Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
Preferenze sui cookie
Giornale di Taranto - CALCIO/ Il nuovo ds del Taranto Dionisio “Voglio regalare soddisfazioni al presidente, alla piazza e alla tifoseria. Entro la settimana il nome del tecnico”
Mercoledì, 01 Giugno 2022 14:00

CALCIO/ Il nuovo ds del Taranto Dionisio “Voglio regalare soddisfazioni al presidente, alla piazza e alla tifoseria. Entro la settimana il nome del tecnico” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

di Andrea Loiacono

 

 

 

La conferenza stampa di presentazione del nuovo diesse del Taranto Nicola Dionisio è preceduta dalla notizia dell'addio di mister Laterza che ha chiesto alla società di essere liberato dall'incarico nonostante un anno ancora di contratto, per lui probabile un futuro sulla panchina del Monopoli. Il consulente del presidente Giove Vittorio Galigani si espresso così in tal merito: “Confermo che mister Laterza ha deciso di prendere un'altra strada. Il presidente ha deciso di assecondarlo e sarà lui ora a decidere del suo futuro. Gli auguriamo le migliori fortune, chiuso un capitolo se ne apre un altro.”

 

 

 

Si presenta alla stampa il nuovo direttore sportivo ex Brindisi Nicola Dionisio: “Nel calcio siamo pronti a tutto, Ho il piacere di rappresentare un grande club in un nuovo percorso, quello che verrà dopo, a partire dall'allenatore sarà una conseguenza del nostro lavoro. Quella di mister Laterza è una scelta che rispettiamo e noi dobbiamo guardare avanti. Di Costanzo è un ottimo allenatore, con lui ho lavorato bene a Brindisi ma è solo un'idea. Abbiamo sotto contratto giocatori importanti, faremo delle valutazioni insieme al nuovo tecnico. Le chiacchiere se le porta via il vento, c'è tanto lavoro da fare. Ho lavorato in piazze difficili come Taranto, tutto dipende dall'impronta che si vuole dare. Taranto è una piazza storica, un posto dove sono sempre venuto da avversario e ho sempre voluto venire a lavorarci. Nel calcio si sbaglia ma l'importante è avere sempre la coscienza a posto. Ringrazio Giove per la possibilità concessami. Penso che la settimana prossima nomineremo il nuovo allenatore anche perché bisogna fare uno staff nuovo e decidere data e luogo del ritiro. Adesso è prematuro parlare di giocatori, il mercato è l'ultima cosa da fare. Per prima cosa bisogna scegliere l'allenatore e fare delle valutazioni in base al suo sistema di gioco. Oggi il campionato di serie C costa molto e rende poco perché non ci sono i proventi delle televisioni e le società devono mantenersi solo con il minutaggio. Bisogna stare attenti ai bilanci, non ho mai sentito parlare male di Taranto e questo è sinonimo di serietà del progetto. Dobbiamo prepararci alla riforma dei campionati e ci dobbiamo arrivare con i conti in ordine. Ho fatto un solo anno di contratto perché non voglio essere un vincolo e voglio meritarmi sul campo la riconferma. Sono sicuro che con la pazienza possiamo raggiungere dei traguardi importanti. In Lega Pro c'è bisogno di gente fisica e che corra su ogni pallone. Dovrò scegliere dei giocatori non solo in base al nome ma in funzione della loro utilità alla causa. Il nostro obiettivo è raggiungere risultati sportivi, economici e portare la gente allo stadio. Taranto ha un pubblico fantastico e noi dovremo sfruttare questo fattore. La mia idea è quella di costruire una squadra tra over e under, con giovani importanti per la questione minutaggio. Lavorare solo sugli over non ci porta a niente. Per quanto riguarda il settore giovanile l'obiettivo è quantomeno avere una primavera in grado di essere da supporto alla prima squadra.”

 

Ultima modifica il Mercoledì, 01 Giugno 2022 14:02