Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5087)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

"Confidiamo che possano riaprirsi prospettive già prospettate in passato" E' quanto ha dichiarato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in collegamento video con i due marò il tarantino Massimiliano Latorre ed il barese Salvatore Girone ancora dopo quasi 2 anni sotto processo in India. Il Capo dello Stato faceva riferimento probabilmente a quando ricevette assicurazioni sulla liberazione dei due militari italiani dal nuovo ambasciatore indiano in Italia.
Militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Taranto, all’esito di una complessa ed articolata indagine sviluppata sul territorio nazionale (Lombardia, Lazio, Campania, Puglia, Marche, Sicilia, Basilicata e Calabria), hanno scoperto un’autentica "filiera" del falso, sequestrando un ingentissimo quantitativo di prodotti di svariate categorie merceologiche recanti marchi registrati contraffatti (© Disney, ©Sanrio, ©Rovio Enternainment, ©Bravado, ®Bic, ©Marvel, ®Sisvel, ©Pixar, ©A.A. Milne), recanti false marcature ed attestazioni di sicurezza (CE, EMC, ROHS), qualità e tracciabilità, tali da indurre in errore il consumatore medio. Prodotti pertanto non sicuri poiché privi dei requisiti di sicurezza imposti dalla normativa nazionale e comunitaria a tutela della sicurezza e della salute del consumatore. L’attività di polizia giudiziaria ha complessivamente permesso di sottoporre a sequestro un totale di 2 milioni e 800 mila pezzi, fra dispositivi elettrici ed elettronici (lettori multimediali, accessori per informatica, apparecchiature elettromedicali, lampade notturne, luminarie natalizie, orologi e puntatori laser), dispositivi sanitari, giocattoli, articoli…
Militari della Tenenza di Manduria hanno eseguito un sequestro di vino “Primitivo di Manduria” commercializzato da un’importante azienda abruzzese operante nel settore vitivinicolo in campo nazionale ed internazionale. L’operazione scaturisce da articolate indagini eseguite dalle Fiamme Gialle e coordinate dalla Procura della Repubblica di Taranto, nell’ambito delle quali è stata accertata la commercializzazione di “Primitivo di Manduria” “D.O.C.” e “I.G.T.” attraverso marchi ingannevoli, di esclusiva pertinenza di una importante cantina sociale con sede a San Marzano di San Giuseppe (TA). Gli accertamenti hanno portato alla luce irregolarità anche nell’etichettatura delle bottiglie di vino, caratterizzate da un illecito riferimento, quale soggetto responsabile dell’imbottigliamento, ad una “società-ombra” con sede in Manduria che, in realtà, non ha mai acquistato, né venduto vino. In particolare, sono state utilizzate denominazioni e marchi (“Terre del Sud”, “Follia”, “Oversessanta”, “Oversettanta”, ecc.) nonché è stata costituita la società “VIGNETI DEL SUD” che, connotati da “evidente forza evocativa” dei…
L’arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro, torna da Roma soddisfatto, dopo l’incontro di poche ore fa con il Papa. Era stato lo stesso Pontefice, qualche giorno fa, ad invitarlo personalmente per discutere della situazione in cui verte la città e per incoraggiare i tarantini, per mezzo del loro pastore, a cercare la via della comunione e dell’unità. Un incontro agevolato dalla vecchia conoscenza che monsignor Santoro ha con Papa Bergoglio, dovuta agli anni trascorsi in America latina, uno in Brasile e l’altro in Argentina, che li hanno visti spesso impegnati insieme, a favore dei più poveri. Il Papa ha detto di stare seguendo il dramma che vive la città, schiacciata tra diritto alla salute e diritto al lavoro. Ha affermato di essere addolorato e preoccupato per le emergenze sociali che coinvolgono Taranto ed ha voluto un dettagliato resoconto della situazione da parte di Santoro. L’arcivescovo di Taranto nel corso del…
Il Tribunale di Taranto nei giorni scorsi con una sentenza che nessuno si aspettava, che ha ribaltato totalmente le richieste del pubblico ministero, che aveva chiesto condanne da quattro a sei anni per concorrenza illecita ma anche, in alcuni casi, per estorsione. ha assolto tutti i quindici imputati dall'accusa di avere attuato concorrenza illecita nella movimentazione delle merci sulle banchine del porto tarantino. Secondo il verdetto, non sussiste alcun reato nel comportamento tenuto dagli imputati nella gestione delle banchine del porto di Taranto. La denuncia era stata presentata nel 2003 da cinque agenzie marittime operanti nello scalo contro i vertici dell'Ilva, ma anche contro due operatori che svolgevano attività portuali.
“I dati disastrosi sul crollo dell’export pugliese (-15%, in Provincia di Taranto addirittura -58%), e con esso di un motivo di vanto che il nostro Governatore esibiva imprudentemente quanto abusivamente auto-annettendosene il merito, si accompagnano a quelli sul tracollo dell’occupazione (-120 mila posto in un solo anno), in due record nazionali negativi di cui avremmo fatto volentieri a meno. L’economia pugliese, in sostanza, sta franando in un processo incalzante di desertificazione industriale al quale la Regione di Vendola non soltanto non oppone alcun rimedio, ma al contrario alacremente contribuisce con politiche concrete smaccatamente ostili ad ogni libera intrapresa, attuale o potenziale. Una normativa sempre più vincolistica e soffocante, cui si aggiunge una prassi burocratica ancora più oppressiva all’insegna del “no” a tutto ed al contrario di tutto, stanno riducendo alla miseria e alla disperazione un popolo intraprendente e laborioso sottraendogli ogni possibilità di riscatto. L’ultima perla è un piano paesistico…
La Notte della Vita e del Sacro si è tenuta 14 dicembre. Spunti di riflessione, teatro, musica, enogastronomia, ma anche tanta storia e tradizione, che dal pomeriggio di sabato renderanno vivi luoghi simbolo della religiosità e della comunità tarantina, come la Cattedrale di San Cataldo, il MUDI (Museo Diocesano), le Chiese di San Domenico, Sant’Agostino e San Michele e le Piazze Duomo, Costantino e San Francesco. Abbiamo chiamato a raccontare la Taranto delle grandi potenzialità associazioni, movimenti, istituzioni culturali di rilievo del territorio – dice Nardoni – e abbiamo voluto che a raccogliere la sfida di una narrazione all’esterno di questo enorme patrimonio ci fossero intellettuali di fama nazionale come Paolo Mieli, presidente di RCS, il giornalista Luca Telese e il poeta Davide Rondoni. Così la sfida diventa la stessa Taranto che dalla crisi (di valori, ambientale, economica e produttiva) deve ripartire provando a mettere da parte per una volta…
Spero che i suoi critici, ora che è pubblicato, leggano attentamente questo decreto che rende disponibili, in modo legittimo e logico quindi anche costituzionale, risorse finanziarie necessarie al risanamento ambientale dell'ILVA. Lo ha dichiarato il sub-commissario Ilva Edo Ronchi, in occasione della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DL 136 =93Disposizioni urgenti dirette a fronteggiare emergenze ambientali e industriali e a favorire lo sviluppo delle aree interessate. Ronchi sottolinea anche che il decreto accelera le procedure chiarendo che le coperture enormi dei parchi che si devono realizzare, sono volumi tecnici e quindi non devono attendere modifiche urbanistiche e dei piani regolatori per essere realizzate, che, inoltre, accelera le procedure per l=92utilizzo delle aree interne non contaminate e che accelera i tempi per le valutazioni di assoggettabilità e di VIA, senza minimamente toccare l= e tutele ambientali*=94 . Per quanto riguarda il transitorio, fino all' approvazione del piano ambientale, il decreto chiarisce…
Il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, incontrerà venerdì 20 gennaio, alle 14, a Bari, il commissario liquidatore della cooperativa “19 luglio”, che edita il quotidiano tarantino. L’obiettivo è ottenere chiarimenti dall’avv. Mauro Damiani sui percorsi possibili per “rendere concreto un futuro che potrebbe passare da un nuovo progetto editoriale e dal contributo di forze imprenditoriali che vogliano investire sulla democrazia a Taranto. Si tratta di lavorare su ipotesi praticabili”. Insieme all’assessore Fabrizio Nardoni ed ai consiglieri Annarita Lemma, Michele Mazzarano e Arnaldo Sala, il presidente del Consiglio regionale ha intanto fatto il punto di problemi e prospettive della storica testata tarantina con una delegazione, composta dal direttore dimissionario Luisa Campatelli, da Angelo Di Leo, già componente del Consiglio d’amministrazione della cooperativa e da Ettore Raschillà del comitato di redazione. L'incontro del 17 dicembre è stato utile per attestare la vicinanza e la solidarietà dell'intero Consiglio regionale vista…
"Produrre ricchezza dalla tradizione agricola e dal paesaggio" * *"Una Puglia che scommette su se stessa e sulle capacità di produrre ricchezza e occupazione, diventando un polmone economico, culturale e sociale"* .*"Parole chiave: acqua, giovani, aggregazione, qualità, infrastrutture". *Questo è solo un estratto estrapolato dalle parole che l'Assessore Fabrizio Nardoni ha rilasciato su il "Il Sole 24 ore" di lunedì 9 Dicembre. in allegato
Pagina 353 di 364