Domenica, 05 Dicembre 2021 11:11

STOP INQUINAMENTO/ Liberi e Pensanti “fumi tossici durante il raffreddamento del crogiolo di Afo4. Non c'è alternativa alla chiusura” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“In seguito ai danni riportati dal crogiolo dell’Altoforno numero 4 si è resa necessaria la sostituzione dello stesso.

Per procedere a questa operazione è necessario raffreddare il crogiolo danneggiato e questo  provoca la fuoriuscita,  tramite bleeder, di fumi altamente tossici che, irrimediabilmente   in queste ore,  si stanno riversando sulla città di Taranto.”

A lanciare l’allarme in una nota pubblicata su fb sono i Cittadini Liberi e Pensanti. Le parole sono accompagnate da immagini eloquenti.

 

“Ricordiamo - proseguono i Liberi e Pensanti- che lo stesso Altoforno fu fermato nella primavera  scorsa per importanti interventi di manutenzione,  per poi essere rimesso in marcia nel mese di luglio.

 

Una valanga di soldi, in parte pubblici, per permettere allo stabilimento ex Ilva, oggi Acciaierie d'Italia, di continuare a produrre  malattie e morte.

 

Questi presunti lavori di ammodernamento mostrano quasi subito la loro inconsistenza.

Non ci sono alternative alla chiusura che assicurino  la tutela della salute dei tarantini, chi può e si ostina a parlare di progetti irrealizzabili è complice di questa strage.”