Mercoledì, 18 Maggio 2022 18:57

L’EVENTO/ Portare nelle scuole la cultura della legalità attraverso il Memorial in ricordo di Falcone e Borsellino In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

di Ingrid Iaci

 

Diffondere tra i giovani la cultura della "Legalità", entrare nelle scuole e parlare di mafia, di stragi e del dolore che le morti per mafia hanno causato: questo è lo scopo del Memorial in ricordo di Falcone e Borsellino, presentato nel corso della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina in Provincia.

All'incontro con i giornalisti erano presenti: Pierangela Giaquinto, ideatrice dell’iniziativa e Gaetano De Michele, presidente dell’associazione “Gli Angeli Dello Spettacolo”, organizzatori dell'evento, Renato Perrini, consigliere regionale e presidente della commissione Antimafia, Raffaele Russo vice procuratore onorario, Giovanna Pace, nipote del capo scorta del giudice Borsellino, Agostino Catalano e il maestro Antonio Stragapede, tenore e docente del Conservatorio Musicale G. Paisiello di Taranto.

Il consigliere Perrini, citando una frase della mamma di Peppino Impastato "la mafia non si combatte con le pistole ma si combatte con la cultura", ha annunciato una serie di iniziative  della Commissione regionale su questa tematica che vedranno la partecipazione attiva degli studenti delle scuole superiori. 

Particolarmente toccante la testimonianza di Giovanna Pace che, a nome di tutti i familiari a vario titolo coinvolti dalle stragi di mafia, ha mostrato due foto ritraenti, una lo zio in posa vicino all'auto che sarebbe esplosa causando la morte del giudice Borsellino e l'altra i volti degli altri agenti della scorta che rimasero uccisi quel fatidico 19 luglio di trent'anni fa. "Quello che vorrei sottolineare" - ha detto la familiare del caposcorta "oltre a ricordare la memoria di mio zio Agostino e di tutti quelli che hanno perso la vita nelle stragi di mafia, è che quell'evento è  stato innanzitutto una 'strage di mamme'. È proprio il dolore ma anche il coraggio di quelle mamme che deve essere onorato con queste iniziative, in primis quello della mamma del giudice Borsellino che sentendosi in colpa per l'accaduto, sin dai primi istanti ha chiesto scusa per essere stata causa della sofferenza di altre mamme."

Infine, il maestro Stragapede ha annunciato i brani lirici a tema che verranno eseguiti, come "Il lacerato spirito", ed altre arie tratte dal Rigoletto, accompagnato da una soprano cinese.

Gli organizzatori hanno ricordato, in chiusura, che alla serata, condotta da Gianni Sebastio, si può accedere solo con invito, mentre l'intera manifestazione sarà trasmesso in diretta tv e sul profilo Facebook del canale Antenna Sud.

L’evento ha il patrocinio di Regione, Provincia e Comune a cui, come ha ricordato Giovanna Pace, proprio ieri si è aggiunto quello del Parlamento europeo. 

Ultima modifica il Mercoledì, 18 Maggio 2022 19:00