Lunedì, 18 Ottobre 2021 16:31

CALCIO/ Un Catanzaro cinico e organizzato batte un Taranto generoso per 3-0 In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

 Mister Laterza: “Paghiamo cari alcune disattenzioni, complimenti comunque ai ragazzi per aver cercato la rete fino alla fine.” Saraniti: “ La gara più difficile affrontata sinora, non avevamo la stessa compattezza del solito ma siamo stati sempre in partita. Adesso pensiamo a rialzarci, i gol arriveranno.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Il Taranto incassa la seconda sconfitta in campionato ai danni di un Catanzaro ben organizzato e con un organico in grado di competere fino alla fine per il salto in cadetteria. Sul risultato finale, pesano le due reti subite nell'arco di pochi minuti dalla formazione ionica a cavallo della mezz'ora di gioco. Mister Laterza conferma l'impianto tattico usuale; nel 4-3-3 di partenza Pacilli viene scjierato alto a destra al posto di Mastromonaco e Labriola come interno accanto a Marsili e Civilleri, per il resto stesso schieramento che ha pareggiato in casa con la Vibonese. Mister Calabro d'altro canto predilige il 3-4-1-2 con il gioco sugli esterni come arma principale. Catanzaro in divisa rossa, Taranto in tenuta blu con richiami rossi.

 

 

Parte subito forte la squadra di casa, al 6' Marsili perde la sfera a centrocampo e Vantepute calcia verso Chiorra che non trattiene sulla sfera si avventa Cianci che insacca ma in posizione di offside. Al 9' sempre Vandepute ci prova dalla distanza con la sfera che sibila il palo. Il Taranto si affaccia nella metà campo avversaria al 15' con u bello scambio tra Saraniti e Pacilli che viene steso. Dai 25 metri Giovinco centra la barriera. Il Catanzaro si rende pericoloso al 27' con una sortita offensiva di Martinelli che conclude ma Saraniti è provvidenziale nel respingere sulla linea. Al 29' Giovinco si procura una punizione da buona posizione, il suo tiro deviato sfiora il palo. Al 33' però la gara si sblocca; Vandeputte conclude dal limite, Chiorra non trattiene e Cianci si avventa sulla sfera per i vantaggio giallorosso. Il Taranto non ha il tempo di assorbire il colpo che subito i padroni di casa raddoppiano. Il solito Vandepute riceve palla sulla trequarti lasciato colpevolmente solo stoppa e conclude all'angolino con Chiorra proteso in tuffo. Poco prima della fine del primo tempo vengono ammoniti Cianci, Pacilli e Benassai. Nel secondo minuto di recupero Saraniti sfiora il gol avvitandosi e colpendo bene un passaggio dalle retrovie. L'estremo difensore impedisce ai rossoblu di riaprire il match, si va al riposo.

 

 

 

La ripresa comincia con un cambio fra le aquile giallorosse con Cianci avvicendato da Vazquez; il clichè è lo stesso della prima frazione con il Catanzaro che pressa per chiudere la gara e il Taranto che chiude e riparte in contropiede. Al 59' Civilleri da sinistra crossa per Saraniti che si vede ribattere per due volte la conclusione da distanza ravvicinata. Laterza prova a scuotere i suoi con un doppio cambio, dentro Santarpia e Bellocq per Civilleri e Labriola. Al 65' Marsili prova una conclusione che viene deviata in angolo. Il Catanzaro potrebbe triplicare al 66' con Bombagi che raccoglie un cross e colpisce di testa ma questa volta Chiorra è super e si salva con l'aiuto della traversa. Il Taranto meriterebbe la rete del vantaggio ma ancora il portiere di casa si oppone ad una bella conclusione di Giovinco. Al 73' Pacilli esce per Mastromonaco. Al 75' Ferarra, il migliore nel Taranto, serve Giovinco che calcia di prima intenzione sfiorando il gol. All'80' la partita va in archivio grazie a Vazquez che trasforma un rigore per atterramento di Riccardi sullo stesso Vazquez in area. Nei quattro minuti di recupero assegnati non accade nulla. Il Catanzaro può festeggiare, il Taranto pensa già al turno infrasettimanale di mercoledì sera contro l'Andria.

 

 

Queste le dichiarazioni del mister Laterza nel post gara: “ Sapevamo che per noi sarebbe stata una partita dura, nonostante questo abbiamo provato a giocarla a viso aperto da subito. Loro sono stati bravi a impedirci le linee di passaggio e a prenderci alti, abbiamo perso alcuni punti di riferimento in mezzo al campo e i primi due gol subiti sono frutto di due palle perse ingenuamente. Di positivo in questa gara c'è il fatto che i ragazzi non hanno mai mollato, abbiamo avuto anche le nostre occasioni per stare in partita ma non le abbiamo concretizzate, pazienza. In queste partite per giocare contro certi avversari occorre un pizzico di personalità in più da parte dei miei ragazzi, ma ripeto non posso imputargli nulla. Adesso dobbiamo guardare alla partita con l'Andria, sono certo che il risultato odierno non ci condizionerà, dobbiamo rialzarci subito.”

 

Andrea Saraniti:” Questa è stata la gara più difficile che abbiamo affrontato fino ad ora, loro sono una squadra forte e ben organizzata. Dal canto nostro devo dire che ci è probabilmente mancato quello spirito che ci contraddistingue contro una formazione ben messa in campo. Abbiamo avuto le nostre occasioni per stare nella partita, sia a fine primo tempo che nella seconda frazione. In questo momento negli ultimi metri qualcosa va storto ma quello del gol non è un problema, sono convinto che con il lavoro e l'abnegazione che ci mettiamo sempre ci sbloccheremo tutti. Oggi andiamo a casa col rammarico di non aver preso almeno un punto, abbiamo la possibilità di rifarci sin da mercoledì in casa e faremo di tutto per riuscirci.” (foto Walter Nobile)