Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (4423)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Sabato, 26 Febbraio 2022 11:25

NO WAR/ A Taranto si manifesta per la pace

Scritto da
Di fronte alla preoccupante guerra appena scoppiata ai confini dell’Europa, questa mattina a partire dalle ore 11 il Comitato per la Pace di Taranto ha organizzato un presidio dinanzi alla Prefettura, per ribadire che la Pace è la sola via da percorrere per superare la crisi in Ucraina e risolvere il conflitto. “Il rischio imminente- si legge in una nota- è quello che la situazione possa degenerare in un conflitto internazionale, a fronte del possibile intervento della Nato, che potrebbe coinvolgere la stessa Europa: è importante non restare indifferenti ed è necessario mobilitarsi ed impegnarsi insieme nella consapevolezza che la Pace è l’unica speranza per il futuro dell’umanità. Chiederemo al Prefetto, quale rappresentante del Governo Italiano, di impegnarsi con chiarezza e forza a favore della distensione e della cooperazione, contro ogni intervento militare, per la riduzione delle spese militari e degli armamenti.” (foto di Alessandro Marescotti)
“Mia madre è uscita dal rifugio sotterraneo per andare a cercare cibo ma non ha trovato nulla”. La testimonianza all’AGI è di Nataliya Dychenko, vicepresidente dell’associazione Italia- Ucraina Maidan che ha sede vicino a Milano. Dychenko vive e lavora a Reggio Emilia, sua madre e altri familiari stanno a Popasnya, un piccolo villaggio nel Donbass. “Cercava farina, uova, i beni essenziali ma non ha trovato niente. Gli alimentari non ci sono più. Ha 67 anni e in questo momento fatica a ragionare, non è più lucida, nonostante da 9 anni quella sia una zona dove sono abituati alle bombe. Il villaggio è stato colpito in modo massiccio anche questa notte. Tutti i ponti sono stati buttati giù per non far passare i russi”. Dychenko ha una cugina a Kiev “che non risponde più, spero sia ancora viva” e una sorella non lontana da Leipoli. “Anche lì la situazione sta peggiorando”.…
 Scatta l'allerta gialla in Puglia, con previsioni di un drastico peggioramento del tempo durante il fine settimana, che sarà caratterizzato da forti piogge e probabili nevicate, secondo l'ultimo bollettino diffuso dalla Protezione civile regionale, valido dalle 8 di oggi e per le successive 24-36 ore. “I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità – riporta il messaggio di allerta - locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Sono, inoltre, previste nevicate al di sopra di 500-700 metri, in abbassamento fino a 200-300 metri “con apporti al suolo moderati, fino ad abbondanti sulla Puglia settentrionale”. I venti "saranno da forti a burrasca settentrionali sulla Puglia centro-settentrionale, con rinforzi di burrasca forte su settori costieri”. 
 “La proposta che come M5S stiamo definendo col centrosinistra per il Comune di Taranto, la condivideremo col presidente Conte che segue la situazione. Abbiamo fatto un percorso interno nostro, a seguito di asssemblee abbiamo cominciato il confronto sui temi e se ci sono i presupposti, siamo pronti a siglare l’alleanza elettorale col fronte progressista già dal primo turno”. Lo ha detto oggi a Taranto il vice presidente M5S, Mario Turco, a margine della conferenza sull’intesa tra pentastellati e centrosinistra per le prossime comunali di Taranto e il sostegno al sindaco uscente Rinaldo Melucci (Pd). Per Taranto - una delle grandi città chiamate al voto di primavera - M5S e Pd vogliono riproporre il modello che a Napoli ha eletto sindaco l’ex ministro Gaetano Manfredi. “Il percorso - ha detto Turco - deve portare a due obiettivi essenziali: da una parte creare a Taranto l’alleanza del fronte progressista - e oggi…
Anche Taranto si rende protagonista di iniziative simboliche a sostegno della pace e per stigmatizzare quanto sta avvenendo in Ucraina ad opera dell’esercito Russo. Domani mattina a partire dalle 11 davanti alla Prefettura sarà attivato un presidio da parte del Comitato per la pace aperto a quanti si riconoscono nei valori universali della pace e del disarmo. “Esprimiamo la nostra preoccupazione- scrivono gli organizzatori- per l’escalation militare nell’Est Europa e la nostra contrarietà ad ogni ipotesi di partecipazione o supporto del nostro Paese ad un conflitto armato tra Ucraina e Russia.” Domenica 6 marzo sarà la volta di “Una Mimosa per la Pace”, una marcia contro ogni forma di violenza e quindi contro il conflitto armato che in questi giorni sta imperversando in Ucraina. Un messaggio di pace attraverso un corteo organizzato dall’Ufficio per le Pari Opportunità della Provincia di Taranto che silenziosamente partirà dall’Arsenale di Taranto, come dicevamo domenica…
I venti di guerra provenienti dall'Ucraina, il timore per i rincari dei prodotti petroliferi, ma anche il disagio degli autotrasportatori e le notizie su un possibile sciopero dei benzinai lungo le autostrade: tutto questo ha contribuito ad alimentare la psicosi che oggi in Calabria e, anche se in misura minore, in Puglia ha spinto molti automobilisti a prendere d'assalto le stazioni di rifornimento dei carburanti. A Catanzaro, lunghe colonne d'auto si sono formate su viale De Filippis, principale via d'accesso al capoluogo calabrese, dove sono concentrati diversi distributori. Stuazioni analoghe sono state segnalate nel quartiere Lido e anche in diversi centri della provincia, così come nel Cosentino e nel Reggino. L'attesa ha causato un po' di nervosismo fra gli automobilisti in coda, ma non si è registrato alcun incidente. In Puglia, code sono state segnalate nel Foggiano. Anche in questo caso qualche disagio per l'attesa ma nessun incidente. Nessun distributore,…
Il professor Massimo Federico, oncologo salentino di fama internazionale e consulente scientifico del Dipartimento di Ematologia dell'Istituto Nazionale Tumori (NCI) di Kiev, si dice molto preoccupato per le conseguenze dell'attacco militare russo e lancia un appello al Consiglio d’Europa affinché si deliberi l’ingresso dell'Ucraina nella Unione europea. “Se l’Ucraina diventasse uno stato dell’Unione europea – riferisce il professor Federico all'AGI -, credo che automaticamente la Russia dovrebbe ritirare le proprie truppe, in quanto altrimenti diventerebbe ufficialmente invasore di uno stato membro dell’Ue. Se si potesse procedere in questa direzione si eviterebbe una guerra civile in Ucraina, sofferenze a milioni di cittadini ucraini, e verosimilmente si eviterebbero anche sanzioni e controsanzioni e di conseguenza anche una gravissima guerra, con conseguente crisi economica. Impegniamoci veramente per fare scoppiare la pace”. A causa dell'attacco militare della Russia, sono state annullate le riunioni scientifiche organizzate in Ucraina e in Russia nelle prossime settimane, alla…
Il commissario di Governo per la bonifica dell’area di Taranto, il prefetto Demetrio Martino - che è anche prefetto della città -, si avvarrà delle strutture della Provincia di Taranto, sia tecniche che amministrative, per gli interventi relativi a “Completamento rimozione e smaltimento del mercato ittico galleggiante affondato nel Mar Piccolo di Taranto” e “Bonifica delle aree non pavimentate del cimitero di San Brunone in Taranto “, per la quale è in fase di programmazione una nuova gara di appalto. Intanto, con due decreti, il commissario di Governo ha assegnato l'incarico di Responsabile unico del procedimento (Rup) per entrambi gli interventi, all'architetto Paolo Caramia, funzionario dell’Amministrazione provinciale di Taranto. L'iniziativa, spiega una nota del commissario, “si è resa necessaria a seguito della cessazione di operatività della struttura Investitalia che aveva fornito analogo supporto tecnico-amministrativo per la ripresa delle attività dopo un periodo di sospensione dei cantieri aperti dall'ex commissario nei…
Le imminenti elezioni al Comune di Taranto stanno determinando un quadro politico particolarmente vivace con colpi di scena continui. È di domenica scorsa la candidatura a primo cittadino di Walter Musillo ex segretario provinciale del Pd ora primo antagonista del sindaco uscente del Pd Rinaldo Melucci con una coalizione in cui trovano posto tutti i simboli di destra e centrodestra, dalla Lega ad At6 a Forza Italia passando per Fratelli d’Italia. “Siamo un laboratorio politico” ha esordito durante la presentazione il presidente della Provincia Giovanni Gugliotti che era tra i papabili per la candidatura e ha poi fatto un passo indietro. In questo scenario composito con nomi che ballano da una parte all’altra e tensione ecco che irrompe la lettera aperta dell’ex parlamentare e assessore regionale del Pd Michele Pelillo, da poco nominato commissario del Nuovo ospedale di Taranto San Cataldo, legato a Musillo da antico rapporto di amicizia che…
 In vista delle comunali di primavera a Taranto, il Movimento Cinque Stelle, che ha tenuto un’assemblea specifica, ha deciso “di iniziare un percorso di condivisione di un programma con il centrosinistra basato sul rispetto della “Carta dei Valori” del Movimento 5 Stelle e delle linee guida già deliberate”. Lo dichiara oggi Mario Turco, vice presidente M5S. Le linee guida sono tra le altre “il rispetto del codice etico, la tutela dell’ambiente e della salute, e la continuità del progetto di riconversione economica, sociale e culturale avviato con il “Cantiere Taranto” e promosso nel corso del governo Conte II”. “Al fine di salvaguardare i cittadini e sostenere il raggiungimento dei nostri obiettivi politici sul territorio – afferma iTurco – il Movimenti 5 Stelle nei prossimi giorni convocherà un tavolo di lavoro prodromico alla sottoscrizione del “Contratto dei Cittadini”, in cui saranno definiti gli aspetti fondamentali dell’azione amministrativa che si andrà a…
Pagina 8 di 316