Sanità, Sociale & Salute (medicina)

Sanità, Sociale & Salute (medicina) (188)

A fronte di “episodi di violenza agli operatori sanitari della Asl Taranto”, è necessaria l’”attivazione di misure anti aggressioni”. Lo chiede all’Asl e ai sindaci la Cisl Funzione pubblica. “Il fenomeno della violenza nei confronti del personale sanitario, tristemente noto, nell’ultimo periodo ha registrato un sensibile aumento di casi denunciati - dice il sindacato -. La Cisl Fp ritiene che il problema non sia valutato con l’attenzione che merita, malgrado sia un fenomeno endemico, che si manifesta in tutti gli ambiti sanitari anche della provincia tarantina”. Per il sindacato, “é di tutta evidenza, che un’azienda”, l’Asl appunto, “vocata al benessere fisico, psichico e sociale dei cittadini, non puó essere dispensata dal garantire questo ai propri dipendenti”. La Cisl “ritiene di avviare da subito un tavolo specifico con la Asl Taranto per spingere sull'attuazione di modelli organizzativi univoci in Azienda, partendo dai punti che di norma sono più esposti: pronto soccorso,…
 Lo stallo in cui si trova da molto tempo il progetto relativo alla costruzione del nuovo ospedale di Taranto, San Cataldo, e lo stato più generale della sanità pubblica, sono stati al centro di un incontro che oggi il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, ha avuto con una delegazione di cittadini e di rappresentanti. “Nella discussione - specifica il Comune di Taranto - è emersa la preoccupazione di tutte le parti per l’incertezza che i fatti giudiziari stanno recando intorno al cronoprogramma del cantiere del nuovo ospedale San Cataldo. Incertezza che induce ad una rinnovata e robusta riflessione su come dare sollievo ai cittadini ionici, magari attraverso una deroga temporanea al decreto ministeriale 70/2015 del dicastero competente, che potrebbe far parte degli argomenti del redigendo decreto legge Taranto”. Si annuncia a tal proposito che “di questo e di altri dettagli sul tema il sindaco avrà modo di approfondire presto con…
Con l’arrivo del freddo massima attenzione ai senza fissa dimora. L’amministrazione comunale apre il centro accoglienza di Via Orsini al quartiere Tamburi. In tanti troveranno un pasto caldo e riparo nel dormitorio e nelle mense della Caritas o nei centri di accoglienza, molti altri preferiranno cavarsela da soli. Saranno garantiti coperte, tute, scarpe, abbigliamento intimo, prodotti per igiene personale. Al fine di aiutare i senza tetto, già da tempo, sono attivi diversi servizi: la mensa della Chiesa Pio X, nell’omonima Piazza, a partire dalle ore 18.00; l’unità mobile della Croce Rossa, formata da operatori specializzati a cui si aggiungono operatori sociali e sanitari che lavorano per fornire coperte e vivande a chi è senza riparo, garantendo inoltre assistenza medica e supporto psicologico; i volontari dell’associazione Bethel, che pure si occupano di distribuire cibo e bevande calde durante i giorni più freddi. Queste due realtà daranno le informazioni ai senza fissa…
 Le associazioni Genitori tarantini, Comitato Quartiere Tamburi, Aps LiberiAmo Taranto, Donne e Futuro per Taranto libera chiedono un incontro al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulle questioni della sanità a Taranto. “La criticità più insopportabile - affermano le associazioni rivolgendosi al governatore della Regione Puglia - riguarda i malati di cancro. Nel 2018, le esenzioni 048 erogate dalla Asl di Taranto sono state 1248, il 32% in più rispetto al 2009, con un trend in crescita. Questi pazienti - si afferma - sono seguiti nel cronico dai medici di medicina generale con monitoraggi stretti e visite ravvicinate, spesso domiciliari, a causa dei pesanti effetti collaterali delle terapie seguite (tossicità cardiaca, effetti sul midollo osseo, vomito e anoressia, sindromi paraneoplastiche, ecc). Se, come accertato, non ci dovesse essere un adeguato ricambio, i pazienti tarantini rischiano di non avere accesso ai Lea (Livelli essenziali di assistenza)”. Altro tema sollevato dalle associazioni…
Secondo il presidente Nume non si può prescindere dalla Valutazione integrata dell’impatto ambientale e sanitario Critiche dell’Ordine dei medici di Taranto alla bozza del decreto legge relativo al “Cantiere Taranto” annunciato dal premier Giuseppe Conte e il cui varo è previsto per gennaio. “Prendiamo atto - afferma il presidente dell’Ordine, Cosimo Nume - che nella bozza del decreto legge “Cantiere Taranto“ manca tuttora l’impegno a corredare con una Viias”, si tratta della Valutazione integrata ambientale e sanitaria, “la proposta industriale per il progettato rilancio produttivo del polo siderurgico di Taranto Questo strumento - sostiene l’Ordine dei medici -, che rappresenta l’unica garanzia della assenza di impatto sulla salute dell’attività produttiva, è il segno che questa comunità attende per vedere una discontinuità nell’azione governativa rispetto al passato e la volontà di risolvere il conflitto tra il diritto alla vita e quello al lavoro”. “Ribadendo che nessun tipo di produzione industriale può…
L’aiuto economico di tantissime persone di tutta Italia sta facendo crescere Oncoematologia Pediatrica a Taranto. A poche ore dall’intitolazione a Nadia Toffa del reparto dell’ospedale Santissima Annunziata, intitolazione che avverrà stamattina - presente la famiglia della popolare conduttrice della trasmissione “Le Iene” scomparsa lo scorso agosto -, arriva un altra buona notizia. La trasmissione “Piazza Pulita”, condotta da Corrado Formigli, ha lanciato ieri sera una raccolta fondi, tramite sms e donazione su un numero telefonico ed un conto corrente dedicati, per finanziare la borsa di studio finalizzata all’arrivo di un nuovo medico nel reparto di Taranto. Già alle prime battute della raccolta, intitolata “Un medico per i bambini di Taranto”, sono arrivati 110 mila euro. I fondi, è stato spiegato in trasmissione da Damiano Rizzi di SoleTerre onlus, verranno gestiti dalla stessa onlus che prenderà contatto con le Università italiane e individuerà il medico specializzando da mandare a Taranto. Il…
- “ All’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, una donna di 42 anni, della provincia di Taranto, affetta da tumore al fegato con metastasi, è stata sottoposta ad una innovativa metodica di cura presso l’Unità Complessa di Medicina Nucleare. Lo annuncia Asl Taranto, specificando che si tratta della prima paziente in Puglia sottoposta a questo trattamento con un radiofarmaco disponibile nella regione solo da maggio scorso e somministrabile solo in alcuni centri regionali (per ora Taranto e Barletta). La metodica, afferma Asl Taranto, si chiama Radioterapia metabolica (PRRT Peptide Radio Receptorial Therapy) e può essere effettuata a pazienti con carcinomi neuroendocrini gastro-entero-pancreatici (NET-GEP) ben differenziati (G1 e G2) progressivi, non asportabili o metastatici, positivi ai recettori della somatostatina. A maggio il reparto di Medicina Nucleare di Taranto è stato indicato dalla Regione Puglia come una delle sedi regionali in cui è possibile la somministrazione di questa nuova metodica per la cura…
Si svolgerà domani, venerdì alle ore 10, nell’auditorium del padiglione Vinci dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, la cerimonia di intitolazione del nuovo reparto di Oncoematologia pediatrica a Nadia Toffa, giornalista e conduttrice televisiva scomparsa lo scorso agosto. Lo conferma la Regione Puglia. Cittadina onoraria di Taranto e autrice di numerosi servizi televisivi sulla situazione ambientale della città, Nadia Toffa è stata anche testimonial della campagna di vendita solidale delle magliette con la scritta “Ie jesche pacce pe te” (“io esco pazzo per te”) attraverso la quale fu raccolta la somma di oltre 500mila euro destinata a rafforzare il reparto di Oncoematologia pediatrica. Alla cerimonia interverranno il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, la famiglia di Nadia Toffa, il sindaco Rinaldo Melucci, il presidente della Provincia Giovanni Gugliotti, il direttore generale dell’Asl Stefano Rossi, il primario del reparto Valerio Cecinati, la promotrice della raccolta firme per l’intitolazione Alessandra Marotta. Ci sarà…
 Masseria Fruttirossi organizza un convegno scientifico sulle straordinarie proprietà salutistiche e nutraceutiche della melagrana Sono ormai note le straordinarie proprietà organolettiche e nutraceutiche della spremuta di melagrana, ricca di vitamine e sali minerali preziosi per l’organismo; eccezionale energizzante naturale, grazie all’elevata concentrazione dei flavonidi protegge le cellule dai danni ossidativi e ha una importante azione antinfiammatoria, contribuendo così a prevenire il declino cognitivo e le patologie degenerative. Recenti ricerche, inoltre, si sono soffermate sull’azione antitumorale derivante dall’elevata concentrazione nella melagrana dell’acido ellagico, una sostanza che indurrebbe la morte delle cellule cancerose, in particolare inibirebbe il moto delle cellule tumorali, oltre ad azzerarne la diffusione. Per approfondire questi aspetti Masseria Fruttirossi, l’innovativa azienda agritech di Castellaneta Marina, principale produttore italiano di melograno, organizza il convegno scientifico “Coltiviamo centenari. Dalle buone pratiche in agricoltura, alla sana alimentazione, agli stili di vita corretti e alla prevenzione: potenzialità di sviluppo economico e sociale”. L’evento,…
È quasi un richiamo all’ordine, un perentorio invito a non unirsi al coro di chi, anche per il ruolo che ricopre, in questa lacerante vertenza tarantina continua a dare priorità a lavoro e produzione omettendo di parlare di salute e ambiente, quello che i Genitori Tarantini rivolgono al ministro della Salute Roberto Speranza. La sua difesa dello stabilimento proprio non è piaciuta a chi da lui si aspettava tutt’altro. Ecco il testo della lettera sottoscritta da Assicuazioni e cittadini. Dottor Roberto Speranza, lei ha ultimamente dichiarato: “Siamo al fianco dei lavoratori e non possiamo permettere in alcun modo la chiusura dell’Ilva e non possiamo neanche permettere lo spegnimento dell’altoforno”, aggiungendo che “l’acciaieria di Taranto è troppo importante per il Paese. Lì non si gioca soltanto una partita di quel territorio, ma è una grande questione nazionale. L’Italia deve continuare a investire sulla vocazione industriale. Il diritto alla salute e il…
Pagina 1 di 14