Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Sanità, Sociale & Salute (medicina)
Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (555)

Anche a Taranto somministrazione della terza dose di vaccino al via. Nel presidio istituito dalla Asl presso l’Arsenale MM si procede a ritmo spedito per evitare le conseguenze della quarta ondata di Covid e scongiurare quindi situazioni di emergenza. 
Oggi, 5 novembre 2021, ricorrerà il genetliaco di mons. Guglielmo Motolese, Fondatore della Cittadella della Carità e presidente della struttura sino alla sua nascita in cielo nel 2005. Don Guglielmo sarà ricordato nelle SS.Messe della Concattedrale Gran Madre di Dio delle ore 7.15 e 18.30. Nell’anno dei 50 anni di vita della Chiesa progettata da Giò Ponti, mentre è in corso una mostra fotografica su questa data importante, chi vorrà potrà salutare mons. Motolese e pregare sulla sua tomba che, per sua scelta, si trova proprio all’interno della Chiesa.
Anche quest’anno ad ottobre- novembre tornano i mesi dedicati alla prevenzione del tumore al seno e alla ricerca sul cancro. L’agenzia Fideuram Private Banker di Taranto offre il suo fattivo contributo proponendo, nell’ambito delle varie iniziative tese a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tumore al seno e la ricerca sul cancro, di illuminare di rosa, colore simbolo della lotta contro il tumore, parte dell’ufficio dei Private Banker sito in Piazza Giovanni XXIII n. 24. L’intento è quello di dare un segno visivo e suggestivo “dei riflettori tenuti sempre accesi sulle azioni di salvaguardia della salute femminile”.
 In Puglia, a partire da oggi pomeriggio, le persone nate prima del 31 dicembre 1961 (over 60) possono prenotare la terza dose di richiamo del vaccino anti-Covid purché siano passati almeno sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale. “La dose di richiamo – ha dichiarato l’assessore regionale alla Sanità Pier Luigi Lopalco - è importante per rafforzare la protezione data dalla vaccinazione e prolungarne l’effetto nel tempo. Il coronavirus circolerà ancora a lungo: meglio essere protetti contro un virus così insidioso”. La prenotazione può avvenire tramite la piattaforma regionale “La Puglia ti vaccina”, gli sportelli del Centro unico prenotazioni e le farmacie accreditate al servizio FarmaCUP. È possibile ricevere la dose aggiuntiva anche presentandosi, senza prenotazione, in una delle sedi vaccinali pugliesi nelle giornate e negli orari indicati in calendario.
Acciaierie d’Italia, ex Ilva, ha raggiunto oggi a Taranto un accordo con i sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm. L'intesa prevede che l’azienda siderurgica, in seguito delle richieste fatte al tavolo dalle tre sigle metalmeccaniche, si renda disponibile a eseguire i tamponi gratuiti per i lavoratori che non sono risultano momentaneamente vaccinati. I test saranno effettuati in laboratori e farmacie convenzionate che saranno comunicati alle sigle sindacali nelle prossime ore. I dipendenti diretti del sito di Taranto sono 8.200 ma lo stabilimento è attualmente interessato da cassa integrazione massima partita il 27 settembre per un numero massimo medio settimanale di 3.500 addetti. 
 L’emergenza in cui versa la sanità a Taranto e i problemi del pronto soccorso sono stati affrontati oggi nel Consiglio regionale della Puglia. Ci sarà un’audizione specifica in commissione Sanità. La riunione si svolgerà il 20 settembre con gli interventi dell’assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco, il direttore del dipartimento regionale Politiche della salute, Vito Montanaro, e il direttore generale dell’Asl Taranto, Stefano Rossi. “Credo che non ci sia un solo consigliere in quest’aula - ha detto oggi Vincenzo di Gregorio, consigliere regionale Pd - che ogni giorno non riceva telefonate di persone che lamentano attese di 12, 13, 18 ore al pronto soccorso di Taranto”. Secondo di Gregorio questa situazione “ha raggiunto toni drammatici, una vera e propria battaglia che i cittadini combattono quotidianamente. Non si possono costringere anziani, donne, uomini, giovani e meno giovani ad attese così prolungate. Va trovata una soluzione che consenta una gestione più rapida dei…
Monitoraggio settimanale epidemia Coronavirus in Italia Monitoraggio settimanale dell’epidemia da Covid-19 in Italia a cura del Dott. Luca Fusaro: dati aggiornati al 24 agosto 2021 ore 17:00 (dati monitoraggio epidemia) e al 25 agosto 2021 ore 06:12 (dati vaccini). Il monitoraggio, nella settimana 18-24 agosto, rileva un ulteriore aumento dei nuovi casi (+4,3%) e degli indicatori ospedalieri: +16,2% di pazienti ricoverati in area medica, +19,1% nelle terapie intensive. L’occupazione dei posti letto è del 7,1% in area medica e del 5,7% in terapia intensiva. Continuano a salire anche i decessi (+45,6%). Vaccini: l’83,3% degli over 50 ha completato il ciclo vaccinale (n. 22.750.580) e l’87,3% ha ricevuto almeno una dose (n. 23.832.936). Il trend dei nuovi casi è in crescita per la 7ᵃ settimana consecutiva: 45.251 i contagi segnalati (+4,3%). Aumentano gli attualmente positivi da 129.116 a 135.325 (+4,8%). Dal picco del 28 marzo si è passati da 573.235 a…
Si è svolto ieri a Taranto il primo Open Day per la vaccinazione dei ragazzi 12-18 anni che aderiscono alla campagna “A scuola in sicurezza” lanciato da Asl Taranto. L’evento si è tenuto presso il centro commerciale “Porte dello Jonio”, operativo dalle 18 alle 24, accessibile in modalità drive through. Il secondo appuntamento sarà il 27 agosto. Circa l’accesso alla campagna vaccinale per la popolazione studentesca, Asl Taranto spiega che “possono ricevere la prima dose le ragazze e i ragazzi che abbiano almeno 12 anni compiuti nel giorno di somministrazione della prima dose.“L’adesione ai due Open Day - rileva Asl Taranto - può avvenire sia ad accesso libero (fino a esaurimento delle scorte vaccinali) sia su prenotazione tramite i canali ordinari”. "Da lunedi la nostra attenzione si concentrerà sulla platea degli studenti che chiameremo a vaccinarsi uno a uno. Partiamo già con dati incoraggianti: nella fascia dei pugliesi di 12-19…
Ecco il grafico, realizzato dal dott.Luca Fusaro e aggiornato al 19 agosto ore 06:11, riguardante le dosi somministrate ogni 100.000 abitanti. E' questo il grafico, e non il rapporto dosi somministrate su dosi consegnate, che dimostra la reale efficienza e velocità delle regioni nella somministrazione vaccinale. Al primo posto la Lombardia con 132.753 somministrazioni ogni 100.000 abitanti, all'ultimo la Provincia Autonoma di Bolzano con 110.485.
Pagina 11 di 40