Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - Ambiente, Turismo & Trasporti
Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (438)

“Nei prossimi giorni si terrà il dibattito parlamentare per la conversione in legge o meno del decreto legge 2/2023 con cui il governo intende instituire un nuovo scudo penale per l\\\'ILVA che concede l\\\'immunità penale a chi gestisce lo stabilimento limitando i poteri della magistratura.” È quanto scrive PeaceLink nella nota con cui annuncia che l’Associazione è stata invitata a svolgere al Senato un\\\'audizione informale (congiuntamente a rappresentanti di Legambiente e WWF), sul disegno di legge n. 455 (d-l 2/2023 - Impianti di interesse strategico nazionale). Tale audizione avrà luogo, in modalità di videoconferenza, domani, martedì 24 gennaio alle ore 13.30, per una durata complessiva di 30 minuti circa (10 minuti a organizzazione), e sarà trasmessa in diretta streaming sul canale web del Senato. Chi volesse seguire l\\\'audizione da \\\"uditore\\\", potrà farlo visionando la diretta streaming sul canale specificato a margine della audizione prevista dal calendario http://www.senato.it/4316, nei consueti canali…
Un’area del rione Tamburi di Taranto, tra le più degradate dall’inquinamento industriale, tra il cimitero e il siderurgico ex Ilva, verrà rinnovata e riqualificata con una foresta urbana. È stata aggiudicata oggi la gara per i lavori del progetto che ammontano complessivamente a circa 7 milioni di euro. L’area dell’intervento, estesa per oltre 106mila metri quadri e sarà una “cintura verde” a ridosso del quartiere Tamburi. «Il progetto è uno tra i più simbolici - ha spiegato il sindaco Rinaldo Melucci - nel quadro dell’ambizioso processo di rigenerazione urbana e sociale che abbiamo immaginato per Taranto, tutto in chiave sostenibile. Il cantiere sarà finalizzato alla riqualificazione e valorizzazione paesaggistica e ambientale di un sito fortemente compromesso, mediante l’applicazione di tecniche e metodologie innovative di fitobonifica per il recupero e riadattamento di matrici inquinate e lo sviluppo tecnologico connesso”. Il progetto si articola in sei assi di intervento: la fascia filtro,…
Vanno via per la stagione croceristica 2023 a Taranto le compagnie Tui e MSC, ma arrivano Costa Crociere e Norvegian Cruise Line, mentre confermano la loro presenza anche per quest’anno Celebrity Cruises, Marella Cruises, P&O Cruises, Noble Caledonia e Sea Cloud, sette in tutto. Gli approdi saranno 40 contro i 54 del 2022, ma ci sono le premesse per andare oltre i 110mila passeggeri transitati lo scorso anno perchè le navi attese sono tutte grandi. Le due novità particolari sono la scelta di Costa Crociere di fare di Taranto un “home port” e lo svolgimento, dal 27 ottobre della nuova edizione dell’Italian Cruise Day, forum specialistico di settore con tour operator e agenti di viaggio, compagnie armatoriali, agenti marittimi e rappresentanti delle entità portuali. È il quadro della stagione presentato questa mattina a Palazzo di Città da Comune di Taranto, Regione Puglia, Autorità portuale e Taranto Cruise Port. “L’arrivo di…
Il coordinamento delle associazioni e dei movimenti ambientalisti ha organizzato per domani un presidio sotto la prefettura di Taranto, per contestare la reintroduzione dello scudo penale per Acciaierie d’Italia, ex Ilva, prevista nel decreto legge n.2/2023 entrato in vigore il 6 gennaio e per il quale il 19 gennaio comincia l’esame della commissione Industria del Senato. “Consideriamo positivamente la sentenza di Ambiente Svenduto che prevede la confisca degli impianti inquinanti e il loro fermo”, scrive il Coordinamento in un documento diffuso alla vigilia della manifestazione. “Riteniamo che non si possa procedere alla nazionalizzazione degli impianti, perché sono attualmente sotto sequestro in quanto pericolosi per la salute e l\'ambiente. Sosteniamo la nuova inchiesta della magistratura che contesta l\'efficacia della messa a norma degli impianti”. “Contestiamo lo scudo penale e il relativo decreto salva Ilva che serve a bloccare la magistratura”, argomentano i promotori del presidio di domani. “Consideriamo importanti le 4…
Si è insediato, su iniziativa del sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, l’osservatorio chiamato a monitorare la grande industria. In primo piano il tema ex Ilva, ora Acciaierie d’Italia. Il sindaco ha dichiarato che “il monitoraggio dei principali inquinanti, il rispetto delle norme e la presenza costante sui tavoli governativi, restano questioni di primaria importanza nella gestione del rapporto con la grande industria. L’osservatorio - ha proseguito Melucci - sarà luogo di confronto, ma sarà anche uno strumento utile a sostenere alcune questioni dirimenti, in una prospettiva che non può dirsi separata dal percorso che stiamo conducendo altrove, ossia la definizione di un accordo di programma che accompagni il processo di decarbonizzazione del siderurgico e tenga in debito conto la valutazione preventiva del danno sanitario”. Per il sindaco di Taranto, “si tratta di un passo significativo passo verso un approccio razionale e partecipato a quei temi di rango costituzionale, che oggi…
Associazioni e movimenti ambientalisti prendono posizione a Taranto contro la reintroduzione dello scudo penale per le imprese strategiche nazionali, tra cui l’ex Ilva, ora Acciaierie d’Italia, a seguito dell’entrata in vigore, dal 6 gennaio, del decreto legge n. 2 del 2023. Oggi è stato annunciato che martedì 17 gennaio, alle 10, dinanzi alla Prefettura di Taranto, ci sarà un presidio di protesta. Il sit in precede di due giorni il vertice convocato a Roma dal ministro Adolfo Urso (Imprese) per spiegare ai vari soggetti interessati (sindacati, istituzioni dei territori, Confindustria e altre associazioni datoriali) i contenuti e gli obiettivi del dl. Il 17 una delegazione di ambientalisti chiederà di essere ricevuta dal prefetto di Taranto, Demetrio Martino, “al fine di consegnare - si spiega - un documento che motiva l\\\\\\\'opposizione al nuovo decreto legge e anche all’ipotesi di nuovo rigassificatore galleggiante”. La delegazione “esprimerà inoltre la richiesta di partecipazione democratica…
Nello stabilimento Acciaierie d’Italia, ex Ilva, di Taranto, è entrato in funzione il terzo impianto Meros implementato da Primetals Technologies. Serve ad abbattere polveri e metalli dai fumi dell’agglomerato. Lo dichiarano, in una una nota congiunta, Acciaierie d’Italia, joint tra ArcelorMittal e Invitalia, e Primetals Technologies. Il produttore siderurgico italiano ha ordinato in totale 7 impianti Meros, di cui 4 per gli impianti di agglomerazione e 3 per la centrale elettrica 2, tutti nello stabilimento di Taranto. I lavori di costruzione per i restanti quattro impianti sono iniziati a settembre. I tre in funzione riguardano invece l’agglomerato dove vengono preparate le materie prime per la carica degli altiforni. “Siamo molto soddisfatti della performance dei 3 impianti Meros in esercizio. In termini di sostenibilità, Meros è una tecnologia chiave per noi e non vediamo l’ora di completare il programma con gli altri 4”, ha dichiarato Alessandro Labile, direttore dello stabilimento di…
Prevenire rischi collegati ad attività escursionistiche, monitorare eventuali emergenze sanitarie garantendo adeguati interventi di soccorso, promuovere ed incentivare la fruizione sostenibile di aree naturalistiche divenute mete turistiche.Sono i punti cardine su cui verte il Protocollo d\'Intesa siglato dalla Provincia di Taranto, presieduta da Rinaldo Melucci, ed il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico- Servizio Regionale Puglia. Si tratta di un documento che va ad inserirsi nell\'ambito dell\'iter che tende a rendere operativo sotto ogni aspetto il Parco naturale Regionale “Terra delle Gravine”, area geografica unica nel suo genere in Europa in quanto caratterizzata da un inestimabile patrimonio archeologico e custode di un\'eccezionale varietà di piante, animali e microrganismi. Registratosi ad alcune settimane dall\'importante vertice che, tenutosi a Bari, ha visto l\'Amministrazione provinciale ed i sindaci dei Comuni interessati illustrare all\'assessore regionale Anna Grazia Maraschio la programmazione delle fasi che dovranno portare alla costituzione della “governance” del Parco, il Protocollo…
 “La fabbrica compie reati ambientali gravi e non rispetta le prescrizioni”. Lo ha detto, in una conferenza stampa, Luciano Manna, del movimento ambientalista, a proposito di ex Ilva, Acciaierie d’Italia. Erano presenti anche l’europarlamentare Rosa D’Amato e rappresentanti di altri movimenti ambientalisti. “La fabbrica continua a produrre sulla base di bugie e continua a violare la legge” ha sostenuto Manna, che ha annunciato un nuovo esposto alla Procura di Taranto a fine mese. Riferendosi ad una prescrizione ambientale da attuare entro fine dicembre scorso, Manna, nella conferenza stampa, ha mostrato quelle che ha presentato come foto di rifiuti, relativi a scarti di produzione, pari a diverse migliaia di tonnellate, ed ha dichiarato, “che vengono stoccati all’aperto. Sulla città incombono montagne di minerali. Ci sono rifiuti speciali stoccati a nord della fabbrica”, ha detto Manna, secondo cui “la prescrizione dei rifiuti è stata inserita nel piano ambientale di marzo 2014 e…
Evitare di perdere finanziamenti che rischiavano di non poter essere utilizzati a causa di margini temporali ridottissimi e riprogrammare un intervento per il quale non c\'erano più spazi di manovra in favore di opere di manutenzione straordinaria di arterie viarie del territorio ionico. È il duplice obiettivo a cui punta l\'Ente Provincia di Taranto presieduto da Rinaldo Melucci che, con la proposta di aggiudicazione di due distinti progetti trasmessi al Dipartimento Mobilità della Regione Puglia, ha rispettato i termini per l\'assunzione dell\'obbligazione giuridicamente vincolante che, va ricordato, è condizione necessaria per poter beneficiare dei finanziamenti già stanziati, in totale 14 milioni di euro. Resa possibile grazie al prezioso contributo di ASSET Puglia ed al costante impegno del presidente Melucci, del dirigente Polignano e dei tecnici del Settore Viabilità dell\'Ente, d\'intesa con il Dipartimento Mobilità della Regione, la riprogrammazione ha riguardato finanziamenti che necessitano di tempistiche più lunghe. I due importanti…
Pagina 1 di 32