Martedì, 21 Giugno 2016 22:07

IL CONVEGNO - Gestione dei beni sequestrati alla criminalità: mille problemi e tante difficoltà. Commercialisti e magistrati a confronto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“La diffusione della cultura della legalità è il primo strumento per combattere il crimine organizzato, che ormai ha assunto una dimensione particolarmente importante anche nel nostro territorio”; così il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Taranto dott. Cosimo Damiano Latorre  ha introdotto la tavola rotonda sul tema "La gestione dei beni sequestrati alla criminalità - ruoli ed esperienze a confronto", realizzata presso il Relais Histò con il patrocinio del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, nonché della Fondazione Nazionale dei Commercialisti e del Tribunale di Taranto. 

A relazionare  il Procuratore aggiunto della Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Taranto Giudice dott. Pietro Argentino,  il Giudice della 2^ Sez. Penale del Tribunale di Taranto dott.ssa  Fulvia Misserini e l’Avv. Luca D’Amore, ricercatore della FNC. 

I saluti istituzionali sono stati portati dal  Vice Presidente dell’Ordine dott. Vito Montanaro, dal Presidente del Tribunale di Taranto dott. Franco Lucafò e del presidente della Fondazione Nazionale Commercialisti dott. Giorgio Sganga, che ha apprezzato il grande lavoro che l’Ordine di Taranto:  “I commercialisti da sempre sono al fianco dello Stato e delle sue istituzioni nella lotta al crimine organizzato, ecco perché sono qui a Taranto”. 

Gli interventi che si sono susseguiti hanno evidenziato il grande impegno profuso dai Commercialisti nella amministrazione giudiziaria dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità, tra mille difficoltà e rischi. “Su questo settore – afferma il presidente dell’ordine Latorre  - è giusto investire per il futuro della nostra professione e per la tenuta economica e democratica del nostro Paese. Da qui la necessità di mettere a confronto ruoli ed esperienze di attori protagonisti che ogni giorno si confrontano su questi temi”. Latorre ha ringraziato il Consiglio Nazionale e la consigliera Campise, delegata alla area giudiziaria, la Fondazione Nazionale dei Commercialisti con il suo Presidente Sganga, il Tribunale di Taranto e la Procura della Repubblica  che hanno collaborato alla riuscita dell’evento mettendo a disposizione Relatori di primissimo livello.

Letto 573 volte