Venerdì, 05 Agosto 2022 19:43

QUI COMUNE DI CRISPIANO/ Il consigliere Argese sul Documento programmatico preliminare “approvato senza condivisione” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Riceviamo e pubblichiamo dott.Giancarlo Argese Consigliere Comunale Gruppo GenerAzione di Crispiano

 

 

A chi giova approvare un documento come il DPP “Documento Programmatico Preliminare” con il solo voto della maggioranza? Perché si ritiene “già fatto” (solo 3 riunioni on line) e una mera perdita di tempo il continuare a confrontarsi con la collettività? C’entra il fatto che l’Amministrazione Lopomo, tenti disperatamente di portare a casa provvedimenti da sbandierare nella ormai sempre più prossima campagna elettorale? Si poteva fare diversamente a vantaggio di tutti?

Eppure, è evidente, che la distanza tra i cittadini e la politica sta aumentando, come ampiamente dimostrato dal netto calo di affluenza di cittadini alle ultime elezioni amministrative (es. Taranto), mi chiedo, non interroga i politici della Maggioranza Lopomo sul perché di tutto questo?

Queste sono solo alcune delle domande che dopo l’esito del Consiglio Comunale del 21 luglio scorso, mi vengono in mente...

Il DPP è arrivato in Consiglio Comunale mentre la condivisione e partecipazione è mancata totalmente! Solamente 3 riunioni on line e nient’altro, mi fano pensare, che il senso di responsabilità della Maggioranza Lopomo sembra ormai smarrito. La buona prassi della condivisione sembra far parte di un’altra era politica. Oggi, fra un post sui social e l’altro, il Sindaco e i suoi consiglieri marciano a tappe forzate, predicando la partecipazione come principio fondamentale e irrinunciabile e razzolando male, anzi, malissimo visti i risultati.

La partecipazione dei cittadini non si attiva con un semplice click sul mouse; va invece riguadagnata sul campo, con la pratica, con la credibilità degli attori politici che la vogliono perseguire concretamente, e di certo non può essere apparecchiata a proprio uso e consumo magari affidandosi a una diretta Facebook, oppure ai post di propaganda di alcuni Consiglieri Comunali di maggioranza. È tutta qui la partecipazione?

In Consiglio Comunale, più volte ho chiesto all’Amministrazione, di farsi carico di organizzare altri incontri pubblici per discutere e valutare alcune integrazioni al DPP che a mio avviso avrebbero reso più partecipativo e specifico il documento da approvare.

Pur essendo pienamente consapevole, che il nostro paese ha bisogno di dotarsi al più presto possibile di un piano urbanistico generale all’altezza delle problematiche complesse che presenta il nostro territorio, penso, che già da queste battute il piano debba avere un’anima quanto più possibile caratterizzata e improntata alla “partecipazione e condivisione” con la cittadinanza. Per questi motivi, il mio voto in Consiglio Comunale è stato CONTRARIO.

Nel frattempo, insieme agli amici del Gruppo GenerAzione Crispiano stiamo preparando un documento con le nostre osservazioni al DPP, che partono dal rispetto e la conoscenza del nostro territorio. Aspetti fondamentali per una pianificazione equa e giusta.

Il documento sarà reso pubblico alla cittadinanza.

Dott. Giancarlo Argese Consigliere Comunale

Gruppo GenerAzione Crispiano