Stampa questa pagina
Giovedì, 30 Dicembre 2021 14:22

FABBRICA AL COLLASSO/ Usb, Acciaierie d’Italia taglia gli organici, è allarme sicurezza, allontanato direttore di area in disaccordo con linea aziendale In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

"Acciaierie d’Italia taglia gli organici e vende la sicurezza dei lavoratori per risparmiare. Gestione al collasso in Produzione lamiere 2, Agglomerato 2, Produzione calcare e Magazzini". Lo dichiara il sindacato Usb a proposito dell’ex Ilva. Il sindacato parla di accorpamenti e ridimensionamenti, di massiccio utilizzo della cassa integrazione e di ricorso per i lavoratori a mansioni polifunzionali. Secondo Usb, "chiara l'intenzione di ridisegnare gli organici, riducendo al minimo il numero dei lavoratori presenti in azienda e rendendo polifunzionali coloro che restano". 

 

Usb afferma che il direttore dell’area Acciaierie, ingegner Ancona, è stato “allontanato nel momento in cui si è rifiutato di assecondare le richieste di questo tipo dell’azienda”. “Le istituzioni - dice Usb - dovrebbero intervenire immediatamente dal momento che questo voler tagliare al massimo le unità lavorative, puntando su pochi e mettendoli sotto pressione, significa esporre ancora una volta i dipendenti al rischio di infortuni, anche mortali. La sicurezza in primis, ma anche lo stato psico-fisico dei lavoratori devono essere tutelati, organizzando finalmente in maniera razionale il lavoro all’interno della grande industria”. 

Giornalista1

Ultimi da Giornalista1