Sabato, 08 Gennaio 2022 09:18

EMERGENZE/ Sicet, a Taranto 900 famiglie rischiano a breve lo sfratto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Circa 1.500 famiglie tra Brindisi (circa 600) e Taranto (circa 900) rischiano a breve lo sfratto. Lo denuncia il Sicet, il sindacato inquilini della Cisl, che parla di sfratti decisi dai Tribunali “a fronte di una morosità incolpevole che, causa pandemia, nella stragrande maggioranza dei casi è stata dovuta alla minore capacità reddituali”. Il Sicet Cisl ricorda di aver chiesto tempo “il blocco degli sfratti, conquistando una specifica misura che l’allora governo Conte adottò nel pieno del primo periodo pcandemico, sebbene nella totale assenza di strumenti che avrebbero potuto e dovuto governare un’emergenza non inattesa, attraverso la graduazione delle esecuzioni”. 

 

 “Auspichiamo che sulla questione - spiega segretario Massimo Caliandro - venga insediata una task force presso le Prefetture di Taranto e di Brindisi, con la partecipazione anche dei sindacati degli inquilini, proprio perché il periodo natalizio e delle festività di fine anno non possono né devono far passare sotto silenzio il rischio di una vera e propria bomba sociale che potrebbe esplodere a brevissimo, anche nel nostro territorio, determinando esiti imprevedibili”. Infine il sindacato evidenzia che “il Governo ha inserito nel Pnrr la misura M52 Rigenerazione Urbana e Housing Sociale che, oltre alle necessità di investire in progetti di rigenerazione urbana tesi a contrastare l’emarginazione e il degrado sociale, esplicitamente fa riferimento all’azione Investimento 2.3: Programma innovativo della qualità dell’abitare. "Progettualità già avviata nel nostro territorio - conclude il sindacato - ma del tutto insufficiente rispetto all’articolata quanto diffusa domanda sociale”.