Martedì, 28 Gennaio 2020 08:43

QUI MARTINA / Confindustria “settore moda fondamentale, l’esclusione dalla costituzione di un Its non deve bloccare il cammino intrapreso” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Anche se Martina Franca, realtà del Tarantino dove è molto diffuso il tessile-abbigliamento, è stata esclusa dalla costituzione di un Its (Istituto tecnico superiore) specializzato nella moda, non va abbandonata la necessità di formare quanti intendono avvicinarsi a questo settore. È l’opinione di Confindustria Taranto. Per l’associazione degli intenditori, “l’esclusione dal bando per l’istituzione di un Its della Moda, come peraltro già espresso dallo stesso Comune di Martina Franca”, costituisce “uno “stop” inatteso e per molti versi deludente in considerazione dell’impegno profuso da tutti i soggetti coinvolti ai fini della piena riuscita dell’iniziativa”.

 

 Secondo Confindustria Taranto, “molte erano state, infatti, le aspettative riposte nella costituzione di un Istituto Tecnico Superiore nello specifico ambito del Sistema Moda, in quanto palese coronamento di un percorso - avviato già da molti anni – finalizzato a strutturare all’interno di un Its gli indispensabili livelli di formazione delle giovani generazioni”. Tutto questo, dichiara Confindustria Taranto. In “un’ottica di continuità ed allo stesso tempo evoluzione di un comparto fondamentale per l’economia del territorio jonico e che vede Martina Franca, da sempre, quale motore propulsore e indiscusso del settore”. Confindustria Taranto e le imprese del partenariato “si sono interrogate circa le motivazioni che hanno portato all’imprevista esclusione, al momento ancora in fase di valutazione”. Ma intanto, si afferma, in attesa “di una più chiara comprensione dell’esito negativo e sulla individuazione delle cause - su cui lo stesso Comune capofila è già impegnato - l’esortazione che viene rivolta a tutti i soggetti coinvolti è di proseguire nel solco già tracciato”. Confindustria Taranto e le imprese della moda chiudono quindi di “individuare soluzioni utili mirate alla formazione, quale elemento indispensabile e irrinunciabile per una ulteriore affermazione del settore, come già avviene, sui mercati nazionale ed esteri”. “Un segmento, quello della formazione - conclude Confindustria Taranto -,ora più che mai necessario anche in virtù delle profonde trasformazioni assunte dal settore nell’high tech sia rispetto ai processi produttivi sia nell’adozione di materiali innovativi e inediti”.