Martedì, 12 Novembre 2013 19:15

Furto al Teatro Crest. Rubati cavi elettrici con una danno di 10 mila Euro, alla vigilia dell’avvio della rassegna di teatro “Periferie” e in piena campagna abbonamenti In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Nella notte tra domenica 10 e lunedì 11 novembre, agendo in maniera del tutto indisturbata, ignoti hanno rubato circa trecento metri di cavo elettrico dall’immobile di proprietà della Provincia di Taranto ubicato in via Grazia Deledda snc, al quartiere Tamburi. Aggirata la recinzione del complesso edilizio universitario, una volta all'interno, i ladri hanno manomesso i pozzetti dai quali si dipartono i cavi elettrici che alimentano l'impianto elettrico dell'intera struttura che, oltre ai Corsi di laurea di primo livello “Professioni Sanitarie” dell’Università degli Studi di Bari, ospita dal 2009 il TaTÀ. Il colpo inferto al Crest, la cooperativa che gestisce il teatro, è durissimo, perché lo costringe a sostenere costi enormi, non meno di diecimila euro, al fine di sostituire i cavi rubati, mettere in sicurezza l’impianto, annullare il nolo dell’auditorium, rinviare i laboratori di formazione attoriale e, non di meno, a doversi destreggiare negli uffici con mezzi di fortuna alla vigilia dell’avvio della rassegna di teatro “Periferie” e in piena campagna abbonamenti. E' il terzo furto in poco tempo, i primi due avevano interessato solo l'Università, questo ha colpito anche il Crest.
Letto 849 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Novembre 2013 05:16