Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Sanità, Sociale & Salute (medicina)
Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (562)

Si rivolge ai rappresentanti istituzionali del territorio presenti in Parlamento il Consigliere Francesco Laddomada, che continua a sostenere con ogni mezzo e a ogni livello politico -istituzionale il mantenimento e il riconoscimento del Servizio di trasporto oncologico in provincia di Taranto e non solo. Un Servizio – come altri di Assistenza Territoriale e Domiciliare - capace di fornire, ai malati oncologici nello specifico, un supporto efficace e prezioso. “Inviare una nota ai nostri parlamentari – afferma il Consigliere Laddomada – si è reso necessario e opportuno anche a causa della gestione poco efficace della Asl di Taranto su questo delicatissimo argomento. A partire dal dato di fatto che solo parte delle risorse stanziate per il Servizio sono state utilizzate, mi chiedo a cosa servano gli sforzi che quotidianamente si producono a livello regionale, se poi a livello locale non si è in grado di utilizzare al meglio le risorse già…
E' cominciato il 23 gennaio, il Piano di abbattimento delle liste di attesa, programma regionale che mira a garantire la diagnosi in tempi rapidi, promosso dall'Assessorato al Welfare e alle Politiche della salute della Regione Puglia. "L'adesione dei medici, dei tecnici e degli infermieri è importante - dice Elena Gentile, Assessore al Welfare e ed alle Politiche della Salute della Regione Puglia - siamo sicuri che su tutto il territorio regionale otterremo risultati importanti in termini di riduzione dei tempi di attesa". "Stiamo mettendo in campo tutti gli strumenti e le forze a nostra disposizione - continua Elena Gentile - entro la fine del mese di gennaio il Piano di abbattimento delle liste di Attesa sarà operativo su tutto il territorio regionale. Questa è la dimostrazione che anche nelle regioni del Sud (e nonostante le limitazioni imposte dal piano di rientro) riusciamo mettere in campo forze e impegno per migliorare…
Il consigliere regionale Francesco Laddomada ha scritto una nota ai dirigenti dell’Asl di Taranto a “sostegno della prosecuzione del Servizio di Trasporto oncologico, nel rispetto di quanto stabilito dalla Legge di Bilancio 2013 con lo stanziamento di euro 650.000 per il completamento temporale del Progetto Ares Puglia”. “Si tratta di un Servizio socio-assistenziale – sostiene Laddomada - estremamente importante per la tutela dei malati oncologici che si trovano in una condizione di particolare fragilità, aggravata spesso dal disagio di dover gestire da soli la malattia. Un Servizio, dunque, che merita di essere adeguatamente riconosciuto. “Ritengo opportuno sottolineare – spiega il consigliere - che il predetto Servizio è stato attivato in maniera incompleta e diseguale nell’ambito del territorio provinciale, tanto da apportare disagi, sia agli operatori che agli ammalati, i quali lamentano, di fatto, un ‘boicottaggio’ dell’iniziativa, voluta dalla Regione Puglia”. Il consigliere Laddomada conclude chiedendo alla Dirigenza Asl di Taranto…
Gli allarmi lanciati in questi giorni da piu parti sullo stato in cui versa la delicata e complessa struttura dell’Oncologia dell’ospedale Moscati, ripropongono le sofferenze complessive della sanità nel territorio jonico. Gli allarmi, le denunce, le richieste si infrangono contro il muro della ragione economica che ha sacrificato in questo territorio posti letto ma anche e, soprattutto, personale. Tutto. Medici, infermieri, tecnici, personale di supporto. Nonostante fosse chiaro a tutti la debolezza di questo territorio che partiva già in condizioni di svantaggio rispetto ad una dotazione organica mai adeguata alle reali necessità. Non bastano le deroghe al piano di rientro. Occorre altro. Occorre quella rete di servizi sul territorio, ancora debolissima a fronte del taglio subito dagli ospedali. Occorrono apparecchiature. Ma tutto questo e anche gli screening gratuiti – se pure qualcuno riterrà opportuno e necessario una strategia di questo tipo – o l’allungamento orario per fare gli esami in…
"Per un anno abbiamo sentito parlare di Aia, impianti, tecnologie, esigenze produttive. Ora è il momento che nella vertenza Ilva di Taranto diventino centrale i più importanti e trascurati degli elementi in gioco: le vite dei tarantini, con i loro diritti esistenziali e sanitari". Lo afferma Luciano Pisanello, tarantino e responsabile organizzativo nazionale dell'Italia dei Valori. "E' intollerabile che Taranto sia in cima alle preoccupazioni della politica quando si tratta di calcolare quanto strategica sia la sua area industriale rispetto al Pil nazionale, ma i suoi abitanti scompaiano quando invece si tratta di affrontare e sanare un disastro ambientale e sanitario. E' una delle ragioni per le quali tra qualche settimana il nostro segretario nazionale, Ignazio Messina, istituirà in riva allo Jonio un "presidio di legalità". Secondo l'Italia dei Valori insomma bisogna vigilare affinchè questa terra conosca davvero Giustizia. Esige risorse concrete, interventi reali - dice Pisanello - Penso, ad…
Ieri l’Ospedale San Giuseppe Moscati di Taranto è stato, ancora una volta, teatro dell’incuria e dell’abbandono politico perpetrato dal Governo Vendola. La mia massima solidarietà e stima va al personale tutto del reparto di Oncologia dello Ospedale San Giuseppe Moscati, ottimamente diretto dal Primario Dott. Salvatore Pisconti, per gli sforzi che fa quotidianamente per fronteggiare le sempre più numerose richieste di cure oncologiche dei tarantini. Al di là dei dati scientifici di diversa fonte e della querelle sulla loro interpretazione, nel nostro Territorio è ormai diffusa la percezione che, con il passare del tempo, vada via via crescendo il numero di persone affette da patologie tumorali la cui età media sta purtroppo diminuendo. A Taranto siamo di fronte a una vera emergenza sanitaria il cui tenore aumenta di giorno in giorno: se ne accorti tutti, persino il Ministro della Salute Beatrice Lorenzini recentemente in visita nella nostra città; solo a…
Al Direttore Generale dell’ ASL Taranto Dott. Vito Fabrizio Scattaglia Viale Virgilio, 31 74121 TARANTO direttore Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. OGGETTO: Assistenza di base pediatrica a Marina di Ginosa. Egregio Direttore, come noto ogni bambino sin dalla nascita deve avere il suo pediatra per poter accedere a tutti i servizi e le prestazione garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale compresi nei livelli essenziali di assistenza. A proposito di questo sono ad esprimere tutto il mio disappunto riguardo l’assenza sul territorio di Marina di Ginosa del servizio in oggetto: dopo la dipartita del Dott. Lamola (sostituito per un breve periodo dalla Dott.ssa Russo) le famiglie dei pazienti pediatrici sono costrette ad “emigrare” per vedersi riconosciuto un diritto fondamentale sancito dall’articolo 32 della Carta Costituzionale. Nella speranza di ricevere, a stretto giro di tempo, notizie circa l’assegnazione di uno specialista in pediatria a Marina di Ginosa, La saluto cordialmente. Il Sindaco Dott. Vito De Palma
Il consigliere regionale di Forza Italia, Pietro Lospinuso, ha rivolto al Presidente della Regione e all'assessore alle Politiche della salute una interrogazione a risposta scritta nella cui premessa ha evidenziato che “sono sempre crescenti i disagi, e le conseguenti proteste, dei cittadini ginosini per le mancate e/o parziali prestazioni erogate, in regime ambulatoriale, dall’unica struttura operante sul territorio per le analisi di Patologia Clinica, denominata “Laboratorio di Analisi Ginosino” insistente a Ginosa e Marina di Ginosa ed accreditata dall’ASL Taranto. Tale situazione è dovuta ai pesanti tagli nel budget che tale laboratorio ha subito negli anni ad opera della ASL di Taranto, come si evince dal seguente prospetto riepilogativo dei tetti di spesa assegnati dal 2006 ad oggi": ANNO TETTO DI SPESA ANNUO 2006 € 438.778,44 2007 € 373.706,88 2008 € 373.706,88 2009 € 373.706,88 2010 € 207.285,17 2011 € 241.478,71 2012 € 211.861,87 2013 Provvisorio Definitivo € 180.483,10 €…
Nell’ambito dell’attività di reperimento di finanziamenti pubblici svolta dall’Amministrazione Comunale di Ginosa per la realizzazione di servizi ed opere a favore della comunità ginosina e marinese un altro importante obiettivo è stato raggiunto dall’Amministrazione De Palma. Infatti, con nota del 26 novembre il GAL “I luoghi del Mito” ha comunicato al Comune di Ginosa l’ottenimento di un finanziamento pari a 102 mila euro circa per l’acquisto di un pullmino che sarà utilizzato per raggiungere le strutture educative e didattiche presenti nel territorio rurale di Ginosa e Marina di Ginosa. Il finanziamento è stato accordato dal GAL, di cui fa parte il Comune di Ginosa, ente fondatore dello stesso, che aveva pubblicato un bando per la realizzazione del Piano di Sviluppo Locale, i cui fondi erano previsti nel Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia per il periodo 2007/2013. “Con questo finanziamento –ha detto il Sindaco di Ginosa, il dott. Vito…
“Con atto deliberativo della G.R. n. 104 del 23 gennaio 2012, la Regione Puglia si defilava dalla Fondazione San Raffaele sancendo la contestuale volontà da parte del governo regionale di costruire a Taranto un nuovo plesso ospedaliero d’eccellenza. Dopo circa due anni l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale di Taranto è condizionato dalla sottoscrizione dell'Accordo di programma Quadro Rafforzato che dovrebbe concretizzarsi alla fine del corrente mese, mentre il documento sullo studio di fattibilità dell'ospedale di Taranto sarà sottoposto al Nucleo di Valutazione regionale. Mi preme ricordare che Taranto è ultima nella graduatoria regionale che stima il rapporto tra posti letto e abitanti, a causa della chiusura degli ospedali di Massafra e Mottola. Al danno ambientale e sanitario che sta ancora patendo un’intera città assieme alla sua provincia si aggiungerebbe la beffa per un impegno politico circa la costruzione del S. Cataldo adempiuto con grave ritardo. Non intendo trattare…
Pagina 38 di 41