Lunedì, 11 Ottobre 2021 14:56

CALCIO/ I rossoblù non vanno oltre il pari con la Vibonese In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Mister Lentini:” Qualche occasione l'abbiamo avuta ma abbiamo sbagliato qualcosa a centrocampo,bravi comunque i ragazzi.” Marsili: “Abbiamo incontrato una squadra che si difendeva bene e chiudeva gli spazi. Sappiamo di affrontare un campionato importante e di dover onorare la maglia.” Mastromonaco: “ In campo do sempre il massimo ma non siamo riusciti a segnare, di positivo c'è il punto che muove la classifica.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Nell'ottava giornata di Lega pro girone C il Taranto non va oltre il risultato di 0-0 allo Iacovone contro l'ultima in classifica, la Vibonese allenata da mister D'Agostino in un match condizionato dalla pioggia scesa per tutto l'aerco del match sul green dello Iacovone. I calabresi scendono in campo con il 3-4-1-2 mentre il Taranto di mister Laterza con il consueto 4-3-3. Vibonese in maglia bianca, Taranto in tenuta rossoblu. Si affrontano l'attacco meno prolifico del campionato, quello dei calabresi con una delle migliori difese del campionato, quella del Taranto con solo tre reti subite. Arbitro il Sig. Virgilio di Trapani.

 

 

 

Al settimo la prima occasione della gara è per la Vibonese con una conclusione da posizione centrale di Cattaneo che termina alta di poco. All'11 il Taranto risponde con Saraniti che fa sponda di testa per il tiro di Giovinco, ma il tiro è centrale e l'estremo difensore Mengoni para in angolo.

 

 

 

Al 18' Mastromonaco, scelto da mister Laterza dal primo minuto nel tridente offensivo ma trova solo una deviazione di un avversario in calcio d'angolo. La Vibonese tiene bene il campo e sfruttando l'uomo in più della linea mediana fa circolare discretamente la sfera trovando spazi per terminare il primo tempo in avanti.

 

 

 

Il secondo tempo ha inizio con la Vibonese proiettata in avanti e conquista il suo primo tiro dalla bandierina. Al 53' Taranto che ci prova in contropiede con Saraniti il quale serve Giovinco che lanciato verso la porta prende viene steso da Pollidori che finisce sul taccuino dei cattivi. Al 55' Civilleri raccoglie una respinta e calcia di prima intenzione con la sfera che termina a lato vicino al primo palo. Al 65' la Vibonese si rende pericolosa con un cross sulla fascia con Mahrous che conclude sull'esterno della rete. Al 68' nella Vibonese entra Spina per Cattaneo. Al 75' la Vibonese ha l'occasione migliore della ripresa con Spina che conclude verso Chiorra, il quale prima non trattiene ma poi è bravo ad evitare la rete. Il Taranto prova a dare ritmo alla gara ma la conclusione di Civilleri termina verso l'esterno della rete. All 77' Marsili serve Civilleri che conclude alto. All'80' entra Santarpia al posto di Civilleri. Nel Taranto entra anche Labriola che poco dopo viene ammonito. Gli ionici si schierano con il 4-2-3-1 La gara scivola stancamente verso la fine, da segnalare l'ingresso nel Taranto di Civilleri al posto di Giovinco. L'abitro assegna 5' di recupero. Al 93' il Taranto prova a nell'ultima azione a sfruttare un calcio piazzato ma senza esito. Termina così la sfida con un pari che lascia comunque i rossoblù con la difesa imbattuta da tre gare e con qualcosa da rivedere nei meccanismi offensivi in vista della prossimo trittico di partite davvero impegnativo a partire dal prossimo turno che vedrà gli uomini di Laterza ospiti del Catanzaro.

 

 

 

Queste le dichiarazioni dei protagonisti rossoblu in sala stampa.

 

 

 

Mister Lentini: “Siamo dispiaciuti per non aver portato a casa l'intera posta in palio, ma va comunque dato merito ai ragazzi. Quello di oggi è il terzo pareggio consecutivo è vero ma non mi soffermerei su questo, abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo centrocampo ma comunque abbiamo avuto le nostre occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Per quanto riguarda la sterilità offensiva non la dobbiamo vivere come un pressione, anche perché sinora ci sono stati sempre ottimi approcci alla gara da parte dei ragazzi con la giusta motivazione. Loro in alcuni frangenti ci hanno pressato alti costringendoci a buttare la palla in avanti. Abbiamo tolto Mastromonaco e Bellocq per cercare di dare intensità al gioco offensivo con Pacilli e Labriola, volevamo vincere la gara. Per quanto riguarda la coralità offensiva credo che anche oggi ci siamo proposti bene sulle fasce con Mastromonaco, Ferrara e Giovinco che ha giocato diversi palloni in mezzo. Il fatto di arrivare sul fondo con Riccardi è un buon segnale. Ferrara sta disputando un ottimo campionato dimostrando di meritare la titolarità ma questo gruppo è composto da tanti validi calciatori che devono crescere e continuare così, il nostro obiettivo è la salvezza.”

 

 

 

Marsili: “Oggi è stata una partita più difficile del previsto, ogni gara è una gara a se e lo sappiamo. La Vibonese è una squadra ostica che si è difesa per tutta la partita, purtroppo è andata così. Abbiamo avuto tante opportunità per fare gol, dobbiamo rimanere concentrati. Non siamo preoccupati per i tre pareggi consecutivi, stiamo affrontando una categoria importante. Oggi si sono difesi a cinque, non era facile fare gol. La nostra solidità difensiva è dettata dal fatto che siamo una squadra che corre compatta. Ogni partita è una partita a se e dobbiamo lavorare in vista dei prossimi impegni con Catanzaro e Foggia.

 

 

 

Mastromonaco:“Non possiamo attribuire responsabilità al terreno di gioco, anche perché sta migliorando gara dopo gara. Si è trattato di una partita fisica, maschia. Dal primo giorno ho sempre cercato di dare il massimo per la squadra, do sempre il massimo. E' stata una partita importante in cui abbiamo creato tanto. Di positivo c'è il punto che abbiamo preso, mi metto a disposizione sia per la fase offensiva che difensiva. Per quanto riguarda la sostituzione credo che il compagno che entra al posto mio può dare quella giusta freschezza atletica. Dal momento in cui sono stato reintegrato tutti mi hanno accolto alla grande, segno della compattezza di gruppo che ci contraddistingue.” (foto Walter Nobile)