto ai discenti della scuola media, in particolare delle classi terze, più vicini a quella…
Pagina 6 di 73