Cronaca, Politica & Attualità

Cronaca, Politica & Attualità (4120)

Cronache e ultime notizie. Aggiornamenti e approfondimenti in tempo reale dalla Puglia

Il Policlinico di Bari ha segnalato all’Aifa un sospetto evento avverso di tipo ischemico, verificatosi in periodo successivo a vaccinazione. Il paziente di 54 anni è attualmente ricoverato in rianimazione in prognosi riservata. Il Policlinico precisa che "l’uomo è arrivato al pronto soccorso il 12 giugno scorso già in terapia farmacologica prescritta in altra sede, per trombosi venosa periferica". 
Calano i contagi Covid in Puglia ma si teme la quarta ondata con la variante delta/indiana. Lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. "Stiamo seguendo molto attentamente la variante Delta, che è la variante indiana – spiega -. La variante ha ricominciato a fare contagiati in Inghilterra, c’è un focolaio a Brindisi che è monitorato, speriamo di aver individuato tutti i contagiati". "La variante indiana ci preoccupa molto perché potrebbe essere meno sensibile ai vaccini e, quindi, - ha concluso - potremmo non avere ad ottobre l’immunità di gregge”. 
“Si pensi a salvare Taranto, non la fabbrica. No all’utilizzo di fondi pubblici per l’ennesimo salvataggio dell’ex Ilva”. Lo ha detto una delegazione di cittadini e di rappresentanti di movimenti e associazioni di Taranto ricevuta dal segretario nazionale Pd, Enrico Letta, a margine della riunione con i Circoli territoriali dem. Incontro inizialmente non previsto nel programma della visita di Letta a Taranto. “Un miliardo e ottocento milioni di fondi pubblici: questa la cifra, secondo il segretario del Pd, Enrico Letta, in visita oggi a Taranto, che il Governo vorrebbe utilizzare per rendere gli impianti dell'ex Ilva, 'sicuri' per la salute e la sicurezza degli operai e cittadini”, dice il movimento 'Giustizia per Taranto'. “Se veramente ci fossero questi ingenti fondi, chiediamo con forza che vengano utilizzati per chiudere gli impianti, bonificare il territorio e rilanciare l'economia di una città che ha già dato troppo al Paese, e non per salvare…
Calano i casi e dopo il monitoraggio sertimanale la cabina di regia ha stabilito il passaggio della Puglia in zona bianca insieme a Lazio, Emilia Romagna, Piemonte, Trento e Lombardia. «L'annunciato ingresso della Puglia in zona bianca - ha commentato l’assessore Lopalco- non deve far perdere di vista i comportamenti virtuosi da tenere, come indossare la mascherina, mantenere il distanziamento sociale e l’igiene delle mani. Il vaccino farà da argine a nuove fiammate della pandemia, ma il virus continua a circolare e occorre ancora fare attenzione per non vanificare gli sforzi fatti». Nella zona bianca stop al coprifuoco da subito. Senza coprifuoco ci si può spostare più liberamente in orario notturno. Inoltre, in zona bianca ci si può spostare senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale, se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, oppure se si è in possesso di…
 “Siamo pronti ad attuare immediatamente le disposizioni del Commissario Figliuolo su Astrazeneca. Sono circa 37mila le seconde dosi di Astrazeneca programmate per le prossime settimane cittadini under 60: a loro verrà somministrato Pfizer o Moderna secondo le indicazioni nazionali. Parliamo di un quantitativo assolutamente compatibile con le nostre scorte, questa indicazione del Cts non impatterà dunque sulla nostra campagna vaccinale, gli appuntamenti non subiranno slittamenti”. Così l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco dopo lo stop, annunciato in conferenza stampa dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid, alle seconde dosi di Astrazeneca per gli under 60. 
Ilva in amministrazione straordinaria, la società proprietaria degli impianti siderurgici attualmente in fitto al gestore ArcelorMittal Italia, aprirà una inchiesta interna sui fatti scaturiti dalla nuova inchiesta della Procura di Potenza e si costituirà parte civile. Lo apprende l'AGI. L’inchiesta ieri mattina ha portato in carcere l’avvocato Pietro Amara e il poliziotto Vito Paradiso, agli arresti domiciliari l’avvocato Giacomo Ragno e l’ex consulente di Ilva in amministrazione straordinaria, Nicola Nicoletti, e all’obbligo di dimora l’ex procuratore capo di Taranto, Carlo Maria Capristo. Corruzione in atti giudiziari, concussione, favoreggiamento, abuso di ufficio sono i reati contestati dal Gip di Potenza, Antonello Amodeo, nell’inchiesta coordinata dal procuratore capo Francesco Curcio. Le figure che toccano da vicino Ilva in amministrazione straordinaria sono quelle di Amara, consulente legale dell’azienda per un certo periodo, e di Nicoletti, consulente dei commissari straordinari di Ilva in amministrazione straordinaria che sono di nomina Mise. Amara e Nicoletti agivano…
 La Procura della Repubblica di Potenza accende un nuovo faro sull’ex procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, sottoposto da oggi all’obbligo di dimora. L’inchiesta riguarda la gestione di alcune vicende relative all’ex Ilva quando Capristo guidava la Procura di Taranto. L’avvocato siciliano Pietro Amara, oggi arrestato, sarebbe stato l’uomo di contatto con Capristo quando il legale era consulente per conto dell’amministrazione straordinaria di Ilva, quest’ultima affidata a commissari di nomina Mise. Ci sarebbe stato, secondo la Procura di Potenza, uno scambio di favori relativi ai procedimenti giudiziari per l’ex Ilva, azienda che negli anni di Capristo a Taranto chiese anche un patteggiamento. Ai nuovi provvedimenti di oggi, i magistrati di Potenza sono arrivati sulle tracce della prima inchiesta, quella che a maggio dello scorso anno aveva portato Capristo agli arresti domiciliari per una vicenda relativa a pressioni che lo stesso Capristo, quando guidava la Procura di Trani, avrebbe esercitato sulla…
Ultimo viaggio del Vittorio Veneto. A 13 anni dal disarmo, avvenuto a giugno del 2006, questa mattina intorno alle 4.30, con una apertura straordinaria del ponte girevole, l’incrociatore portaelicotteri Vittorio Veneto, per diversi anni nave ammiraglia della squadra della Marina Militare, ha definitivamente lasciato la base navale del Mar Piccolo di Taranto. Trainata dai rimorchiatori, la nave raggiungerà la Turchia, i cantieri navali del gruppo che si è aggiudicato la rottamazione e demolizione dell’unità. La relativa gara è stata effettuata dal ministero della Difesa a marzo 2019, tuttavia tra passaggi burocratici, organizzativi e poi il lungo stop imposto dal Covid, è stato necessario arrivare a giugno del 2020 prima di veder partire la nave da Taranto. All’incrociatore Vittorio Veneto è legato un pezzo significativo della storia della Marina. É stata infatti la prima nave ad essere impiegata nelle missioni internazionali e la sua partenza da Taranto, così come il suo…
Migliaia di persone hanno assistito ieri pomeriggio, sul lungomare e sul canale navigabile di Taranto, alla parata di avvio di SaiGP, la regata internazometri orari. Dalle 15 alle 16.30 il ponte girevole, che sovrasta il canalionale di catamarani veloci che vanno sull’acqua a 50 nodi orari, pari a circa 100 chile navigabile, è rimasto aperto per consentire il passaggio dei catamarani degli otto Paesi che si sfidano nella seconda edizione di SaiGP (Australia, Danimarca, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Nuova Zelanda, Spagna e Stati Uniti). L’apertura del ponte si è resa necessaria non solo per un effetto scenografico ma per l’altezza degli “alberi” delle imbarcazioni. Ciascun catamarano portava in evidenza il nome e la bandiera della Nazione di appartenenza. Distanziati pochi minuti l’uno dall’altro, i catamarani sono arrivati dalla rada di Mar Grande (l’area di sosta è una banchina del porto) puntando verso il canale navigabile per entrare in Mar Piccolo.…
Per favorire gli spostamenti in città dei numerosi tarantini e visitatori attesi in città per SailGP, Kyma Mobilità ha attivato un servizio di bus navetta tra il Capolinea Porto Mercantile e Piazza Castello, nelle giornate di sabato 5 e domenica 6 giugno, dalle ore 8.00 alle ore 22.00, con cadenza di partenza ogni 20 minuti. Questo è il percorso circolare del bus navetta: Porto Mercantile, Stazione ferroviaria - Ponte di Pietra, Piazza Fontana; Corso Vittorio Emanuele II – Ringhiera, Piazza Castello, Discesa Vasto, Via Garibaldi, Stazione ferroviaria e Porto Mercantile. Inoltre, le Linee urbane 9 da Buffoluto, 13 da Ilva, 15 da Lido Azzurro, 11 e 17 da Paolo VI, dopo la fermata prevista alla Stazione Ferroviaria effettueranno lo stesso percorso del bus navetta prima di raggiungere il Capolinea Porto Mercantile. In relazione all’interdizione del traffico veicolare sul Lungomare Vittorio Emanuele III, nelle giornate di sabato 5 e domenica 6…
Pagina 1 di 295