Ambiente, Turismo & Trasporti

Ambiente, Turismo & Trasporti (278)

Un’area agricola di 5.000 metri quadrati, adibita a discarica abusiva, è stata sequestrata dalla Polizia a Grottaglie (Taranto) e otto persone sono state denunciate in stato di libertà otto persone perché ritenute, a vario titolo, responsabili di gestione illecita di rifiuti pericolosi. Due sono i proprietari dell’azienda di smaltimento di materiali ferrosi, sei invece i proprietari dell’area, tutti di Grottaglie. Le indagini sono state avviate in seguito al ritrovamento, nelle campagne di contrada “Paparazio”, a nord di Grottaglie, di un autocarro Iveco munito di una gru a “ragno”, usato probabilmente per lo scarico illegale di rifiuti. Il mezzo era stato abbandonato fretta poco prima dell’arrivo dei poliziotti, con le chiavi ancora inserite nel nottolino dell’accensione. Dall’ispezione dell’autocarro, i poliziotti hanno tratto gli elementi per risalire alla proprietà del mezzo e alla ditta di recupero di materiali ferrosi che lo usava. In seguito, gli agenti, con l’ausilio delle riprese aeree effettuate…
 Il comune di Taranto riprende la gestione pubblica per la selezione del rifiuto secco residuo (plastica, carta, cartone, metalli, alluminio, vetro) proveniente dalla raccolta differenziata. Stanno infatti per terminare i lavori di revamping tecnico e tecnologico dell’impianto "Pasquinelli". Lo annuncia l’assessore all’Ambiente del Comune di Taranto, Annalisa Adamo. “L’ormai prossima apertura dell’impianto, ultimato e pronto all'esercizio, consentirà all'azienda e ai cittadini di Taranto di gestire il processo di valorizzazione delle frazioni nobili di rifiuto con il proprio impianto, cui verranno destinate circa 20 risorse lavorative, assicurando, anche, un importante incremento occupazionale” dichiara Adamo. “Il percorso, seppur complesso, è durato quasi due anni, ma oggi possiamo affermare di aver raggiunto un importante obiettivo per l’intera collettività tarantina e non solo” aggiunge Adamo. L’impianto sarà affidato ad Amiu, azienda del comune di Taranto per l’igiene urbana. Realizzato “in tempi brevissimi - rileva Adamo - l’iter autorizzativo e di legittimazione dell’impianto, anche con…
“Ci sono opportunità turistiche e conservative da far convergere” Lo sforzo verso la transizione del nostro territorio e del suo modello di sviluppo economico, ha bisogno di più coraggio e maggiore determinazione. Per farlo occorre uscire dall'ossessione di parlare sempre e solo del presente, senza programmare un nuovo modello di sviluppo sostenibile, che vada dall’agricoltura fino al turismo in chiave green. Bene dunque l'istituzione del Parco del Mar Piccolo, ma occorre continuare su questo solco proteggendo soprattutto gli ecosistemi in pericolo. Walter Musillo, leader di Idea Indipendente, parla così preannunciando l’impegno di tutto il suo gruppo verso un'ipotesi di lavoro legata al turismo naturalistico. Questo settore in Italia genera quasi 31 milioni di presenze l’anno. Sono persone che cercano natura e cultura e un rapporto nuovo con esse – spiega Walter Musillo – per tale ragione prima che tutto si consumi nel segno del fuoco, dell’incuria o del dolo, come…
Prenotazioni per le vacanze in netto calo, in media del 60-70%, con segnali di lieve ripresa ad agosto. È quanto emerge, in merito all'andamento turistico di quest'estate, da un sondaggio di Confcommercio Taranto su un campione di imprese ricettive associate. Tre, i quesiti posti agli operatori interpellati: andamento delle prenotazioni di luglio ed agosto, arrivi stranieri e andamento del bonus vacanze. “Gli elementi emersi hanno un valore puramente indicativo” specifica Confcommercio Taranto, precisando di aver interpellato strutture alberghiere ed extralbeghiere. In generale - osserva Confcommercio Taranto - “si registra un calo dei flussi e delle prenotazioni rispetto al luglio-agosto 2019 (tra il 60% e il 70%)”. Inoltre, “alcune strutture sono tornate operative solo a metà luglio non avendo sino a quel momento prenotazioni”. Per Confcommercio, registrano “punte di maggior sofferenza le strutture alberghiere ed extra alberghiere allocate in aree rurali ed interne, solitamente apprezzate dal turismo di provenienza estera. Nel…
L’amministrazione comunale di Taranto si appresta a lanciare un avviso pubblico che individuerà operatori interessati a offrire nel territorio della città, in via sperimentale, servizi di mobilità alternativa. Lo annuncia il Comune precisando che “biciclette elettriche e mezzi innovativi a propulsione elettrica come i monopattini (quelli ammessi all’uso sul territorio del Comune di Taranto), sono il focus di questo provvedimento che mira a garantire a Taranto i cosiddetti servizi di sharing mobility nella modalità del free floating, il flusso libero che consente di prendere e lasciare i mezzi ovunque nel territorio urbano". Questo progetto di sharing mobility, nei piani del Comune, è destinato a integrarsi in maniera efficace con il trasporto pubblico locale, risolvendo diverse problematiche. “Può essere una soluzione per il traffico che si sviluppa durante i grandi eventi - dice il sindaco, Rinaldo Melucci – considerando che Taranto ne ospiterà diversi nei prossimi anni. Ma è anche una…
“Il Just Transition Fund, lo strumento della transizione verde del Recovery Fund, è stato tuttavia fortemente ridimensionato e noi riteniamo che le risorse rimanenti non possano essere sprecate in un'impossibile rilancio dell'Ilva”. È un passaggio della lettera che oggi il Comitato cittadino per la salute e l’ambiente a Taranto ha inviato al premier Giuseppe Conte. Il Comitato, che riunisce diversi soggetti tra associazioni e movimenti già esistenti, è nato qualche giorno dopo il 4 luglio scorso, quando una nube di polvere ferrosa, a causa del maltempo, si sollevò dallo stabilimento siderurgico ArcelorMittal riversandosi sui vicini quartieri di Taranto, Tamburi e Paolo VI. "Si profila una 'riconversione verde' di pura facciata che non ferma gli altoforni attuali e tutti gli impianti connessi dell'area a caldo, con le imponenti emissioni di CO2 che sono alla base della maxi multa dall'Arera", scrive il Comitato al presidente del Consiglio, facendo riferimento alle multe per…
 La giunta regionale della Puglia ha approvato oggi pomeriggio il disegno di legge istitutivo del parco regionale del Mar Piccolo di Taranto e la relativa perimetrazione. Si tratta di “un importantissimo passo avanti perché adesso", dichiara il consigliere regionale della Puglia, Gianni Liviano, promotore dell'iniziativa. Ora, aggiunge, “manca davvero poco perché tutto diventi realtà". Per Liviano, si avvia a compimento un percorso cominciato due anni fa, che ha coinvolto vari organismi, anche istituzionali, nonché, afferma, “oltre 15mila tarantini che hanno sottoscritto la petizione a sostegno della realizzazione del parco regionale del Mar Piccolo”. Secondo Liviano, con l'istituzione del parco del Mar Piccolo "è arrivato il momento di svoltare e di salvaguardare questo importante patrimonio puntando al recupero dell’identità che non può essere slegato da temi quali l’economia circolare, l’innovazione, l’alta tecnologia, lo sviluppo sostenibile”. “Sono tutti temi - afferma - che sono al centro di una discussione che deve essere…
Il Mar Piccolo raddoppia. Dopo l'approvazione della legge istitutiva del Parco naturale, il disegno di legge relativo attende di essere approvato dalla giunta regionale, oggi il consiglio regionale ha approvato all'unanimità, convertendola in legge, la proposta di legge, anche questa a firma del consigliere regionale Gianni Liviano, che punta alla valorizzazione antropologica, storica e culturale del Mar Piccolo. "Con l'approvazione di questa mia proposta si completa un circuito virtuoso che può fare davvero del Mar Piccolo un punto centrale di ripartenza della nostra città. Puntare su questo angolo meraviglioso di Taranto vuol dire contribuire alla rinascita di un territorio che può far leva anche sulle attività produttive che vi insistono". A questa legge, spiega ancora il consigliere regionale tarantino, potranno fare riferimento "gli enti locali per progetti presentati dagli stessi, in azione di sistema con la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Puglia ma anche con le…
Il ministero dell'Ambiente ha prorogato di cinque mesi la messa a punto del trattamento delle acque reflue e cokeria di acciaieria e di cokeria del siderurgico ArcelorMittal di Taranto al 30 novembre. Lo apprende l'AGI. In base alle prescrizioni Aia, Autorizzazione integrata ambientale, l'intervento, basato su nuove tecnologie, doveva completarsi il 30 giugno mentre adesso la nuova data è fine novembre. La proroga è stata chiesta da Ilva in amministrazione straordinaria, proprietaria degli impianti dati in fitto ad ArcelorMittal, in quanto col blocco determinato dal Covid 19 tutti i cantieri per gli interventi Aia nel siderurgico di Taranto si sono dovuti fermare e sono ripresi solo da alcuni giorni. Ilva in as aveva già stimato di completare l'intervento sulle acque reflue già a metà novembre. Circa invece la proroga del completamento della copertura dei nastri trasportatori del siderurgico, sul quale viaggiano le materie prime verso gli impianti (e la copertura…
Il mare pugliese è stato qualificato "in uno stato di qualità eccellente" per il 99,7% delle sue acque: il dato è stato reso noto all'Arpa Puglia, che ieri ha presentato i risultati delle attività svolte dal proprio Centro Regionale Mare (CRM) a nove mesi dalla sua istituzione. Stando ai risultati del monitoraggio, la Puglia, insieme alla Sardegna, ha il miglior dato di tutto il territorio nazionale relativamente allo stato di salute delle sue acque.
Pagina 1 di 20