Lunedì, 22 Gennaio 2018 13:20

CALCIO/ Taranto: I rossoblù mettono la quarta. Battuta fuoricasa la Sarnese In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

D'Agostino autore di una tripletta: “ Dedico le reti alla mia famiglia”. Ancora:” Bravo Pellegrino a parare il rigore, abbiamo ottenuto una grande vittoria.”

 

di Andrea Loiacono

 

È un Taranto forza 4 quello che torna dalla Campania con l'ennesima vittoria, cercata e voluta, sul campo di un'ostica Sarnese che prova a rendere la vita difficile ai rossoblù soprattutto con un paio di individualità come Calemme autore di una doppietta. Mister Cazzarò conferma le sensazioni della vigilia mandando in campo lo stesso schieramento del match precedente fatta eccezione per D'Angelo che prende il posto dello squalifica Miale al centro della difesa. Per il resto tutto resta immutato compresa la presenza dell'ex di turno Favetta in attacco. La Sarnese si schiera invece con un insolito 3-4-1-2. Pronti via e Ancora al 4' minuto ci prova con un tiro dal limite che termina alto. Al 9' lo stesso Ancora scambia con D'Agostino che giunge sul fondo e crossa guadagnando il primo calcio d'angolo per i rossoblù. Al 10' c'è un gol annullato di testa a Favetta per presunto fallo dell'ex di turno. Ma all' 11'sempre Favetta viene steso in area di rigore. L'arbitro decreta la massima punizione e D'Agostino dagli undici metri non sbaglia per la gioia di quasi duecento sostenitori rossoblù. A Cavallo del quarto d'ora la Sarnese si rende pericolosa con Nappo di testa dagli sviluppi di calcio d'angolo. Per rivedere un'azione degna di nota bisogna attendere il 37' quando Lorefice serve Ancora la cui conclusione è però imprecisa. Gli ultimi minuti sono i più concitati. L'arbitro concede 3' di recupero che diventano 4'. Proprio negli istanti finali il Taranto sugli sviluppi dell'ennesimo calcio d'angolo subisce l'1-1 da parte di Calemme. con questo risultato si va si va al riposo.

 

Il secondo tempo comincia senza cambi da una parte e dall'altra. Ma è la Sarnese a passare in vantaggio ancora con Calemme lasciato colpevolmente solo davanti a Pellegrino. Al 6' D'Angelo conclude a rete ma l'arbitro aveva fischiato prima fermando il gioco. Non si può dunque parlare di col annullato. Al 18' ci prova Lorefice dalla distanza ma la sua conclusione è parata da Russo. Al 24' nella Sarnese esce Calemme per far posto a Petricciolo. Al 25' Favetta potrebbe pareggiare ma la sua conclusione potente viene respinta da Russo. A questo punto sale in cattedra D'Agostino che con una punizione magistrale insacca alle spalle di Russo il 2-2. Il Taranto ritrova coraggio e continua a spingere aiutato anche dalla verve del nuovo entrato Portoghese che dribla al limite dell'aria e conclude ma il suo tiro viene deviato sul più bello. Al 38' il risultato cambia ancora. Marsili subisce fallo ai venticinque metri. Sulla palla si porta di nuovo D'Agostino che questa volta cambia traiettoria ma il risultato non cambia, la sfera finisce di nuovo infondo al sacco per il sorpasso del Taranto. Al 40' esce un generoso Favetta per Gori. Da segnalare anche l'ingresso di Cacciola. L'arbitro concede ben 7' minuti di recupero ma il risultato non cambia. Il Taranto corre sotto la curva ad abbracciare i propri sostenitori a festeggiare tre punti preziosissimi.

 

In sala stampa sono gli stessi protagonisti a descrivere l'importanza di questo successo. Ci pensa l'esterno Cristiano Ancora a esprimere le sue sensazioni: “ Si tratta di una vittoria sofferta ottenuta su un campo ostico. Nel primo tempo dopo aver trovato il traguardo ci siamo abbassati un po' troppo. Il gol del 2-1 ci poteva spezzare le gambe ma siamo stati bravi a reagire. Complimenti anche a Pellegrino. Se stiamo commentando una vittoria il merito è anche suo, In questo momento il nostro segreto è il gruppo, in più ci sono giocatori come D'Agostino che fanno la differenza. Tornando alla gara non è stata una vittoria ottenuta con grande gioco ma con il cuore. Dobbiamo affrontare tutte le squadre con la stessa attenzione, consapevoli di non poter abbassare mai la guardia.

 

 

Match winner di giornata è Stefano D'Agostino che con tre reti spinge il Taranto verso un successo fondamentale anche in ottica futura. L'ex Campobasso parla della gara in sala stampa: “Non abbiamo approcciato la partita nel migliore dei modi e forse il risultato di pari del primo tempo è giusto. Negli spogliatoi poi ci siamo parlati perché volevamo questi tre punti. All'ingresso in campo la rete del 2-1 ci ha sorpresi e rischiavamo di subirne gli effetti psicologicamente. Li però è venuto fuori il carattere del gruppo che ha dimostrato il suo valore. Oggi penso che l'importante fosse vincere a prescindere da tutto e dal bel gioco. Abbiamo riscontrato delle difficoltà nella circolazione della palla che è il nostro punto di forza. L'ex Campobasso esprime tutta la sua gioia per la tripletta: “ Sono contentissimo per i tre gol soprattutto perché crediamo di poter andare ancora più in alto in classifica. Dedico queste reti alla mia famiglia e ai tifosi. Mi auguro di vederne tanti domenica prossima allo stadio e che lo Iacovone possa essere gremito. Ora ci godiamo questo successo , da martedì penseremo al Cerignola.”

Letto 387 volte Ultima modifica il Lunedì, 22 Gennaio 2018 13:39