Scuola, Università & Formazione

Scuola, Università & Formazione (404)

Lunedì prossimo ci sará la riapertura a Taranto di asili nido e scuole dell’infanzia. Lo annuncia il Comune affermando che “non saranno prorogate le ordinanze sindacale 1 e 2 dello scorso 7 gennaio con le quali è stata disposta la sospensione delle attività degli asili nido e delle scuole dell’infanzia”. La sospensione valeva dal 7 al 15 gennaio. “Una ricognizione puntuale sull’andamento dei contagi e la disponibilità di Asl ad avviare martedì 19 gennaio un primo screening del personale docente e non docente e dei collaboratori esterni attivi negli asili nido, consentirà il riavvio del servizio”, precisa il Comune. “Grazie all’intesa con il direttore generale Asl, Stefano Rossi, e il direttore del dipartimento di prevenzione, Michele Conversano - dice il sindaco Rinaldo Melucci -, a partire da martedì prossimo saranno effettuati i test antigenici a tutto il personale pubblico e privato impegnato negli asili nido”. “È il primo passo -…
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha prorogato sino a sabato 16 gennaio l'ordinanza attualmente in vigore, cioè la didattica digitale integrata al 100% per le scuole di ogni ordine e grado. “Le istituzioni scolastiche del primo ciclo devono garantire l'attività didattica in presenza per tutti gli alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali, e per tutti gli alunni le cui famiglie la richiedano espressamente per i propri figli”. Lo si è deciso questa mattina durante un incontro in videoconferenza tra il governatore, gli assessori Sebastiano Leo, Pier Luigi Lopalco e Anita Maurodinoia, Anna Cammalleri direttore dell’Ufficio scolastico regionale e i sindacati. L'Amministrazione regionale “si riserva di assumere ogni eventuale ulteriore decisione, a partire dal prossimo 18 gennaio, sulla base delle previsioni del nuovo Dpcm, dei rapporti informativi e del rapporto di monitoraggio dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 nel territorio pugliese alla data del 16 gennaio 2021, nonché sulla…
Cominciato oggi a Taranto, nell’ospedale Santissima Annunziata, il progetto la “Scuola in Ospedale”. È rivolto agli alunni della primaria e secondaria di primo e secondo grado, degenti nel Reparto di Pediatria ed Oncoematologia Pediatrica ed ha come finalità quella di aiutare i ragazzi ad avviare attività che li riportino a ritmi di vita normale, mantenendo contatti con la scuola di provenienza, con i compagni di classe, con la propria aula e con la propria vita prima della malattia. Fare scuola in ospedale - è stato detto oggi -, portare i maestri in corsia dai bambini malati, è fondamentale per la loro serenità oltre che per la loro formazione. La figura di un insegnante che segue il piccolo in ospedale - si è evidenziato - è positiva sotto molti aspetti perchè costituisce un fattore di “normalità” non facendo sentire il bambino “malato” diverso dai bambini che stanno fuori. - Tale servizio…
A Taranto gli asili nido comunali e le scuole dell’infanzia resteranno chiusi da domani fino a venerdì 15 gennaio. Lo dispongono due ordinanze del sindaco Rinaldo Melucci, che ha adottato questa ulteriore misura precauzionale di contenimento del Covid, in linea con quelle indicate dalla Regione Puglia lo scorso 5 gennaio. “Abbiamo avuto un confronto con il direttore generale Ciro Imperio, il dirigente della Pubblica Istruzione, Paolo Spano, e gli operatori", riferisce il sindaco. "Insieme, abbiamo deciso di ricorrere alla sospensione delle attività. È un provvedimento temporaneo, ma necessario per garantire la salute di chiunque sia coinvolto nei servizi”. 
Mercoledì, 06 Gennaio 2021 21:04

SCUOLA/ Si riparte in ordine sparso

Scritto da
Torna a suonare la campanella nelle scuole italiane, ma non in tutte, e, comunque, in ordine sparso. Da giovedì 7 gennaio si torna in aula nelle scuole elementari e nelle medie, oltre a quelle dell'infanzia (con eccezioni in Calabria, Campania e Puglia); le scuole superiori di secondo grado rivedranno in aula i ragazzi da lunedì 11 gennaio, con presenze al 50%. Ma non sarà così per tutto il Paese. L'Alto Adige, infatti, ha deciso di tentare un ritorno verso la normalità e, da giovedì 7 gennaio, apre anche gli istituti superiori con presenze fino al 75% e con un minimo del 50%". In Piemonte, invece, ragazzi delle superiori in aula da lunedì 18 gennaio. Friuli Venezia Giulia, Veneto e Marche, già nella giornata di lunedì scorso avevano deciso, con ordinanze, di rinviare a fine gennaio le lezioni in presenza e di proseguire fino a quella data, al 100%, con la…
 “Non è opportuno riaprire le scuole in presenza perché la diffusione del virus sta aumentando e non abbiamo ancora un sistema di tracciamento che consenta attraverso i tamponi diffusi di identificare e isolare i casi”. Luigi Nigri, vice presidente dei pediatri italiani e referente di quelli pugliesi, già tra i primi a sollecitare la chiusura delle scuole in presenza, non nasconde le sue preoccupazioni dopo le vacanze natalizie. “Io credo – ha precisato - che dopo queste festività ci sarà un aumento dei casi, stiamo facendo pochissimi tamponi, io ho ricevuto telefonate di persone che dal 29 o dal 30 gennaio attendono ancora un appuntamento per fare il tampone. Questo significa che c’è gente che ha i sintomi, con le scuole chiuse, e che vive in casa con i ragazzi. Significa che passate le festività, quando riprenderemo a fare i tamponi, qualunque luogo in cui si crea aggregazione come le…
“Chiediamo un incontro urgente al presidente della Regione, Michele Emiliano, ed ai suoi assessori alla salute, trasporti e istruzione” per “programmare una efficace ripresa dell'attività didattica in presenza”. Lo chiedono le organizzazioni sindacali del mondo della scuola Cgil, Cisl, Uil, Snals-Confsal, Fgu, Anief e Anp, con una lettera inviata alle istituzioni regionali, nella quale si dicono contrari al rientro in classe il 7 gennaio. I sindacalisti non nascondono la delusione per l'assenza, il 30 dicembre 2020, del presidente Emiliano a un incontro “a cui ha partecipato solo l’assessore per il diritto allo studio per un breve saluto”, e per la mancata convocazione del “mondo della scuola ai tavoli di coordinamento presso le prefetture per la ripresa delle attività negli istituti superiori”. Le richieste che i sindacati sottoporrebbero alle istituzioni regionali avrebbero uno “schema alternativo” rispetto a quello del rientro previsto in presenza per il 7 gennaio: “far tornare a scuola…
Approvato dalla Prefettura di Taranto il piano operativo per la ripresa delle lezioni in presenza dal prossimo 7 gennaio per almeno il 75 per cento degli studenti degli istituti superiori della città e dei comuni della provincia. Il piano arriva a valle del lavoro compiuto dal Tavolo di coordinamento. La Prefettura dichiara che, sulla base dei dati relativi alla mobilità forniti dall'Ufficio scolastico provinciale, si effettuerà lo scaglionamento degli orari. Ci sarà un doppio turno in ingresso e in uscita. Su tutto il territorio provinciale l'organizzazione dell'attività didattica sarà strutturata con lezioni da 50 minuti e differenziata con la seguente turnazione: tre classi di ogni istituto entreranno alle 7.50 ed usciranno alle 12 con 5 ore da 50 minuti e alle 12.50 con 6 ore da 50 minuti. Le restanti due classi di ogni istituto scolastico entreranno alle 9.30 ed usciranno alle 13.40, con 5 ore da 50 minuti e…
 Con la didattica a distanza, dal 7 gennaio riprende a Taranto anche il progetto della “Scuola in ospedale”. Sia pure in questa modalità, il Comune ha voluto che il progetto ripartisse nello stesso giorno in cui nelle scuole si tornerà alle lezioni in presenza. L’iniziativa coinvolge coinvolgerà i piccoli degenti dei reparti di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. A loro, il Comune fornirà i dispositivi elettronici per effettuare la didattica a distanza. Si è tenuto un primo incontro di coordinamento tra le docenti degli istituti comprensivi interessati, Comune, Ufficio scolastico provinciale ed Asl Taranto. Il Comune annuncia che si “è convenuto di iniziare le lezioni con la modalità della didattica a distanza il 7 gennaio, con l’ausilio di tre insegnanti nominate espressamente per la scuola in ospedale. Nei prossimi giorni - si afferma - le tre insegnanti si coordineranno con l’Ufficio Scolastico Provinciale per la realizzazione…
In vista della riapertura delle scuole il 7 gennaio 2021, a Taranto si va verso “una possibile differenziazione degli orari di ingresso e uscita dalle scuole”. Inoltre verrà effettuata “una ricerca di razionalizzazione delle linee urbane ed extraurbane al fine di potenziare il servizio agli studenti negli orari definiti garantendo il rispetto delle norme anti-Covid”. Lo dichiara il Comune di Taranto dopo la seconda riunione in videoconferenza indetta dal prefetto di Taranto, Demetrio Martino, sul tema trasporto pubblico locale e scuole in prossimità della riapertura. Alla riunione, alla quale sono state invitate le aziende del trasporto pubblico locale, la Regione Puglia, l'Ufficio Scolastico Provinciale, la Provincia di Taranto, la Motorizzazione Civile e le forze dell'ordine, hanno partecipato per il Comune di Taranto gli assessori Deborah Cinquepalmi (Pubblica Istruzione), Paolo Castronovi (Ambiente e Società Partecipate) e Gianni Cataldino (Polizia Locale). L’amministrazione comunale di Taranto, si afferma, “ha reso piena disponibilità ad…
Pagina 4 di 29