Mercoledì, 20 Luglio 2022 19:48

IL PROGETTO/ Servizio civile universale, da oggi al via l’avventura di 15 giovani volontari In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono iniziati, a partire da oggi, i due progetti del Servizio Civile Digitale presentati dalla Provincia di Taranto quale ente capofila della RETE SCU (Servizio Civile Universale) “Cittadini al centro” e “Mondo Digitale 2021”. Ad accogliere i 15 volontari c’erano il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, il sindaco di Crispiano Luca Lopomo, il sindaco di Avetrana Antonio Iazzi, il sindaco di Arnesano (Lecce) Emanuele Solazzo e il sindaco di Maruggio, nonché vicepresidente della Provincia di Taranto Alfredo Longo e in rappresentanza dell’amministrazione di Leporano l’assessore Iolanda Lotta e il presidente del Consiglio Giovanna Tomai.

Nel fare gli onori di casa, il vicepresidente Longo ha sottolineato la necessità di questi progetti soprattutto per i comuni piccoli come quello di Maruggio in cui i volontari svolgono un’azione importantissima di supporto agli uffici comunali sempre in emergenza dal punto di vista del personale. Il sindaco Melucci, invece, ha evidenziato come con il Servizio Civile si riesca a mettere i cittadini al centro dell’azione amministrativa e non solo perché destinatari dei servizi dei comuni ma anche perché si offre a dei ragazzi, che sono anche al tempo stesso dei cittadini, la possibilità di crescere ed acquisire una professionalità spendibile in futuro.

Luca Lopomo, sindaco di Crispiano, ha focalizzato l’importanza del ruolo di facilitatori digitali che questi ragazzi avranno, soprattutto in una comunità come quella di Crispiano in cui il “digital divide” separa profondamente la generazione dei nativi digitali da quelle fasce di età meno avvezze alla tecnologia, come ha simpaticamente raccontato il sindaco del piccolo comune di Arnesano in provincia di Lecce, Emanuele Solazzo, dove c’è l’abitudine di recarsi anche a casa del sindaco quando un cittadino si trova in difficoltà.

All’incontro di oggi erano presenti anche i referenti di ciascun comune, Rosa de Napoli per il comune di Castellaneta, Michele Greco per il comune di Crispiano, Maria Rosaria Leuzzi per il comune di Leporano, Tiziana Di Biasio per Pulsano e Stefano Cervellera per il comune di Taranto.

Dopo le formalità della prima parte, si è entrati nel vivo della riunione. Scopo dell’incontro era quello di presentare ai ragazzi selezionati la tipologia di lavoro che andranno a svolgere ciascuno nelle proprie sedi comunali ed anche l’impegno formativo che li vedrà protagonisti nel corso di questo anno di servizio civile. La dottoressa Angela Scianatico consulente per la Provincia di Taranto, ha quindi illustrato il percorso che i volontari dovranno seguire accompagnati dai rispettivi tutor in ciascun comune.

Presenti anche i dirigenti dell’Acquedotto Pugliese, Fara Loseto e Marco Carabellese, in quanto una novità di questi progetti digitali sarà quella di istituire in ciascun comune un punto informativo dell’AQP al quale gli utenti potranno accedere per farsi guidare nell’utilizzo delle app che consentirà loro di fruire dei servizi da remoto e rendersi, in sostanza, via via più indipendenti.

Il dirigente della Provincia, nonché responsabile dei progetti del Servizio Civile, Stefano Semeraro ha infine annunciato che altri progetti del Servizio Civile Digitale e del Servizio Civile Ambientale sono stati approvati e che, quindi, avranno inizio prossimamente.

E’ stato, inoltre, evidenziato il coinvolgimento del Politecnico di Milano per le fasi di monitoraggio e valutazione dei risultati dei progetti, ai fini del massimo beneficio della cittadinanza.