Scuola, Università & Formazione

Scuola, Università & Formazione (346)

Ieri sera, con un’ordinanza, il sindaco di Palagianello (Taranto), Maria Rosaria Borracci, ha chiuso tutte le scuole a causa del Covid-19 da lunedì prossimo e fino al 3 dicembre. E' il numero di contagi da coronavirus e viste alcune positività emerse nelle scorse ore anche tra i docenti dell’istituto comprensivo Marconi ad aver spinto il sindaco a questa decisione. “L’invito, formulato a tutti i genitori - dichiara Borracci - è quello di vigilare sui propri figli, evitando che si riversino in strada o in piazza Giovanni Paolo II. In questo momento estremamente delicato per la nostra comunità, serve coesione, unità e massima collaborazione". 
“Dona un libro alla nostra scuola!” L’Istituto Comprensivo “Galileo Galilei” quest’anno aderisce alla campagna #ioleggoperché, la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura! Da sabato 21 a domenica 29 novembre 2020, nelle librerie gemellate con la scuola sarà possibile acquistare libri da donare ai bambini dell’infanzia e della primaria e ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado di Città Vecchia e Tamburi. Le librerie gemellate con noi sono Libreria Dickens Via Mezzetti 17 Taranto Ciurma Libreria per bambini Via Regina Elena 26 Taranto Ubik Via Nitti 27 Taranto Mondadori Bookstore Taranto Via Per San Giorgio, C/O C.C. Porte Dello Jonio - Taranto Al termine della raccolta anche gli Editori contribuiranno con un numero di libri pari alla donazione nazionale complessiva. #ioleggoperché 2020 sarà “a prova di Covid-19”: per agevolare le donazioni in questo anno particolare, sarà possibile anche acquistare a distanza. Tutte le librerie consentono anche l’acquisto a…
La scuola continua ad essere bersaglio del Coronavirus a Taranto. L’ultimo caso si sarebbe verificato nella media Ugo Foscolo di Talsano. A risultare positiva al test sarebbe una docente. Come in questi casi la ASL avrebbe arrivato tutte le misure del caso, chiusura della scuola per consentire le operazioni di santificazione, ricostruzione dei contatti avuti dall’insegnante e quarantena per chi ha avuto contatti con lei. Proprio la scuola media è stata ed è tuttora al centro di uno “scontro“ a distanza tra Governo e Regione Puglia. Dopo l’ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, il nuovi DCPM ha disposto che scuole dell’infanzia e medie restassero aperte. Scuole aperte anche in Puglia ma con facoltà da parte dei genitori di decidere se far proseguire ai figli la Didattica a distanza. Sulla materia si è registrato anche il pronunciamento del TAR Puglia che ha respinto il ricorso…
Il Tar Puglia ha respinto il ricorso del Codacons Lecce e di due gruppi di genitori salentini contro l’ordinanza con cui la Regione Puglia il 28 ottobre aveva chiuso le scuole. Tale provvedimento è stato di fatto superato dall’ordinanza regionale del 6 novembre, che riapre le scuole elementari e medie, ma dà la possibilità di svolgere su richiesta la didattica a distanza. L’ordinanza del 28 ottobre, con cui il governatore pugliese Michele Emiliano aveva disposto la chiusura delle scuole elementari e medie, è stata superata da quella del 6 novembre con cui (dopo la sospensione cautelare della precedente) gli istituti sono stati riaperti, con possibilità per le famiglie di richiedere la didattica a distanza (Dad). La prima ordinanza regionale è stata superata dalla seconda, che non è stata formalmente impugnata: è questo il motivo per cui il Tar Puglia ha respinto il ricorso. Gli istituti elementari e medi sono, di…
“I dirigenti scolastici non devono frettolosamente e perentoriamente evadere dalle responsabilità dell'ordinanza regionale, richiamando tutti alla didattica in presenza già da domani”. Lo dichiara il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, intervenendo sulla querelle scoppiata in Puglia a seguito dell’ordinanza del governatore regionale Michele Emiliano. Per il sindaco di Taranto, “occorre prudenza e un grande sforzo operativo, il Covid-19 sta riempiendo le corsie dei nostri ospedali. Aumentano i decessi - dice il sindaco Melucci -, la situazione non va presa alla leggera, e per chi decide di rientrare a scuola il rispetto delle regole deve essere ancora più stringente”. “Per la scuola è in vigore una ordinanza regionale" afferma ancora il sindaco di Taranto che chiede di “garantire massima flessibilità a tutti”. “Siamo vicini a tutti i nostri dirigenti scolastici in questo momento così complesso - dice il sindaco di Taranto - e intendiamo rafforzare il nostro supporto tecnico-organizzativo, per colmare…
 Due Tar della stessa regione decidono, nella stessa giornata e sulla stessa ordinanza, prendendo provvedimenti opposti. Il caso, probabilmente un unicum nella storia recente del diritto amministrativo, è accaduto in Puglia, dove il Tar Bari ha sospeso l’ordinanza della Regione che il 28 ottobre ha chiuso le scuole (tranne gli asili) fino al 24 novembre, mentre il Tar Lecce (sezione distaccata dello stesso Tribunale) l’ha ritenuta legittima. Di fronte alle due pronunce opposte si pone un problema di ottemperanza, che la Regione probabilmente supererà in parte con una nuova ordinanza sulla scuola attesa in queste ore, come preannunciato ieri ai dirigenti scolastici dal presidente Michele Emiliano. Resta, però, il paradosso dei due tribunali che si sono occupati della stessa questione, decidendo in maniera diversa. Paradosso che in realtà è reso possibile dalle peculiarità del Codice del processo amministrativo, nel quale non vale il principio del precedente e anche una stessa…
“Se le condizioni epidemiologiche non peggiorano riapriremo nei prossimi giorni le scuole iniziando dalle scuole elementari”. Lo ha detto in una intervista a Radionorba Notizie l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, assessore regionale alla Sanità. “Quando abbiamo preso la decisione di avviare la didattica a distanza – ha spiegato Lopalco – avevamo detto che si trattava di una misura provvisoria, adesso dobbiamo valutare come andrà la curva epidemiologica, che aveva dato segnali preoccupanti proprio in quella fascia di età, e come far rientrare gli alunni a scuola. Ovviamente la nostra priorità è per le scuole elementari, perché la didattica a distanza è meno efficace e perché comporta molti disagi alle famiglie che devono accudire i bambini piccoli a casa". "Ci stiamo focalizzando su questo- ha aggiunto Lopalco - e stiamo cercando con i pediatri e la medicina territoriale di accelerare la distribuzione dei tamponi rapidi, distribuzione che abbiamo già iniziato, voi immaginate si…
Non abbiamo tolto la scuola ai ragazzi, abbiamo solo detto ad alcune scuole di organizzarsi con la dad per qualche settimana". L'epidemiologo e assessore alla Sanità della regione Puglia, Pierluigi Lopalco, si difende dalle accuse e rilancia. "A questo punto - dice in un'intervista a Sky Tg24 - le vacanze estive sono un danno irreparabile per l'educazione dei ragazzi? Queste giornata di assenza da scuola si recupereranno a dicembre, accorceremo le vacanze di Natale, siamo in una situazione di emergenza, che non durerà una vita ma poche settimane. Dobbiamo fare di tutto perchè duri poche settimane".
 "La didattica a distanza la prenderei come ultima ratio. Dovremmo dimostrare che la scuola si stia dimostrando da amplificatore del virus e questa evidenza non la abbiamo": lo ha detto l'epidemiologo Pier Luigi Lopalco, assessore alla Sanità in pectore della Regione Puglia a a Timeline, su Sky TG24. "Cluster interscolastici ce ne sono stati pochissimi - ha aggiunto - Nella provincia di Bari, su 25 scuole toccate dal virus soltanto in una si è creato un piccolo cluster, le altre erano solo casi singoli. La scuola è stata cartina al tornasole di un contagio intrafamiliare. Ragioniamo bene prima di prendere decisioni e mandare gli alunni a casa”.
 Il presidente della Camera di Commercio di Taranto, Luigi Sportelli, ha consegnato ieri, nella Prefettura di Taranto, al premier Giuseppe Conte il "Manifesto per l'autonomia dell'Università di Taranto". Il documento, con il quale è richiesta l'attivazione di un accordo di programma per raggiungere l'autonomia dell'Università a Taranto entro il prossimo triennio, nasce dall'iniziativa della Camera di Commercio di Taranto ed è stato sottoscritto il 9 ottobre da Comune Taranto, Provincia di Taranto, associazioni delle categorie economiche e comitato unitario permanente degli Ordini e dei collegi professionali di Taranto. “La vera esigenza - si legge nel documento - è quella di avere la certezza che l’Università di Taranto sia autonoma. Ciò rappresenterebbe, infatti, il salto di qualità non solo per l’interruzione della ‘fuga’ di giovani ed il conseguente miglioramento del capitale umano, ma soprattutto perché essa - si rileva nel documento - si qualificherebbe quale sviluppatore urbano ed eccezionale polo di…
Pagina 1 di 25