Sabato, 11 Ottobre 2014 17:24

PROVINCIA - Lunedì comincia l'era Tamburrano In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nella città dove è difficile trovare intese, figuriamoci se larghe, lunedì partirà l'era di Martino Tamburrano, neoeletto presidente della Provincia di Taranto, che con le larghe intese cammuffate (dopo il naufragio dell'accordo Pd-centrodestra l'elezione è avvenuta grazie ai voti di alcuni franchi tiratori democratici) ha potuto prevalere sull'altro candidato, quello del centrosinistra, Lopane.

Un esordio, quello di Tamburranno previsto per le 9 di lunedì mattina quando si insedierà il nuovo Consiglio provinciale, già preceduto dalle polemiche dei giorni scorsi incentrate sulla dinamica che ha portato al palazzo del governo il sindaco di Massafra. Infatti, all'indomani delle assegnazioni delle deleghe assessorili a due esponenti del Pd (Gianni Azzaro e Piero Bitatti), Tamburrano ha dovuto fare da spetattore alle polemiche scoppiate in casa del Pd ionico, con tanto di richieste di dimissioni anche dei segretari cittadino e provicniale (Tommy Lucarella e Walter Musillo). Polemiche messe a tacere dall'on. Michele Pelillo, fautore delle larghe intese, il quale ha chiesto ai due consiglieri Pd di rimettere le deleghe, "al fine di rasserenare il contesto delle relazioni interne al Pd e al centrosinistra", nelle mani del presidente Tamburrano in attesa di più precise determinazioni da parte della direzione nazionale del partito-

Risultato? Deleghe restituite al presidente della Provincia. Ma, visto che in direzione nazionale la maggioranza è in mano ai renziani, che in gran parte d'Italia il Pd (in alcuni casi anche con l'appoggio di Sel) ha partecipato alle larghe intese se non, addirittura, a presentare liste unitarie con il centrodestra, che lo stesso on. Pelillo è un renziano di ferro, c'è da attendersi che, presto, sia Azzaro che Bitetti torneranno in possesso delle loro deleghe.

Intanto, cinque sono i punti all'ordine del giorno del Consiglio provinciale di lunedì: convalida elezione presidente e consiglieri; giuramento del presidente; costituzione gruppi consiliari e designazione capi gruppo; discussione indirizzi generali di governo della Provincia; costituzione commissione per la stesura del nuovo Statuto provinciale.

 

 

Letto 716 volte