Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Sanità, Sociale & Salute (medicina)
Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (501)

L’ ASL Taranto informa che Giovedì 3 marzo 2022, è previsto un Open day Novavax ad accesso libero, senza prenotazione. Tutti i cittadini che non sono ancora stati vaccinati contro il SARS-CoV-2 e intendono ricevere la somministrazione del ciclo di base con il nuovo prodotto vaccinale ricombinante adiuvato di NOVAVAX (NUVAXOVID) potranno richiedere, senza necessità di prenotazione, la prima dose di vaccino nell'hub vaccinale. La somministrazione avverrà presso l'hub Arsenale della Marina Militare di Taranto come detto giovedì 3 marzo dalle ore 9 alle ore 17. Si precisa che il vaccino NUVAXOVID può essere somministrato a partire dai 18 anni di età e prevede il completamento di una schedula vaccinale di due dosi a distanza di almeno 21 giorni l’una dall’altra. Restando in tema vaccinale ecco il calendario delle sedute vaccinali dedicate ai bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, negli hub vaccinali di Taranto e provincia. Gli…
La ASL di Taranto ha diffuso il calendario delle sedute vaccinali anti-covid PEDIATRICHE organizzate negli hub vaccinali di Taranto e provincia, dedicate ai bambini di età compresa tra 5 e 11 anni per la settimana in corso nella settimana che va dal 7 al 12 febbraio. Gli orari di apertura di seguito sono dedicati ESCLUSIVAMENTE alle vaccinazioni pediatriche e l’accesso è possibile SOLO su prenotazione (AD ECCEZIONE degli eventi per i quali è esplicitamente indicato l'accesso libero) Ginosa: giovedì 10 febbraio, dalle 14 alle 18; Grottaglie: giovedì 10 febbraio, dalle 14 alle 18; Manduria: mercoledì 9 febbraio, dalle 14 alle 18; Martina Franca: martedì 8 febbraio, dalle 14 alle 18; Massafra: lunedì 7 febbraio, dalle 14 alle 18; SVAM a Taranto: da lunedì 7 a giovedì 10 febbraio, dalle 14 alle 18; Porte dello Jonio: sabato 12 febbraio, dalle 9 alle 13 (accesso in auto) - OPEN DAY PEDIATRICO SENZA…
Un medico e un collaboratore scolastico sono stati denunciati dai carabinieri per falso ideologico, falso materiale e truffa. In un controllo dedicato al green pass in un istituto scolastico di Manduria (Taranto), i militari dell'Arma hanno scoperto che un collaboratore scolastico, residente nella provincia di Lecce, svolgeva regolarmente il suo lavoro con l’esibizione di un certificato di esenzione dall’obbligo vaccinale rilasciato dalla Asl di Lecce. Il documento, però, ha insospettito i carabinieri in quanto non riconducibile in maniera chiara all’autorità sanitaria. Dagli accertamenti eseguiti all'azienda sanitaria, è emerso che il collaboratore scolastico, probabilmente grazie a un medico vaccinatore compiacente, si era procurato un falso certificato. Il medico, a sua volta, ha rilasciato il certificato, non presente negli archivi Asl, senza alcuna preventiva e necessaria valutazione anamnesica. 
La Puglia è la Regione più vaccinata d’Italia ed è sul podio anche in Europa. A stabilirlo i dati diffusi da Agenas, l’agenzia nazionale per la valutazione e il monitoraggio dei servizi sanitari erogati dalle Regioni, che analizzano i livelli di copertura raggiunti nella campagna vaccinale contro il Covid. Come si evince dal report, con l’86,66 % della popolazione generale che ha ricevuto almeno una dose di vaccino, la Puglia conferma il primato a livello nazionale (media italiana 83,71%), e conquista la terza posizione in Europa, immediatamente dopo Malta e Portogallo. “Questo risultato è frutto di un grande lavoro di squadra – ha commentato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano - e, soprattutto, del senso di responsabilità e della partecipazione dei pugliesi”.
La ASL di Taranto comunica che ha avuto grande successo per la prima sera dell’iniziativa “La notte è giovane”, dedicata alla vaccinazione dei ragazzi dai 12 ai 19 anni . Ieri l’evento si è svolto negli hub di Martina Franca e Porte dello Jonio a Taranto 659 ragazzi e ragazze (210 a Martina e 449 a Taranto) hanno ricevuto il vaccino anti-covid dalle 20 alla mezzanotte. Stasera, nella stessa fascia oraria, saranno operativi gli hub di Ginosa, Manduria e Porte dello Jonio
È stato sottoscritto tra Regione e sindacati dei medici di medicina generale un accordo che gestirà diversamente la presa in carico dei cittadini positivi al Covid e consentirà di sbloccare le quarantene in maniera automatica. Fino all’11 gennaio, tutti i pazienti positivi continueranno ad essere seguiti dal Dipartimento di Prevenzione delle Asl e riceveranno da queste l’appuntamento per il tampone di guarigione. ‼️
Sono cominciate le prime somministrazioni in Puglia della pillola anti Covid. Cinque sono i pazienti positivi che hanno ricevuto finora il nuovo farmaco antivirale: uno a Bari, due ad Altamura, e altri due a Foggia. Tutti sono pazienti fragili contagiati da poco e con sintomi moderati legati alla infezione da Covid 19 che con la nuova terapia potranno evitare l’ospedalizzazione. Questa mattina un’altra consegna ad Altamura per un paziente positivo di 50 anni, affetto da obesità e broncopatia acuta, preso in carico dalle Usca della ASL di Bari. “Siamo sempre all’avanguardia non solo nelle vaccinazioni e nel potenziamento della rete ospedaliera, ma anche nel cogliere immediatamente ogni novità scientifica che ci offra la possibilità di ridurre i rischi per i pazienti positivi e, indirettamente, di abbassare la pressione sugli ospedali”, sottolinea il presidente della Regione, Michele Emiliano. Dopo il via libera di Aifa, il 30 dicembre 2021, è partito anche…
Per l’emergenza Covid che ha provocato la perdita di molti posti di lavoro precari, a Taranto le domande arrivate al Comune per i buoni spesa alimentari si sono triplicate nel 2021 rispetto al 2020. Sono infatti circa 9.000 a fronte delle poco più di 3.000 del 2020; sono quasi state completate le istruttorie per accedere al buono e circa 2000 domande dovrebbero essere respinte a causa di irregolarità. Il dato è fornito dal gruppo 'Una città per cambiare'. “Nonostante siano moltiplicate le richieste, grazie al lavoro della Direzione Servizi Sociali, sono stati individuati ulteriori fondi da destinare alle fasce più deboli della popolazione, consentendo di mantenere quasi invariata la somma erogata rispetto allo scorso anno. Già dalla seconda metà di gennaio si dovrebbe concludere l'iter per l'assegnazione del buono”, si legge in una nota. 
Nelle ultime 24ore la copertura vaccinale Covid per la fascia pediatrica 5-11 in Puglia – dove si vaccina con il metodo “scuola per scuola” risultava del 22.2%, ovvero la più alta in Italia, contro una media nazionale dell’11.9%. La copertura per la III dose era al 44% (+4.5% rispetto alla media nazionale). Sono comunque aperte le prenotazioni per tutte le fasce d’età previste tramite il sito lapugliativaccina, il sistema delle farmacie Farmacup e il numero verde regionale 800 713931. La campagna vaccinale nei bambini a Bari e in provincia vola a quote altissime. Bari città, in particolare - con il 31% di copertura con prima dose dei 5-11 anni- è la città con i dati migliori a livello nazionale La copertura dei più piccoli con le prime somministrazioni di vaccino anti Covid è in aumento anche nel territorio provinciale attestandosi al 28%. Aumenta la protezione di questa fascia di età…
 Circa 1.500 famiglie tra Brindisi (circa 600) e Taranto (circa 900) rischiano a breve lo sfratto. Lo denuncia il Sicet, il sindacato inquilini della Cisl, che parla di sfratti decisi dai Tribunali “a fronte di una morosità incolpevole che, causa pandemia, nella stragrande maggioranza dei casi è stata dovuta alla minore capacità reddituali”. Il Sicet Cisl ricorda di aver chiesto tempo “il blocco degli sfratti, conquistando una specifica misura che l’allora governo Conte adottò nel pieno del primo periodo pcandemico, sebbene nella totale assenza di strumenti che avrebbero potuto e dovuto governare un’emergenza non inattesa, attraverso la graduazione delle esecuzioni”. “Auspichiamo che sulla questione - spiega segretario Massimo Caliandro - venga insediata una task force presso le Prefetture di Taranto e di Brindisi, con la partecipazione anche dei sindacati degli inquilini, proprio perché il periodo natalizio e delle festività di fine anno non possono né devono far passare sotto silenzio…
Pagina 5 di 36