Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cultura, Spettacoli & Società

Ospite della BCC San Marzano e Libreria Ubik. L’ex Presidente del Consiglio presentera’ il suo ultimo libro “La sfida impopulista”.

 

 

Giovedì 14 Marzo ore 17.30 nella prestigiosa Aula Magna del Dipartimento Jonico dell'Università degli Studi di Bari a Taranto, la BCC San Marzano in collaborazione con la Libreria Ubik ospita l’incontro con l'autore Paolo Gentiloni, nell'ambito delle iniziative a sostegno dell'arte e della cultura. 


L’ex presidente del Consiglio presenta il suo ultimo libro esito da Rizzoli “La sfida impopulista” in cui  ripercorre la sua stagione di governo - l'arrivo a Palazzo Chigi dopo la sconfitta del referendum, i rapporti con i leader mondiali, la crisi sociale e quella delle banche, la fine dell'epoca d'oro della globalizzazione e le tensioni in Europa, il terrorismo e l'emergenza migratoria. 

Attraverso le tappe decisive della sua esperienza da premier, Gentiloni cerca di spiegare cosa è cambiato nello scenario italiano degli ultimi anni con uno sguardo verso il futuro. 

Insieme all’autore dialogheranno Domenico Castellaneta, caporedattore di Repubblica Bari ed Emanuele di Palma, direttore generale BCC San Marzano. 

L'evento è organizzato in collaborazione con la Libreria Ubik e con il patrocinio dell'Università degli Studi di Bari – Dipartimento Jonico in "Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: Società, Ambiente, Culture". 

Taranto (Taranto) – Università degli Studi di Bari -  Via Duomo 259 - ore 18:30 - Ingresso libero con possibilità di riservare il posto a sedere registrandosi sul sito www.bccsanmarzano.it Infoline: 099/9577410 - 3481532197

La nuova commedia, nelle sale dal 24 gennaio , è interpretata da 

Diego Abatantuono e Vincenzo Salemme

 

Il Gruppo CAFFO 1915 presenta l’operazione di Product Placement realizzata per il nuovo film diretto da Francesco Miccichè intitolato Compromessi Sposi, che vede protagonisti i campioni della risata Diego Abatantuono e Vincenzo Salemme, è uscita nelle sale giovedì 24 gennaio

Il filmprodotto da Camaleo, che ha curato anche l’attività di Product Placement, è distribuito da Vision Distribution e mette in scena la storica avversione tra due poli opposti della penisola, Nord e Sud, inuna moderna versione dell’osteggiato matrimonio tra i famosi personaggi letterari Giulietta e Romeo.

Il fulcro da cui ha origine il gruppo aziendale CAFFO è rappresentato da Distilleria F.lli Cafforealtà imprenditoriale che nasce nel 1915 per volere di Giuseppe Caffo, Mastro Distillatore, dando vita a una realtà imprenditoriale arrivata oggi alla quarta generazione e che negli anni ha scalato, nella sua categoria, i mercati nazionali ed esteri conun’ampia gamma di liquori e distillati che rappresentano l’italianità. Un successo nazionale ed internazionale, infatti, il Gruppo CAFFO 1915 è presente con proprie controllate che si occupano della commercializzazione delle proprie specialità liquoristicheanche in Germania e negli USA. Il cuore della produzione del gruppo, però, resta radicato in Italia, con la storica distilleria Calabrese dove si produce il Vecchio Amaro del Capo , la BORSCI S.MARZANO 1840 di Taranto in Puglia e le Antiche Distillerie Friulane riunite che producono ottime grappe in provincia di Udine.

L’operazione di Product Placement riconferma l’attenzione del gruppo CAFFO alle produzioni cinematografiche nazionali ed è realizzataall’interno della commedia “Compromessi Sposi” puntando sulle due etichette "regine" indiscusse del mercato dei liquori e dei distillati e appartenenti entrambe al GRUPPO CAFFO 1915:

Vecchio Amaro del Capoliquore di 29 erbe di Calabria, leader di mercato liquori e numero uno delle vendite, tra gli amari d’erbe, all’interno del circuito della grande distribuzione organizzata;
Elisir S.Marzano Borscistorico e iconico liquore della tradizione italiana fin dal 1840, noto per il suo gusto inconfondibile e la sua versatilità di utilizzo cui ha affiancato altre referenze in bottiglia che allietano i protagonisti in diversi momenti. Tra questi la birra biondaMount LionLiquorice CAFFO, Vecchia Grappa Caffo, Nocino del Monte Poro, Red Bitter, Limoncino dell’Isola.

Oltre alla collaborazione legata all’attività di Product Placement, che la vede protagonista in più scene di momenti eclatanti della storia del film, CAFFO è stato anche sponsor della première del film che si è tenuto a Roma in occasione della sua uscita

Abbiamo scelto di collaborare a questo film perché riteniamo importante sostenere le produzioni cinematografiche nazionali, soprattutto le commedie come questa che grazie alla qualità del suo cast entrerà nel cuore e nelle case delle famiglie Italiane, dove i nostri prodotti principali Vecchio Amaro del Capo ed Elisir Borsci S. Marzano non possono mancare in quanto parte della tradizione del nostro paese” – afferma Sebastiano Caffo, CEO del Gruppo Caffo1915.

Con questa operazione si afferma la rilevanza strategica delle operazioni di Product Placement, che costituisconouna forma di finanziamento estremamente importante per il cinema italiano e un’opportunità sempre più interessante per le aziende.

 

 

Clara Cottino, presidente e direttore artistico del Crest, ha vinto il "Premio Corriere di Taranto 2018: Donne di Taranto", riconoscimento voluto e ideato dalla Fondazione Oro6 per il sociale e dal CorrierediTaranto.it. La cerimonia di proclamazione e premiazione si è tenuta ieri nella Galleria Comunale del Castello Aragonese. «Il “Premio Corriere di Taranto - Votiamo Taranto, quella che rinasce”, a scadenza biennale, ha lo scopo di individuare e premiare coloro i quali hanno portato in alto con dedizione il nome della nostra città e del nostro territorio; tutti coloro che giorno dopo giorno, con il proprio impegno, hanno contribuito alla sua rinascita. Anche questa volta, sono stati, appunto, i lettori, i cittadini, ad esprimere la propria preferenza». 

 

Il giornalista presenta il suo lavoro editoriale Giovedì 24 Gennaio ore 18.30, nella Sala Auditorium della Banca a Grottaglie (Via Messapia Ang.Via Emilia). 

Il vice direttore del Corriere della Sera presenta il suo ultimo libro edito da Marsilio “Prove tecniche di resurrezione. Come riprendersi la propria vita”. Tra memoir e riflessione filosofica, si tratta di un paradossale decalogo per fare i conti con le ansie e le incertezze, le opportunità e le scoperte che ogni nuovo inizio porta con sé. Alternando racconto autobiografico e viaggio tra le questioni del nostro tempo, Antonio Polito ci guida alla scoperta di una di quelle fasi in cui avvertiamo un improvviso bisogno di sobrietà, di «fare pulizia» e alleggerirci dai pesi inutili, applicando del sano senso pratico al nostro bagaglio di vissuti e di valori. Una metamorfosi che ha mille facce: riguarda l’essere figli e genitori, la dimensione amorosa, il rapporto con la tecnologia, l’idea della morte, la politica e la responsabilità, la riscoperta del corpo e del piacere. Un invito a ridiventare padroni del proprio tempo, a mollare gli ormeggi e riprendere in mano la propria vita.
 Antonio Polito (1956) è vicedirettore del Corriere della Sera. È autore di due libri intervista (con Eric Hobsbawm e con Ralf Dahrendorf), di Contro i papà (2012), In fondo a destra (2013) e, con Marsilio, di Riprendiamoci i nostri figli (2017, quattro edizioni, premio Pavese).
Evento organizzato in collaborazione con la Libreria Ubik di Taranto. Info. 3481532197

Organizzato dalla Associazione Salam si terra il sabato 5 Gennaio ore 19 30 una serata dedicata al Gospel. L’iniziativa si svolgerà presso la Basilica di San Martino a Martina Franca e - come tengono a ribadire gli organizzatori- sarà una festa, un incontro ma soprattutto un momento per pensare al senso profondo del Natale e dell Epifania. Nel corso della serata verrà  premiato il vincitore del concorso "Cosa sono i diritti umani?". 

Il volume dal titolo “Un morto ogni tanto“ e sottotitolo “La mia battaglia contro la mafia invisibile“, si terrà giovedì 3 gennaio alle ore 18.30 nell’Hotel President in via Salandra a Lecce. Dialogheranno con l’autore Leonardo Leone De castris, Procuratore Lecce, Vincenzo Muscatiello, Professore in Diritto Penale Università di Bari ed infine il senatore Dario Stefano Presidente de La Puglia in Più.

Martedì, 18 Dicembre 2018 04:29

TARANTO/ #nataleinsieme2018taranto.

Scritto da

Natale Insieme 2018 Taranto: le Associazioni di Categoria animano la città con un tour itinerante  di emozioni: artisti ed eventi che riportano il senso della favola e della magia natalizia! Il centro della città inoltre si anima mediante un impianto di filodiffusione! L'obiettivo è quello di valorizzare le festività con l'auspicio che queste possano divenire un'occasione di stimolo alla socializzazione e al senso di appartenenza ad una Comunità. In tutto quattro tappe:    

Prima prima tappa 18 dicembre via Cesare Battisti, Taranto Ore 17.30

Seconda tappa 19 dicembre via Liguria ore 17.30

Terza tappa via D’Aquino e via Di Palma ore 17.30

Quarta tappa Talsano ore 10.30

Partners istituzionali:

- CAMERA DI COMMERCIO e  COMUNE DI TARANTO

Associazioni organizzatrici:

- CONFARTIGIANATO, CONFESERCENTI, CONFCOOPERATIVE, CONFAGRICOLTURA, CNA, CONFAPI, CLAAI, UPALAP, UNSICe COPAGRI.

Main sponsor:

- Bcc di San Marzano di San Giuseppe; Banca di Taranto; LucaniaFidi; Interfidi.

 

Domenica, 09 Dicembre 2018 10:13

Taranto/ Salviamo l’Acquedotto del Triglio.

Scritto da

Dibattito Venerdì 14 Dicembre 2018 - ore 17.00 Aula Magna Liceo Ferraris - Quinto Ennio - Via Abruzzo 13

Il Prof. Angelo Conte racconterà "LA LUNGA STORIA DELL'ACQUEDOTTO DEL TRIGLIO" attraverso un'accurata ricostruzione della vita di questa struttura, che ha attraversato il tempo. Oggi purtroppo le sue condizioni sono in un pietoso ed incomprensibile stato di degrado, dovuto principalmente alla mancanza di manutenzione e di salvaguardia come numerose altre strutture simili in Italia. Ricordo che lo scorso mese sono crollate due arcate ed altre potrebbero presto cadere. La Soprintendenza Archeologica della Puglia trasferita a Lecce tarda ad intervenire, molto probabilmente per mancanza di fondi.A questo punto, non rimane che tenere vivo l'interesse e l'attenzione, verso questo bene pieno d'IDENTITA' e di STORIA.E' in corso una petizione di sensibilizzazione, firmatela GRAZIE.https://www.change.org/p/soprintendenza-taranto-salviamo-l-acquedotto-del-triglio?recruiter=73979147&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_petition&utm_term=share_petition&utm_content=fhtcon-13854169-it-it%3Av2&fbclid=IwAR0HHv5EhA5bQLrD9CZxowv-3MDvzsUxeIpFv_nIm3oFu8nkAmToAcCJ44g

Giancarlo Antonucci Daniela Rotondo Carmine De Gregorio Mario Lazzarini Aldo Siciliano Rosalba De Giorgi

 

Il prossimo 7 Dicembre l’incontro con  il noto economista organizzato dalla BCC San Marzano in collaborazione con il Libro Possibile presso la Sala Conferenze del Dipartimento Jonico dell’Università in Via Duomo 259.

 

 

Venerdì 7 Dicembre ore 18.00 nella prestigiosa Sala Conferenze del Dipartimento Jonico dell'Università degli Studi di Bari a Taranto, la BCC San Marzano ospita l’incontro con l'autore Carlo Cottarelli in collaborazione con Il Libro Possibile, nell'ambito delle iniziative a sostegno dell'arte e della cultura. 

Il celebre economistapartendo dal suo ultimo libro “I sette peccati capitali dell’economia italiana”, propone una lucida disamina della situazione economica del nostro paeseEvasione fiscale, corruzione, eccesso di burocrazia, lentezza della giustizia, crollo demografico, divario tra nord e sud, difficoltà a convivere con l’euro, sono questi i temi dell’incontro in cui l’ex commissario alla spending rewiew fornisce alcune chiavi di lettura per individuare alcuni segnali di ripresaUn lavoro in linea con quanto svolto dall’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milanodiretto dallo stesso Cottarelli e nato per far fronte alla carenza informativa che c’è in Italia sui temi della spesa e della finanza pubblica.

"L’economia italiana è cresciuta poco negli ultimi vent’anni - spiega Cottarelli - Ha accelerato un po’ nel 2017, ma hanno accelerato anche tutti gli altri paesi. Se fosse una corsa ciclistica, sarebbe come rallegrarsi di andare più veloci senza accorgersi di avere iniziato un tratto in discesa. In realtà, anche in discesa il distacco dal gruppo sta aumentando".

Perché l’economia italiana non riesce a recuperare? Secondo l’autore esistono alcuni ostacoli molto ingombranti. Quali sono le loro cause? Ma, soprattutto, ci sono segnali di miglioramento e speranza per il futuro?

Dopo un’esperienza decennale da dirigente del Fondo monetario internazionale, Cottarelli torna in Italia e risponde a queste domande con un linguaggio semplice ma rigoroso. Dimostra che se i segnali positivi sono ancora parziali e moltissimo resta da fare, la precarietà che impedisce la nostra ripresa non è legata a un destino che siamo costretti a subire.

L'evento è organizzato in collaborazione con il Libro Possibilecon il patrocinio dell'Università degli Studi di Bari – Dipartimento Jonico in "Sistemi Giuridici ed Economici del Mediterraneo: Società, Ambiente, Culture". 

Taranto (Taranto) – Università degli Studi di Bari -  Via Duomo 259 - ore 18:30 - Ingresso libero con possibilità di riservare il posto a sedere registrandosi sul sito bccsanmarzano.it - Info. 3481532197

Creare nuove occasioni di divulgazione della cultura musicale in favore della città di Taranto e, nello specifico, nell’ampliamento della fruizione culturale verso le fasce sociali più deboli, i giovani, gli anziani, le persone con disabilità e verso la popolazione scolastica tutta, concordando un accordo di collaborazione. E’ uno degli obiettivi della convenzione stipulata dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto – MArTA e dall’Orchestra Ico Magna Grecia, illustrata oggi nel corso di una conferenza stampa. Erano presenti la direttrice del Museo Eva Degl'Innocenti, il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia Piero Romano, il direttore artistico di L.A. Chorus Pierfrancesco Semeraro e la responsabile di Baux Cucine srl Mariella Franchini (sponsor dell’Orchestra Magna Grecia).

Le due importanti istituzioni concordano sulla esigenza di sviluppare ed incrementare, anche in termini di qualità, le attività culturali e musicali nel territorio della provincia di Taranto. Questa collaborazione inizierà con la rassegna "InCanto al MArTA": tre concerti nelle domeniche 18 e 25 novembre e 9 dicembre che vedranno la partecipazione esclusiva di L.A. Chorus (coro professionale di Basilicata e Puglia).

 

In base alla convenzione, il MArTA si impegna a sviluppare in accordo con l’Orchestra progetti scientifici di studio e ricerca negli ambiti di reciproco interesse, a organizzare una serie di concerti ed eventi, anche espressi in singole Rassegne o Stagioni Concertistiche, a mettere a disposizione, secondo modalità da concordare, gli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Taranto all’aperto ed al chiuso. L’accesso ai concerti sarà possibile previo pagamento del biglietto del Museo, ma sarà riconosciuta una riduzione del 50% ai possessori di biglietto emesso dall’Orchestra entro 3 mesi dalla data di emissione. E’ prevista anche una riduzione sul biglietto d’ingresso del 50% per 5 ingressi ai possessori di abbonamento emesso dalla stessa Orchestra.

L’Ico Magna Grecia, a sua volta, si impegna a definire un luogo idoneo allo svolgimento dell’attività culturale, a riconoscere una riduzione del 15% sul biglietto dei concerti organizzati dall’Orchestra ai possessori di biglietto emesso dal MArTA (nell’ambito della stagione concertistica ed entro 3 mesi dalla data di emissione del biglietto) e una riduzione di 10 euro sul costo dell’abbonamento.

“Sono particolarmente onorato – ha sottolineato il direttore artistico dell’Orchestra Magna Grecia Piero Romano - di sottoscrivere questo protocollo di collaborazione con il Museo MArTA, coordinato e condiviso con la direttrice Eva Degl’Innocenti. E’ un’opportunità in più e sicuramente di grande prestigio poter sentire la musica di L.A. Chorus all’interno delle sale del MArTA, quindi con una fruizione combinata dei beni archeologici e della musica corale che con il direttore artistico Pierfranco Semeraro abbiamo voluto lanciare in collaborazione con il Museo. Sarà un’occasione anche di poter condividere, insieme al nostro sponsor Baux, questa esperienza e sarà sicuramente la prima edizione di una lunga serie che ci vedrà visitare e animare le sale del MArTA, nostro fiore all’occhiello”.

Anche la direttrice del Museo archeologico nazionale di Taranto, Eva Degl'Innocenti, si dichiara "molto felice e soddisfatta di aver siglato questa collaborazione, con la quale il MArTA, che riconosce nell'opera dell'Orchestra Magna Grecia un'importante attività che porta lustro alla città di Taranto e al suo territorio, continua la sua azione volta ad assicurare la stretta relazione con le eccellenze locali, condividendo i propri spazi e la propria progettualità a supporto delle realtà culturali più impegnate. Tutto questo nell'ottica di promuovere attività capaci di favorire la partecipazione di un ampio pubblico e in particolare delle cosiddette fasce deboli della popolazione, per una positiva e concreta ricaduta sulla comunità locale e il territorio".

 

Per il direttore artistico di L.A. Chorus, Pierfrancesco Semeraro, "il fatto che la musica sia espressa in uno dei sacrari della bellezza rappresenta un plus non solo per il territorio tarantino ma per tutta la Regione. L.A. Chorus è un progetto nato oltre 5 anni fa che ha una linea di fondo: quella di professionalizzare la coralità. E' una sfida. Tra Matera e Taranto ospitiamo una delle realtà più effervescenti e questo è un motivo di entusiasmo".

La titolare della Baux Cucine, Mariella Franchini, ha evidenziato "l'importanza della collaborazione con una istituzione importante come l'Orchestra della Magna Grecia. La nostra è un'azienda giovane ed innovativa e ha deciso di investire sul bello, sulla cultura e sul territorio con la volontà di emergere. Perchè è la città stessa che, anche se in un periodo di crisi generalizzata, ha bisogno di crescere e innovarsi. Il nostro slogan è: "la sostanza oltre l'apparenza". Bisogna far capire a tutti che la nostra terra può offrire molto di più".

Taranto, 13 novembre 2018

 

PROGRAMMA CONCERTI "InCanto al MArTA"

Museo archeologico nazionale di Taranto-MArTA

Domenica 18 novembre 2018, ore 11

"Sul Vento Romantico"

Concerto Stanziale – Chiostro del Museo o “Sala incontri” in caso di pioggia (Max 80 posti)

M° Sergio Lella – direttore

L.A.Chorus (13 coristi)

Annastella Gargiulo e Valeria Perilli - pianoforte

Il percorso parte dai classici quali Haydn, Felix Mendelssohn-Bartholdy e Camille Saint-Sans per portarci nel mondo più contemporaneo del Novecento Storico. Attraverso la sapiente scrittura musicale e il profondo rapporto con il significato del testo, questi autori sono capaci di trasmettere con arte e maestria l'emozione autentica della parola. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia

Domenica 25 novembre 2018, ore 11

"Sax Vocis" (max 50 posti)

M° Andrea Crastolla – direttore

Raffaele Casarano - sax

L.A. Chorus (24 coristi)

Itinerante: sale IX, XIII e XIV

Concerto di improvvisazioni jazzistiche su echi sacri. Un percorso musicale dal periodo antico passando dal tardo romantico arrivando al Novecento e concludendo nel contemporaneo. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia.

Domenica 9 dicembre 2018, ore 11

"Festa Barocca" (max 50 posti)

M° Luigi Leo – direttore

L.A. Chorus (24 coristi)

Pianoforte-Simone Falcone 

Viola da gamba-Claudio Mastrangelo 

 violone barocco-Maurizio Ria

Stanziale: sala VIII  

La gioia di una grande festa rivive nelle pagine di alcuni compositori barocchi di scuola napoletana e di origini lucane e Pugliesi come Il barese Pomponio Nenna (1556-1618) e il lucano Giovanni Maria Trabaci (1575-1647). Il loro linguaggio è tutto teso all'adozione di un contrappunto espresso in armonie limpide e forme luminose: una grande festa barocca. A seguire aperitivo nel Chiostro del Museo offerto dall’Orchestra della Magna Grecia.

Pagina 58 di 73