Stampa questa pagina
Lunedì, 25 Luglio 2022 16:25

AMBIENTE SVENDUTO/ Domani, a 10 anni dall’ordinanza del gip, recital di poesie al quartiere Tamburi In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

A dieci anni dall'ordinanza del GIP Patrizia Todisco, firmata il 25 luglio 2012 ma resa nota il 26 luglio 2012, vi sarà un recital di poesie nel quartiere Tamburi, in via De Vincentis.

 

L'appuntamento è quindi per il 26 luglio alle ore 19.30 davanti alla Targa della Maledizione del quartiere Tamburi di Taranto per ricordare l'ordinanza di sequestro impianti ILVA, firmata dieci anni fa dal GIP Patrizia Todisco.

 

“Un'iniziativa di narrazione collettiva - scrive il presidente di Peacelink Alessandro Marescotti- assolutamente inclusiva, un recital civile in cui ognuno avrà cinque minuti per raccontare quella giornata, o altre giornate che in questi dieci anni hanno fatto la storia di Taranto. Si potrà leggere una poesia, un ricordo, o raccontare un'emozione. O suonare qualcosa. 

 

Ognuno in questi dieci anni ha potuto dare una mano per cambiare: raccontiamo quelle speranze. Raccontiamo l'impegno profuso in questi dieci anni per fronteggiare il disastro ambientale. Un impegno che ha portato alla condanna in primo grado degli imputati accusati di disastro ambientale e associazione a delinquere.

 

Il recital si concluderà con la lettura di poesie di Riccardo Catacchio, già direttore del Corriere del Giorno, che donerà l'ultimo suo libro di poesie ad una rappresentanza di famiglie del quartiere Tamburi.  Il libro è intitolato “Ripensando Ethra” e reca il sottotitolo “Diario da una città siderurgica, una grande bellezza stuprata”.

 

Il recital civile inizierà con le ultime parole che concludevano l'ordinanza di sequestro del GIP Patrizia Todisco: “Non un altro bambino, non un altro abitante di questa città, non un altro lavoratore dell'Ilva, abbia ancora ad ammalarsi o a morire a causa delle emissioni tossiche del siderurgico”.”

Giornalista1

Ultimi da Giornalista1