Scuola, Università & Formazione

Scuola, Università & Formazione (307)

Dopo il discorso del presidente Conte sulla chiusura in Italia di tutte le attività non strategiche per combattere il coronavirus Taranto si domanda e l’Ilva ? Ecco le dichiarazioni del segretario Uilm Taranto Antonio Talò, dopo il discorso del presidente Conte A questo punto bisogna mettere in sicurezza gli impianti e fermare anche AM che di “essenziale“ oggi come oggi non è certamente acciaio, fusoliere, pale eoliche; questo deve valere per tutte le aziende metalmeccaniche del territorio, stop senza se e senza ma! La priorità deve lessere la salute dei lavoratori e delle loro famiglie, mi auguro che i responsabili aziendali responsabilmente si adoperino da subito ad attuare provvedimenti immediati! Spero non ci costringano alla mobilitazione, non si poteva continuare a lavorare oltre a fronteggiare i rischi da lavoro. In questi giorni era evidente la paura in faccia ai lavoratori in tutte le aziende. Fermiamoci, prima si farà e prima…
La Direzione Ambiente del Comune di Taranto comunica che rispetto alle attività di sanificazione che si stanno conducendo procedure presso le strutture scolastiche del territorio, si specifica che le procedure si concluderanno, secondo il programma, nelle prime ore del mattino del 2 marzo. I tempi di intervento sono stati valutati compatibili con la normale ripresa delle attività scolastiche per lunedì mattina secondo i normali orari d’istituto. L’utilizzo dell’ozono e la sua attività battericida si esauriscono nell’arco di tempi brevi, come certificato da manuale d’uso delle apparecchiature utilizzate. Si suggerisce, prima dell’ingresso degli studenti l’apertura e l’areazione dei locali. Inoltre non appare necessaria alcuna attività di pulizia straordinaria, pertanto si ribadisce come concluse le attività di sanificazione, tutte le attività a partire da lunedi possono riprendere con regolarità.
 Il Sindaco Melucci scrive al presidente Conte circa la richiesta d’istituzione dell’Università degli Studi di Taranto. Di seguito il testo della lettera “In aderenza alle esigenze della formazione universitaria del territorio ionico, il Comune di Taranto ha concorso da oltre quindici anni a sostenere corsi di laurea distaccati dall’Università degli Studi di Bari. In ultimo, per sostenere l’offerta formativa che negli ultimi anni ha registrato una considerevole flessione, nell’anno accademico in corso è stato sottoscritto un Accordo di Programma cofinanziando un programma assunzionale di ricercatori e di formazione post universitaria, con conseguente impiego d’importanti risorse finanziarie. È altrettanto noto lo sforzo delle istituzioni tutte (Governo, Comune, Regione, ASL) mirato a istituire a Taranto il Corso di laurea in Medicina e Chirurgia, finalizzato a contrastare la grave emergenza sanitaria. In tal senso, la Conferenza di servizi, in data 21 febbraio u.s., ove ha partecipato anche il Sottosegretario Sen. Mario Turco, ha…
“Dal 2015 ad oggi avviati e pagati circa 30mila tirocini formativi che hanno consentito ai giovani pugliesi di confrontarsi con il mondo del lavoro” L'Assessore alla Formazione della Regione Puglia chiarisce: rimane un 8 per cento di istanze che sarà evaso a breve". In piena attività la task force regionale approntata per saldare quanto dovuto ai tirocinanti del Programma Garanzia Giovani. Ad oggi sono in lavorazione 7.210 istanze, a fronte delle 90mila che gli Uffici hanno gestito per i 30mila tirocini finanziati dalla Regione. Il 92 per cento dei tirocinanti ha avuto quanto di sua competenza, rimane un 8 per cento di istanze da evadere. Secondo il cronoprogramma degli Uffici tutte le istanze saranno concluse entro fine marzo, con uno slittamento dei tempi di liquidazione per quelle pratiche che richiedono integrazione di documentazione in quanto presentate non complete. Le istanze che sono da portare a compimento, pari all'8 per cento…
 Il nuovo corso di laurea in Medicina e Chirurgia che l’università di Bari ha istituito a Taranto sarà ubicato nella ex sede della Banca d’Italia, un prestigioso immobile nel centro di Taranto che affaccia sul lungomare. La scelta della sede è stata definitivamente ufficializzata in una conferenza di servizi in Prefettura, presenti il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, con delega alla programmazione economica, Mario Turco, il prefetto di Taranto, Demetrio Martino, e altri rappresentanti istituzionali. Banca d’Italia ha dismesso la sede provinciale di Taranto da qualche anno nel quadro del riassetto dell’istituzione. Da allora l’immobile è rimasto inutilizzato. L’orientamento emerso è ora quello di acquistare l’edificio attraverso un progetto specifico da finanziare nell’ambito delle misure del Contratto istituzionale di sviluppo per Taranto. Contratto che tra l’altro residua di circa 500 milioni di risorse (riprogrammate e riassegnate a Taranto) da spendere. Siccome però si vuol far partire il nuovo corso si…
La caserma Castrogiovanni a Taranto, della Marina Militare e sinora utilizzata come centro di formazione delle reclute, diverrà la Scuola allievi carabinieri più grande d’Italia. Ieri mattina il Comune di Taranto ha coordinato una riunione operativa ai fini dell’insediamento della Scuola la cui istituzione è stata decisa dall’Arma. La struttura, da marzo prossimo, ospiterà circa 500 militari che costituiranno il primo corso del distaccamento della Scuola Allievi Carabinieri Campobasso. A regime la Scuola Carabinieri avrà più di mille allievi. Alla riunione, presieduta dal vicesindaco Paolo Castronovi, hanno partecipato anche i dirigenti tecnici delle aziende partecipate dal Comune, “Kyma Ambiente Amiu” e “Kyma Mobilità Amat” poiché “la prospettiva è quella di implementare attività specifiche che riguardino la gestione dei rifiuti e gli spostamenti”. “Abbiamo garantito tutta la nostra collaborazione - ha commentato il vicesindaco Castronovi - sia alla Marina Militare, sia ai Carabinieri. L’arrivo di 500 allievi è una occasione di…
 Pronti i pagamenti per i corsi di "Mi Formo e Lavoro". Settimana prossima, infatti, saranno liquidati i pagamenti per 109 corsi di formazione professionalizzante. Si aggiungono ai 29 corsi per i quali i pagamenti sono stati già liquidati. In totale sono stati erogati 363 corsi a cui hanno partecipato 3.584 disoccupati. I percorsi formativi sono partiti a giugno e alcuni sono in corso di svolgimento. Da tempo gli uffici, unitamente ad una task force voluta dall'assessore all’Istruzione, alla Formazione, al Lavoro, Sebastiano Leo, stanno lavorando sulle istanze e questa attività ha come risultato la corposa tornata di pagamenti in programma. Uno sforzo notevole perché il processo di controllo è reso molto complicato dalle numerose richieste di integrazioni (per la precisione 223 in relazione a 363 corsi erogati) che la Regione, per garantire il regolare utilizzo dei Fondi Strutturali e non incorrere in sanzioni da parte degli Organi comunitari, ha dovuto…
L’Arma dei Carabinieri istituirà a Taranto una Scuola allievi Carabinieri. La struttura, data in avvio nei prossimi mesi, potrebbe essere insediata in uno degli immobili della Marina Militare ad oggi sottoutilizzati o non più utilizzati. Sia la Marina che l’Aeronautica Militare hanno infatti a Taranto alcune delle loro scuole di formazione. In vista dell’avvio della Scuola allievi Carabinieri a Palazzo di Città incontro tra il comandante della Legione Allievi Carabinieri di Roma, Michele Sirimarco, il comandante della Scuola Allievi Carabinieri di Taranto, Domenico Punzi, il comandante provinciale di Taranto, Luca Steffensen, e il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. Si sono affrontate le modalità e l’agenda con cui costruire un rapporto di sinergia e collaborazione tra le istituzioni “al fine - si spiega - di agevolare questo progetto e rendere alta la qualità della vita delle centinaia di allievi Carabinieri attesi a Taranto, immaginando anche un significativo momento inaugurale alla presenza…
 La nuova facoltà di medicina di Taranto avrà sede nel nuovo Policlinico “San Cataldo” da costruire. Lo ha deciso ieri la conferenza di servizi presieduta a Taranto dal governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano. Presenti Università di Bari, Scuola di Medicina, Asl Taranto e Comune di Taranto. Forte - è stato dichiarato - “la volontà di lavorare insieme per presentare, entro il termine indicato del 21 febbraio, la scheda al Ministero dell’Università e permettere l’apertura del corso di laurea di medicina e chirurgia a Taranto”. Per Emiliano, “la conferenza dei servizi sta individuando tutto il necessario per dare indicazioni al Ministero per la prosecuzione dell’attività della Facoltà di Medicina qui a Taranto”. “Siamo d’accordo sulla necessità, secondo le regole universitarie - ha aggiunto Emiliano -, che la sede, nella prospettiva, deve coincidere con il cosiddetto Policlinico di Taranto, quello in costruzione al San Cataldo. Nelle more, la sede principale della…
 Anche se Martina Franca, realtà del Tarantino dove è molto diffuso il tessile-abbigliamento, è stata esclusa dalla costituzione di un Its (Istituto tecnico superiore) specializzato nella moda, non va abbandonata la necessità di formare quanti intendono avvicinarsi a questo settore. È l’opinione di Confindustria Taranto. Per l’associazione degli intenditori, “l’esclusione dal bando per l’istituzione di un Its della Moda, come peraltro già espresso dallo stesso Comune di Martina Franca”, costituisce “uno “stop” inatteso e per molti versi deludente in considerazione dell’impegno profuso da tutti i soggetti coinvolti ai fini della piena riuscita dell’iniziativa”. Secondo Confindustria Taranto, “molte erano state, infatti, le aspettative riposte nella costituzione di un Istituto Tecnico Superiore nello specifico ambito del Sistema Moda, in quanto palese coronamento di un percorso - avviato già da molti anni – finalizzato a strutturare all’interno di un Its gli indispensabili livelli di formazione delle giovani generazioni”. Tutto questo, dichiara Confindustria Taranto.…
Pagina 1 di 22