Martedì, 21 Giugno 2022 06:56

LA PROPOSTA/ La delegazione di Confcommercio “per aiutare la Città vecchia occorre un assessorato ad hoc” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
  • La richiesta è unanime e si traduce in un semplice, ma accorato appello: “Città Vecchia va aiutata. Occorre una struttura tecnica che dia supporto al processo di rigenerazione urbana e sociale del centro storico”.

 

  • Il centro storico di Taranto è un’altra storia rispetto agli altri quartieri della città, ha necessità di politiche ad hoc studiate su misura per un sistema urbano di alto valore culturale, ma purtroppo fragile, con peculiarità sociali, economiche oltre che strutturali sue proprie, non riscontrabili in nessun altro luogo della Città.

 

  • Città Vecchia affascina e seduce ed è tappa obbligata di ogni tour turistico, ma è nel contempo oggetto di critiche e osservazioni non sempre lusinghiere per lo stato di degrado e di trascuratezza che caratterizza gran parte del quartiere. Ed è questa la ragione per la quale la delegazione Confcommercio dell’Isola a distanza di qualche settimana, torna a sollecitare un maggiore livello di attenzione, lanciando l’ennesimo appello alle istituzione cittadine, dall’Amministrazione comunale e alle Forze dell’Ordine.

 

  • ‘Sicurezza e Decoro’’ rappresentano  le priorità, afferma decisa Claudia Lacitignola, presidente della delegazione Confcommercio, ed incalza: “Non possiamo attendere i tempi lunghi della politica, siamo nel pieno della stagione turistica estiva e via Duomo viene  ogni giorno attraversata da decine e decine di gruppi e di turisti, che guardano, osservano, commentano e non sempre benevolmente. E’ mortificante dover ascoltare quel refrain ‘Bella, ma peccato che … Non possiamo attendere i grandi progetti di riqualificazione che la rieletta Amministrazione Melucci senz’altro porterà avanti, si deve fare qualcosa subito, perché abbiamo pesantissimi problemi di viabilità e sicurezza. Come abbiamo già più e più volte denunciato, le moto e le auto attraversano l’isola pedonale di via Duomo senza che nessuno le fermi, manca totalmente ogni forma di controllo.”
  • Lo stesso dicasi  per la questione igiene, le vie sono maleodoranti ed  i rifiuti abbandonati ogni dove.  “Andrebbe fatta – sottolinea Lacitignola- una programmazione diversa e più puntuale del servizio di pulizia delle strade e di raccolta dei rifiuti ed effettuati  i controlli ed eventualmente elevate le sanzioni. Le alte temperature estive accentuano gli odori e rendono particolarmente critica questa situazione.” 

 

  • Ed infine l’invito al neo rieletto Sindaco Melucci, a voler prendere a cuore la situazione di Città Vecchia, e a voler riservare un  ascolto speciale alle voci di chi ogni giorno, come i commercianti ed i titolari dei bar, dei ristoranti, degli hotel e dei B&B dell’Isola, la strada con tutto il suo carico di problematiche la vivono con amore e rabbia. “Proponiamo al sindaco  Melucci, ben conoscendo l’importanza che Città Vecchia può rappresentare per la strategia di transizione ecologica ed economica dell’ecosistema  Taranto, alla base del suo programma di candidatura al governo cittadino   – conclude Claudia Lacitignola- un assessorato della Città Vecchia, perché riteniamo che Città Vecchia abbia le caratteristiche per divenire un luogo dove sperimentare con successo un nuovo modello di sviluppo socio-economico. La sua vulnerabilità può essere il suo punto di forza per innescare nuovi processi di ripartenza e di collaborazione tra pubblico e privato. Occorre però un forte impegno, supportato da una governance dedicata”