Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Sanità, Sociale & Salute (medicina)
Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (501)

Le dosi di vaccino anticovid somministrate sino ad oggi in Puglia sono 1.072.194. Sono l'82,9 gli over80 vaccinati con prima dose (il 50,4% con seconda dose), mentre il 45% le persone d'età compresa tra i 70-79 anni. Nella Asl di Bari sono partite oggi le prime vaccinazioni domiciliari per i pazienti fragilissimi, affetti da patologie degenerative come Sma, Sla, tetraparesi spastica neonatale e da allergie importanti. Intanto, proseguono le vaccinazioni negli hub di popolazione impegnati oggi principalmente con la somministrazione delle seconde dosi. Sono 6593 le vaccinazioni eseguite nelle ultime 24 ore, di cui 5659 prime dosi, 934 seconde. Prosegue anche la campagna vaccinale a cura della Unità di Medicina penitenziaria per detenuti e polizia penitenziaria nelle carceri di Bari, Turi e Altamura dove finora sono stati somministrati circa 1148 vaccini tra prime e seconde dosi. Sono in corso in queste ore le consegne del vaccino Moderna per i Medici…
Presentate oggi, ed accolte all'unanimità, due mozioni durante il question time del consiglio comunale di Taranto di Ingrid Iaci La Consigliera provinciale di Parità, l'avvocato Gina Lupo, nel suo ruolo anche di consigliera comunale di Taranto, ha presentato questa mattina nel corso dell'assise cittadina, due mozioni che sono state accolte all'unanimità. La prima riguarda la toponomastica al femminile, una iniziativa che serve per restituire voce e visibilità alle donne italiane, con un particolare riguardo per quelle di terra ionica, che hanno contribuito a migliorare la società in tutti i campi. Anna Fougez, Maria d'Enghien, a livello locale, piuttosto che Rachel Louise Carson, fondatrice del movimento ambientalista, Laura Bassi, tra le prime donne al mondo a ottenere una cattedra universitaria e una delle prime donne laureate d'Italia o Nilde Iotti che si è battuta per la parità tra coniugi e il riconoscimento dei figli fuori dal matrimonio, sono solo alcuni esempi…
 Sale al 49% l'occupazione dei posti di letto di Terapia intensiva Covid negli ospedali della Puglia, nei quali sono ricoverati 286 pazienti in Rianimazione. La Puglia è dunque molto al di sopra del limite del 30% individuata come critica dal ministero della Salute. L'occupazione dei posti di Area medica (con 1888 pazienti) arriva invece al 50%, laddove la soglia di criticità è fissata al 40%. I dati sono quelli dell'Agenas e della Protezione civile. 
Ecco i centri vaccinali del comune di Taranto saranno aperti nella settimana dal 19 al 24 aprile nei seguenti giorni e orari: ▪️Scuola Volontari dell’Aeronautica Militare - via Mario Rondinelli 26: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 ▪️PalaRicciardi - via Golfo di Taranto: dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00 ▪️Istituto Comprensivo "Renato Moro", plesso Moro - via Umbria 261: dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 17:00 Resta confermato l’appuntamento per chi ha effettuato l’adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, che avrà un accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmati. L’accesso verrà scaglionato a orario, così come riportato sulla prenotazione. Ulteriori informazioni saranno comunicate dal Dipartimento di Prevenzione dell'Asl di Taranto. Per tutti sarà necessario portare con sé un documento d’identità e la tessera sanitaria.
Anche oggi in nel centro commerciale alla periferia di Taranto, 'Le porte dello Ionio', ex Auchan, avverranno le vaccinazioni anti Covid senza prenotazioni. Lo annuncia Asl Taranto. I residenti a Taranto e provincia dalle 8 alle 20, con accesso libero, potranno vaccinarsi nell’area parcheggio del centro commerciale predisposta per l’iniziativa. In particolare, oggi potranno accedere le persone con età compresa tra i 69 e i 79 anni, nate quindi tra il 1942 e il 1952. E' la prima volta che nel Tarantino un’area esterna di un centro commerciale è adibita alle vaccinazioni. L’accesso, spiega Asl Taranto, “non richiede prenotazione ed è riservato a cittadini che non si trovano in condizione di estrema vulnerabilità o con diversabilità grave. Il vaccino che sarà somministrato è AstraZeneca (Vaxzevria) fino ad esaurimento delle disponibilità giornaliere delle dosi. Saranno operative tre postazioni vaccinali in modalità drive-through”. Quindi, “chi desidera vaccinarsi approfittando di questa iniziativa, la…
“Siamo a un punto di svolta perché da oggi parte l’appello a tutta la popolazione. Abbiamo vaccinato finora determinate categorie, ora si procede per età e questa settimana ci concentreremo sui 70enni”. Lo ha detto stamattina l’assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco, a proposito dell’avvio di due nuovi centri vaccinali nel Tarantino. Uno a Taranto, nella scuola volontari dell’Aeronautica Militare, allestito in collaborazione con la base Nato di Taranto, e uno a Grottaglie (Taranto) nel palazzetto dello sport. Quest’ultima struttura già oggi pomeriggio sarà attiva, permettendo la vaccinazione delle persone che hanno già accettato la propria prenotazione e, come da indicazioni generali, anche i nati nel 1942 senza prenotazione. Nella Scuola dell’Aeronautica Militare, invece, medici e infermieri, militari e civili, somministreranno il vaccino anti Covid ai cittadini con l’obiettivo di accelerare. A proposito del vaccino Astrazeneca, Lopalco oggi ha detto a Taranto che “il vaccino di elezione…
Da domani, lunedì 12 aprile, verranno vaccinati negli hub della Puglia tutti i cittadini pugliesi senza fragilità di 79 anni (nati nel 1942); martedì 13 aprile la vaccinazione sarà aperta alla fascia dei 78 anni (nati nel 1943). Fino ad esaurimento dei vaccini disponibili. Inoltre, "in conformità con l'ordinanza n.6 del Commissario straordinario per l'emergenza Covid19, poiché la capacità di vaccinazione degli hub vaccinali è risultata superiore alle adesioni della fascia dei 79 anni già in programma, si è reso necessario sollecitare le Asl a procedere al riempimento degli slot di ogni singolo hub vaccinale”, hanno specificato dalla Regione Puglia. Chi ha già confermato l'adesione sul sistema “La Puglia ti vaccina”, avrà accesso prioritario nei giorni e nella fascia oraria programmata. “Sarà però consentita parallelamente la vaccinazione con Astrazeneca a tutti coloro compresi nella fascia di età tra 79 ai 60 anni che non hanno avuto ancora possibilità di prenotarsi,…
 Chi ha già effettuato la prima dose del vaccino Astrazeneca riceverà la seconda dose della stessa tipologia: è questo l’orientamento della Regione Puglia anche dopo che l’Ema ha indicato come sia preferibile che quel tipo di vaccino venga inoculato a over60. Per il momento sembra confermato che forze dell’ordine, insegnanti e caregiver - che sono stati vaccinati con Astrazeneca - riceveranno la seconda dose. Contestualmente sarà avviato l’utilizzo per persone con età superiore ai 60 anni. L’obiettivo delle Asl pugliesi per questa settimana è completare la vaccinazione degli over80 e dei pazienti oncologici mentre restano ancora privi di copertura molti altri pazienti fragili. Non è un caso che 25 associazioni che riuniscono persone affette da malattie rare abbiano scritto alla Federazione Medici Medicina Generale Puglia, alla Societa Italiana Pediatria Puglia e alla Federazione Italiana Medici pediatri “per sapere quanti pazienti fra malati rari e ad alta complessità di cura e…
"Quello che importa è non tenere le dosi in frigorifero, bisogna usarle tutte. Mi raccomando, svuotate i frigoriferi e vaccinate tutti, con la priorità naturalmente per i fragili". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, durante tre incontri in videoconferenza con oltre 300 medici di medicina generale della Bat, Lecce e Brindisi. Il presidente ha detto ai professionisti che "per accelerare la campagna vaccinale serve il contributo fondamentale, diagnostico e di vicinanza, dei medici di base che meglio di noi riconoscono le fragilità dei propri assistiti. Serve uno sforzo intenso anche per le vaccinazioni a domicilio dove le aspettative devono essere assolutamente soddisfatte". Questo è il momento in cui bisogna essere "in sintonia, per saldare il sistema della medicina territoriale. Occorre azzerare le distanze con le Asl e aggiustare giorno per giorno tutto ciò che ci impedisce di dare risposte ai nostri concittadini – ha concluso Emiliano…
Pronti alle denunce penali se “nei prossimi giorni dovesse verificarsi un’ulteriore riduzione dei livelli essenziali di assistenza nelle Terapie intensive regionali”: così i sindacati della dirigenza medica pugliese chiedono alla Regione Puglia una serie di correttivi nella gestione dell’emergenza Covid e, soprattutto, del piano ospedaliero, nella convinzione che sia necessario trovare anestesisti rianimatori che vadano a supporto di quelli attualmente in servizio e impegnati in super lavoro, alla luce dell'aumento dei posti letto in Rianimazione. Il documento è firmato da Anaao Assomed, Aaroi Emac, Cimo, Fassid, Fed Med Cisl, Fp Cgil Medici, Fmv, Fesmed, Uil Fpl Medici e indirizzato anche al ministero della Salute e alla Protezione civile nazionale, ai quali viene chiesto di “farsi carico della sempre più grave situazione assistenziale pugliese” e affiancare la Regione “nel reclutamento di personale specializzato o, in secondo ordine, specializzando in anestesia e rianimazione, anche da altre regioni o dall’estero”. Per i sindacati,…
Pagina 10 di 36