Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5136)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Una ragazza di 17 anni è morta la notte scorsa in un incidente stradale avvenuto nel Tarantino all’altezza della zona industriale di Mottola. Ferite anche due delle quattro giovanissime che erano a bordo dell’auto, una Fiat 500, mentre le altre due sono rimaste praticamente illese. Secondo quanto ricostruito, le quattro ragazze stavano rientrando da una festa di compleanno quando la 19enne che era alla guida dell’auto, ne ha perso il controllo. La 17enne è morta dopo l’arrivo all’ospedale di Taranto. 
Ancora bus presi a sassate a Taranto mentre effettuavano il percorso di linea. Due gli episodi ravvicinati nelle ultime ore come denunciato dai sindacati di categoria Cgil, Cisl e Uil: il primo sulla strada Taranto-Martina Franca, nel quartiere Paolo VI, e il secondo in via Masaccio, nel rione Tamburi. In entrambi i casi, il lancio di pietre avvenuto dall’esterno ha infranto alcuni vetri dei due mezzi pubblici. Non ci sono stati feriti, ma tanto è stato lo spavento dei passeggeri. I mezzi erano affollati e in un caso la corsa è stata interrotta. Dura la protesta delle sigle del trasporto, per i quali sono a serio rischio la regolarità del trasporto e la sicurezza dei passeggeri. Gli autisti, si osserva, con “i bus con i vetri lesionati o infranti, inevitabilmente devono rientrare in rimessa, lasciando quindi gli utenti in attesa. Inoltre, non di minor importanza è il disagio a cui…
Il concerto del Primo Maggio a Taranto Libero e Pensante si farà ed è questa una gran bella notizia per la città, per l\'arte e per la musica al servizio dell\'impegno, del diritto al lavoro, all\'ambiente, con il palco del capoluogo ionico che continua ad essere un avamposto da cui far partire messaggi, denunce, che raccoglie e dà voce a chi non trova ascolto. Ma davvero pensavate che ce ne stavamo a casa?! Scrive Michele Riondino, tra le anime del Primo Maggio, sulla sua pagina Facebook. Preparatevi a riempire il parco archeologico più vivo e libero d\'Italia, la notizia che non ci sarà nessuno stop è stata data proprio dagli organizzatori con queste parole sulle pagine social. Il Comitato Cittadini e lavoratori liberi e pensanti, del quale fanno parte anche ex operai dell\'Ilva, per la direzione artistica di Michele Riondino, Antonio Diodato e Roy Paci non intende mollare ma anzi…
Con il lento incedere dei perdoni, la nazzicata, e l\'uscita delle statue dalla Chiesa del Carmine, precedute dal troccolante, ha inizio Venerdì Santo la processione dei Misteri, e con i tre rintocchi del troccolante al portone della Chiesa essa si conclude. Sabato mattina, il rito si compie nella sua dimensione di fede, tradizione, condivisione. Sono tanti i volti della Settimana Santa Tarantina, volti che riflettono la città, il suo essere più intimo, ma anche quello pubblico, in un incontro trasversale che coinvolge e unisce la comunità. Un appuntamento questo, che richiama non solo i tarantini, ma anche i turisti che sempre più numerosi decidono di trascorrere sulle sponde dello Ionio le vacanze pasquali richiamati dalla bellezza delle processioni di Taranto. Lu.Lo. 
In tantissimi questo pomeriggio hanno accolto l\'uscita della Prima Posta dalla Chiesa del Carmine per vivere il momento che certifica l\'inizio dei riti della Settimana Santa tarantina, il momento in cui fede e tradizione si incontrano nelle due processioni che caratterizzano questo appuntamento. La processione dell\'Addolorata, il Giovedì Santo, e quella dei Misteri di domani. La comunità si ritrova come ogni anno intorno ai Simboli della Passione, riconoscendosi e ritrovandosi, nel silenzio, nell\' incedere lento dei perdoni, nel ritmo ossessivo della troccola, nella musica struggente delle bande. Lu.Lo. 
Di Andrea Loiacono Si sono svolte ieri nella domenica delle Palme le tradizionali assemblee per l aggiudicazione dei simbolo e delle poste per le due processioni del Giovedì e del Venerdì Santo. I confratelli hanno esplicitato le loro offerte per portare i simboli della passione tarantina. Per la processione delllAddolorata le gare si sono svolte nellasuggestiva cornice del tempio secolare di San Domenico. Per la processione dei Sacri Misteri le stesse si sono svolte presso la Concattedrale e sono andate avanti fino a notte inoltrata. Vediamo nel dettaglio le aggiudicazione dei simboli principali. PROCESSIONE DEI MISTERI: Troccola. 35.000 Mila euro Gesù morto. 30.000 euro lAddolorata. 55.100 euro Croce dei misteri. 13.000 euro Gonfalone. 6.500 Euro Sacra Sindone. 20.000 euro Il Crocifisso. 10.000 euro La cascata. 10.000 euro Hecce omo. 22.500 Euro La colonna. 30.000 euro Cristo all orto. 21.000 euro PROCESSIONE DELLADDOLORATA Sdanghe 113.000 Mila Troccola 35.100 euro Croce dei…
Una gremitissima piazza del Ferrarese a Bari: cittadini, rappresentanti politici, sindaci, giovani studenti, tutti stretti attorno alla loro città e al sindaco Antonio Decaro, con lo slogan \"Giù le mani da Bari #iostoconDecaro\", la manifestazione indetta da Cgil e Pd in segno di solidarietà al primo cittadino e all\'amministratore dopo la notizia dell\'arrivo provvedimento di accesso ispettivo disposto dal Ministro dell\'Interno al Comune di Bari. Dal palco gli studenti stanno ricostruendo la storia dell\'inchiesta \"Codice interno\", che ha sgominato i clan Parisi-Palermiti, con 137 arresti, ed evidenziato legami con alcuni esponenti politici. Sono state poi ripercorse le tappe della vicenda che ha portato il ministro dell\'interno, Matteo Piantedosi, a nominare una Commissione d\'accesso Antimafia al Comune. Fischi sono stati indirizzati nei confronti di Maurizio Gasparri e dei parlamentari del centrodestra, che hanno chiesto al Viminale approfondimenti.
La qualità della vita di una città di misura anche dalla qualità dei servizi che hai cittadini vengono offerti. Il caso di cui ci occupiamo arriva dal quartiere Paolo VI di Taranto. <A distanza di pochi mesi dalla raccolta firme che abbiamo messo in campo per tutelare gli uffici comunali nel quartiere Paolo VI, ci troviamo a dover denunciare nuovamente la stessa condizione di mancanza di servizi ai cittadini.> E\' quanto si legge in una nota diffusa alla stampa a firma della segreteria del Circolo PD G.Di Vittorio. <Per motivazioni mai nemmeno ufficialmente comunicate ai cittadini, abbiamo scoperto che gli uffici di PaoloVI, che servono le migliaia di persone che abitatano in questo quartiere e che per mancanza di collegamenti semplici hanno difficoltà a recarsi presso gli altri uffici, torneranno ad essere chiusi al pubblico. Oltre ad essere un fatto grave è la riprova che le promesse del Vicesindaco Azzaro…
Ventidue misure cautelari sono state notificate questa mattina dalla Polizia di Stato a Taranto per i reati di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti ed estorsione. L’ordinanza è stata emessa dal gip del Tribunale di Taranto su richiesta della Procura. Delle 22 persone colpite dal provvedimento, 17 sono destinatarie della misura della custodia cautelare e 5 invece dell’obbligo di firma presso gli uffici della polizia giudiziaria. L’operazione della Polizia di Stato è scattata all’alba, ha impiegato decine di agenti e anche un elicottero che ha sorvolato a lungo a bassa quota le aree della città. 
Nessuna schiarita per l’indotto dell’autotrasporto che lavora con Acciaierie d’Italia, l’ex Ilva. Ieri una delle sigle di categoria, Casartigiani, ha annunciato che gli autotrasportatori associati riprendono l’assemblea permanente. Da oggi, lunedì 18 marzo fino al prossimo venerdì 22, presenziano dalle 6.30 alle 19 con i loro mezzi davanti alla portineria C dello stabilimento Acciaierie d\'Italia di Taranto. “Le aziende sono giunte al limite della sopportazione - dice Casartigiani - a complicare ulteriormente il loro stato di salute, oltre al mancato pagamento dei crediti, si aggiungono anche gli avvisi di fermo amministrativo dall\'Agenzia delle entrate. Una situazione ormai allo stremo in cui gli autotrasportatori hanno le mani legate, perché se da un lato avanzano ancora liquidità, dall’altro non possono più far fronte ai pagamenti. Criticità che Casartigiani sta denunciando da tempo e a oggi sembrerebbero ancora inascoltate”. Il 15 marzo, insieme alle associazioni Aigi e Confapi, che rappresentano l’indotto delle imprese…
Pagina 6 di 367