Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Cronaca, Politica & Attualità
Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (5049)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Tra addii eccellenti, nuovi ingressi e conferme, dopo le fibrillazioni che hanno scosso Palazzo di Città il sindaco ha varato la nuova Giunta comunale di Taranto A poco meno di un mese dall’azzeramento, avvenuto il 16 dicembre scorso, il sindaco di Taranto ha oggi ricomposto la giunta comunale. Sono stati nominati assessori Giovanni Azzaro con delega allo Sviluppo Economico, Turismo e Sport e contestuale nomina a vice sindaco; Cosimo Ciraci con delega ai Lavori Pubblici, Risorsa Mare e Politiche di Coesione; Gabriella Ficocelli ai Servizi Sociali, Politiche di Inclusione e Pari Opportunità; Angelica Lussoso a Cultura, Eventi e Politiche Giovanili; Michele Mazzariello alle Società Partecipate, Risorse Umane e Affari Generali; Desiree Petrosillo alla Pubblica Istruzione, Università ed Edilizia Scolastica; Carlo Liuzzi con delega al Patrimonio, Tributi e Politiche Abitative. Il sindaco di Taranto “si è riservato, nei tempi dovuti, l’adozione dei successivi atti utili al completamento dell’intera composizione della giunta…
\\\\\\\"In tutte le centraline, sia interne che esterne, allo stabilimento, gli andamenti degli inquinanti sono privi di variazioni anomale e non mostrano significative ricadute sulla qualità dell’aria ambiente associabili all’evento emissivo. In ogni caso, non sono stati superati i valori limite prescritti dal D. Lgs. n.155/2010, anche in considerazione della durata dell’evento\\\\\\\". Lo dichiara Arpa Puglia, l’Agenzia di protezione dell’ambiente che fa capo alla Regione, dopo aver analizzato quanto accaduto due giorni fa all’interno dello stabilimento di Taranto di Acciaierie d’Italia (ex Ilva) quando un\\\\\\\'intensa e ampia nube rossastra di polveri e fumo si è sollevata dall’acciaieria 2 del siderurgico dirigendosi verso il vicino quartiere Tamburi. Sulle prime si è parlato di slopping, fenomeno inquinante che spesso si è verificato nel reparto dell’acciaieria, ma le verifiche fatte hanno escluso lo slopping, escluso anche dalla stessa azienda. Si tratterebbe infatti di un fenomeno emissivo riconducibile al processo di trasformazione della ghisa…
Un 26enne di Manduria (Taranto) è stato arrestato oggi dalla Polizia con l’accusa di tentato omicidio, nonchè di detenzione abusiva di arma comune da sparo, minacce aggravate, esplosione di fuochi in luogo pubblico, aggravati dal metodo mafioso e dai futili motivi. Vittima, un altro giovane di Manduria. Dalle indagini è emerso che il 26enne avrebbe esploso 3 colpi di arma da fuoco, due dei quali in direzione del titolare di un bar di Manduria, mancandolo, la notte del 22 dicembre. A quanto pare, il 26 enne stava festeggiando il suo compleanno in un locale del centro storico, quando un suo amico ha fatto esplodere una batteria di fuochi d’artificio che sono ricaduti tra gli avventori del dehors di un bar limitrofo. A seguito delle rimostranze del titolare di quest’ultimo locale, è nata una discussione con il 26enne. Quest’ultimo prima ha minacciato platealmente il proprietario del bar, poi si è allontanato,…
Un caso di slopping, emissioni non convogliate, è stato segnalato dal sito web VeraLeaks. <Impressionante slopping - scrive Luciano Manna, attivista -alle 9.10 di oggi dall’ acciaieria 2 dell’ex Ilva Acciaieria d’Italia. Come abbiamo già fatto in altre occasioni è nostra intenzione rivolgerci alla Procura.> Nel messaggio scritto su fb che accompagna le immagini, Manna ricorda le dichiarazioni rese nel 2013 in Tribunale da un fiduciario della famiglia Riva: <Io ho vissuto a Genova dove non potevamo assolutamente fare nessun, nessunissimo slopping perché ci avrebbero chiuso>. Parole che suonano tremendamente attuali perché a Taranto, dove il tempo sembra essersi fermato, le cose continuano a funzionare diversamente. Il fenomeno dello slopping - come spiega Ispra-è caratterizzato da emissione di una nube rossastra che si sprigiona dal tetto delle acciaierie a causa della formazione di scoria in eccesso dentro il convertitore e traboccamento al di fuori dello stesso ed è costituito da…
Un ragazzo di 13 anni ha perso il pollice della mano sinistra e due dita della mano destra per l’esplosione di un petardo. È accaduto a Statte, comune alle porte del capoluogo. Il ragazzo prima è stato trasportato all’ospedale di Taranto, poi trasferito al Policlinico di Bari per la gravità delle lesioni dove è stato ricoverato nel reparto di Chirurgia plastica e ricostruttiva. I Carabinieri, con un’indagine lampo, sono riusciti a risalire alla donna che avrebbe venduto al ragazzo l’ordigno artigianale, mettendo a rischio la sua incolumità. A casa della donna sono stati trovati altri fuochi pirotecnici di fattura artigianale, illecitamente tenuti e che non avrebbero potuto essere venduti. Sempre i Carabinieri, ma a Castellaneta, con l’aiuto del Nucleo Cinofili di Modugno, in un locale commerciale hanno trovato e sequestrato oltre 7 chili di botti non vendibili senza licenza. Il titolare del negozio, un 28enne, è stato denunciato alla Procura…
Regalo di Natale per circa 400 famiglie di Taranto, residenti nel rione Tamburi, che negli anni hanno visto i loro immobili deprezzarsi e degradarsi a causa delle polveri e dei fumi del vicino stabilimento siderurgico Ilva. Un’attesa durata molti anni è quindi finita. L’amministrazione straordinaria di Ilva - proprietaria degli impianti dell’acciaieria - ha riconosciuto indennizzi per complessivi 3,5 milioni a valle di sentenze della Magistratura. Le domande lavorate sono state 416, tutte saldate all’infuori di una quindicina che hanno presentato problemi relativi all’Iban per la corresponsione. Gli immobili in questione sono invece circa 240 e la differenza tra numero degli immobili e numero delle domande dipende dal fatto che in caso di appartamenti intestati a marito e moglie sono state fatte due corresponsioni, ciascuno dei proprietari ha avuto il 50 per cento della somma. Gli indennizzi sono andati da un minimo di 5mila euro ad un massimo di 30mila,…
La Polizia di Taranto ha eseguito stamattina un’ordinanza di misura cautelare con arresti domiciliari, emessa dal gip di Taranto, nei confronti di due tifosi foggiani. Sono ritenuti presunti responsabili dell’incendio aggravato avvenuto lo scorso settembre a Taranto nell’area della curva sud dello stadio comunale Iacovone. I due arrestati sono accusati di aver commesso il fatto in occasione di una manifestazione sportiva ed in luogo aperto al pubblico. Durante il derby col Foggia, ci furono da parte della tifoseria ospite scontri con le forze di polizia e vennero lanciati dei fumogeni, alcuni dei quali - come ricostruito dalle indagini e dalla visione delle immagini della videosorveglianza - finirono nella parte sottostante della curva, provocando l’incendio del materiale che lí era stato accastato temporaneamente. Si trattava del rivestimento in gomma della pista di atletica vicina allo stadio, da allestire in vista dei Giochi del Mediterraneo, manifestazione internazionale in programma nell’estate del 2026…
Non si placano le tensioni a Palazzo di Città e dintorni. \"Continuiamo a non ritenere razionali, rispettose e nemmeno aderenti agli interessi della comunità ionica certe dichiarazioni e certe iniziative degli ultimi giorni, da parte di taluni esponenti dei partiti di centrosinistra. \" Scrive il Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci in una nota stampa. \"Ciò non di meno, nell\'assenza di riscontri utili dopo l\'ottemperamento di tutte le loro richieste e il voto sul bilancio previsionale dell\'ente civico, il sindaco Rinaldo Melucci estende a tutti gli organismi di partito un ulteriore franco invito al confronto a Taranto, per la data del prossimo 28 dicembre, dalle ore 16. Seguirà convocazione in via formale alla riapertura degli uffici. L\'amministrazione comunale - augura a ciascuno un sereno Natale.\"
Quella della sicurezza sul lavoro continua a rappresentare un\'emergenza nazionale. Sono due gli incidenti verificatisi nelle ultime ore a Bari. In un caso per la persona coinvolta non c\'è stato nulla da fare, nell\'altro c\'è un ferito grave ora ricoverato in ospedale. I dati ci dicono che rischiare la vita sul posto di lavoro costituisce una realtà inaccettabile, che va fermata non solo con le parole ma con i fatti, diffondendo e praticando la cultura della sicurezza. Un operaio è sceso dal suo autoarticolato allo scalo ferroviario “Ferruccio” di Bari ma è stato investito ed è morto. È tutta da chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto ieri mattina: l’uomo, di cui non sono ancora note le generalità, potrebbe essere stato accidentalmente investito da un collega. Per conoscere l\'esatta dinamica dell\'incidente è al lavoro la polizia locale, intervenuta sul posto. “Stiamo continuando a portare avanti la campagna ‘Zero morti sul lavoro’, ma…
Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, resta in sella, il bilancio del 2024 viene approvato nel pomeriggio, ma la maggioranza di centrosinistra va in brandelli (la direttiva era quella di non votare il bilancio o di chiederne il rinvio) e alcune forze politiche, come Pd e Con, preparano già le espulsioni verso i consiglieri comunali che, dissentendo, hanno detto sì al bilancio. “Il voto del bilancio di oggi dimostra che il sindaco Melucci non ha più la maggioranza per governare la città. - commenta Anna Filippetti, segretario provinciale del Pd -. Anche se il bilancio è passato, i 17 voti necessari per governare non ci sono. In più, appare evidente che i tre transfughi del centrodestra sono stati fondamentali per l’approvazione. Come è evidente l’aiutino di 5 consiglieri di centrodestra che non hanno votato contro e sono usciti dall’aula. Il ribaltone politico si è compiuto. Il centrosinistra è all’opposizione, da…
Pagina 5 di 361