Martedì, 16 Novembre 2021 09:24

ULTIM’ORA/ Dimissioni irrevocabili di 17 consiglieri, cade il Consiglio Comunale di Taranto In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Diciassette consiglieri comunali hanno rassegnato le loro dimissioni irrevocabili determinando così lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale di Taranto.

Si tratta di : Mario Pulpo, Cataldo Fuggetti, Federica Simili, Antonino Cannone, Cosimo Festinante, Giampaolo Vietri,Stefania Baladassari, Marco Nilo, Carmela Casula, Antonella Cito, Rita Corvace, Massimo Battista, Floriana De Gennaro, Vincenzo Fornaro, Massimiliano Stellato, Salvatore Brisci, Salvatore Ranieri. I 17 dissidenti su 32 hanno presentato “contemporaneamente e contestualmente” all’ufficio protocollo dell’assemblea municipale le dimissioni irrevocabili dall’incarico. 

Le dimissioni sono finalizzate allo scioglimento anticipato del Consiglio comunale. Tra i 17 firmatari, ci sono esponenti dell’opposizione ma anche rappresentanti della maggioranza di centrosinistra dell’attuale amministrazione comunale guidata dal sindaco Rinaldo Melucci del Pd.

 

Tra i firmatari, figura Massimiliano Stellato, consigliere comunale e regionale della Puglia, espressione di un movimento centrista che sostiene l’esecutivo in carica e che ha ricevuto anche degli incarichi. A Taranto le elezioni sono programmate per il prossimo anno. Melucci è stato eletto a giugno 2017 e nelle scorse settimane ha proceduto ad un rimpasto di giunta. A favore della ricandidatura di Melucci per un secondo mandato si erano già espressi il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il segretario regionale del Pd Puglia, Marco Lacarra. Tra i Federati manca la firma di Bitetti. Con quadro il prossimo consiglio provinciale non avrà rappresentanti del Comune capoluogo e i candidati dovranno fare a meno dei voti ponderati determinanti dei consiglieri comunali.