NOTIZIE FLASH:
Venerdì, 14 Luglio 2017 11:24

CALCIO/ Il nuovo Taranto si presenta. Mister Cozza: “ Ho scelto Taranto per vincere in una piazza difficile" In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il DS Volume: Chiediamo alla tifoseria di starci vicino”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

La stagione 2017-2018 del Taranto ha preso ufficialmente il via con la presentazione alla stampa del DS Luigi Volume e del nuovo tecnico Francesco Cozza. Già al lavoro da un mese per allestire una compagine che possa far dimenticare ai tifosi l'amara retrocessione della scorsa stagione il Direttore Sportivo tarantino ha esordito ringraziando la società per l'occasione concessagli : “Quella rossoblù è la mia casa, in questi anni ho fatto esperienze in altre società ma non ho saputo resistere al richiamo della mia città, l'amore non passa mai. So che questo ruolo comporterà delle responsabilità ma sono sicuro che con l'apporto della società che non mi fa mancare nulla e il lavoro riusciremo a raggiungere i risultati.”

 

L'ex Direttore Generale del Foligno mantiene un profilo basso, preferendo non sbilanciarsi in merito all'esito della prossima stagione: “Stiamo facendo le cose per bene ma non prometto niente alla tifoseria, preferisco lavorare in silenzio. Per quanto riguarda la costruzione della squadra mi sto orientando verso calciatori che abbiano voglia di sudare la maglia fino all'ultimo ed onorare i colori del Taranto. Abbiamo scelto un tecnico che per la sua carriera di calciatore e di tecnico ha vinto molto ed è reduce da una promozione con la Sicula Leonzio. Spetterà poi al campo dire se questo mio lavoro meriti applausi o meno.”

 

Volume non nasconde la sua emozione per l'approdo al Taranto tanto agognato ed esorta la tifoseria a fare fronte comune : “Avere questa possibilità per me è qualcosa di unico. Si tratta di un bel trampolino di lancio nella squadra della quale sono il primo sostenitore. Alla tifoseria chiedo di starci vicino e fare quadrato di fronte alle difficoltà. Capisco le critiche e la delusione per la retrocessione ma noi stiamo facendo del nostro meglio per riportare il Taranto dove merita. Solo compattando l'ambiente potremo raggiungere gli obiettivi.”

 

La sua carriera è stata ricca di soddisfazioni sia da calciatore, con le maglie tra le altre di Reggina, Siena e Cagliari. L'ex centrocampista dal 2010 ha intrapreso la carriera da allenatore ottenendo due promozioni prima con il Catanzaro e per ultima quella storica ottenuta alla guida della Sicula Leonzio nella passata stagione.

 

Da subito prima scelta per la panchina del nuovo Taranto il tecnico di Cariati ha preso la parola subito dopo il DS Volume: “Ringrazio la società per avermi concesso la possibilità di allenare questa squadra prestigiosa e per aver dimostrato la volontà di ripartire subito. Stiamo costruendo assieme al Direttore Sportivo una squadra che possa lottare fino all'ultima giornata per vincere.”

 

Mister Cozza non vede l'ora di mettersi all'opera: “Conosco questa piazza e so quello che il pubblico si aspetta da noi. Da loro però allo stesso tempo mi aspetto sostegno, sopratutto nei momenti difficili. Questa sarà una squadra totalmente nuova che avrà bisogno di tempo per crescere e affinare i meccanismi di gioco.”

 

Su quella che dovrà essere la via da seguire per ricominciare dopo la retrocessione dello scorso anno, il tecnico non sembra avere dubbi : “La ricetta è senza dubbio quella della programmazione del lavoro con la società. Sono convinto che ci toglieremo delle belle soddisfazioni ma sia noi che l'ambiente dovremo essere bravi a gestire la pressione senza abbatterci. Quella del Taranto è una tifoseria da riconquistare. Starà a noi portare i tifosi dalla nostra parte con il gioco e i risultati.”

 

 

Determinazione, gioco offensivo e qualità dell'organico, dovranno essere questi i tratti distintivi del suo Taranto. Mister Cozza non ha dubbi: “Le mie squadre hanno sempre giocato un calcio offensivo. Di solito prediligo il 4-3-3 o i 3-4-3 nel tentativo di imporre la mia idea di gioco e fare quanti più gol possibili. Le mezze punte e gli attaccanti saranno quelli ai quali chiederò un maggiore sforzo; dovremo essere bravi a presidiare l'area di rigore avversaria e ripiegare in fase di non possesso. Per quanto concerne i calciatori under ci stiamo lavorando. I giocatori esperti come Miale, Aleksic, D'Aiello e Ancora andranno a sostenere i giovani promettenti che andremo a tesserare nei prossimi giorni.”

 

Il tecnico conclude con una chiosa sul ritiro estivo in preparazione al campionato : “Dal diciassette al ventisei luglio ci ritroveremo allo Iacovone per l'inizio della preparazione, mentre dal ventisette proseguiremo gli allenamenti nel ritiro di Assisi. Sono previste una serie di amichevoli nel corso delle quali avremo la possibilità di testare la nostra crescita.”

 

Intanto la società ha reso noti e presentato la maggior parte delle trattative concretizzatesi negli ultimi giorni: “Bojan Aleksic, Rocco D'Aiello, Eugenio Lorefice, Claudio Miale, Davide Corso, Salvatore Scoppetta, Cristiano Ancora, Manuel Pera e Lion Giovannini.” Sempre vivo l'interesse per Ciro Danucci e Alessio De Bode che potrebbero essere ufficializzati a breve.”

 

 

Letto 322 volte