Lunedì, 20 Settembre 2021 17:01

CALCIO/ Prima sconfitta stagionale per i rossoblù. A Pagani decide un gol allo scadere di Piovaccari In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Mister Laterza: “Nel secondo tempo ho visto una squadra con la mentalità giusta; dobbiamo stare attenti a commettere distrazioni che in questa categoria costano caro.” Francesco Montervino: “Proseguiamo il nostro percorso di crescita. C’è rammarico perché avremmo anche potuto vincere, l’obiettivo del Taranto è la salvezza.”

 

Di Andrea Loiacono

 

Il Taranto subisce la prima sconfitta stagionale  e lo fa in maniera rocambolesca per effetto di un gran gol di Piovaccari all’ultimo dei cinque minuti di recupero assegnati dal Sig. Feliciani della sezione di Teramo. Mister Laterza conferma il 4-3-3 visto all’opera nell’ottima prova contro il Palermo con l’unica eccezione dell’inserimento di Antonio Santarpia al posto di Versienti indisponibile. Il Taranto parte bene  con Ferrara che scende sull’out mancino ed effettua un tiro cross respinto dal portiere Baiocco. Al 13’ Marsili calcia dalla lunga distanza ma ancora Baiocco devia in angolo. Sugli sviluppi dell’ennesimo calcio d’angolo Benassai colpisce la sfera mandandola sopra la traversa. La partita prende una piega diversa al 20’ quando la Paganese guadagna un calcio di punizione dal limite dell’area che Firenze calcia forte e preciso con la sfera che scheggia l’incrocio dei pali. Il Taranto si abbassa con il baricentro e gli azzurrostellati di mister Grassadonia prendono campo conquistando un altro calcio piazzato il cui esito è lo stesso del precedente con la palla che impatta sul montante difeso da Chiorra, sulla respinta del legno Zanini calcia da buona posizione sul fondo. Al 42’ cartellino giallo per Ferrara dopo quello comminato a Riccardi. I biancoazzurri degli ex Tissone e Zito passano in vantaggio allo scadere del primo tempo con Firenze che dopo una bella triangolazione conclude di destro battendo Chiorra vanamente proteso in uscita.

 

Il secondo tempo ha inizio con Italeng che tra le fila del Taranto prende il posto di Labriola. I consigli impartiti da mister Laterza negli spogliatoi sortiscono gli effetti sperati, tant’è che il Taranto al 53’ pareggia con Saraniti che scaraventa in rete una corta respinta della difesa campana. Seconda rete per l’attaccante rossoblu dopo quella siglata al Palermo sabato scorso. Al 65’ nella Paganese esce Diop ed entra l’esperto Piovaccari ex Sampdoria in serie A, sarà la mossa vincente per mister Grassadonia. Nel Taranto entrano Diaby e Civilleri per Saraniti e Bellocq. Al 75’ entra il giovane Tomassini al posto di un affaticato Zullo. Diaby, vittima di un contrasto rude a centrocampo è costretto ad uscire per una botta al ginocchio. Nella Paganese Tissone all’82 lascia il posto a Volpicelli. All’84’ Giovinco tenta di sorprendere Baiocco con un tiro dai trenta metri che termina di poco alto. Il Taranto ci crede e gioca bene sfiorando il Gol prima con una forte conclusione di Diaby e poi con una conclusione di Diaby murato da un difensore ma il camerunense era in posizione di off-side. Vengono assegnati cinque minuti di recupero, il gioco ristagna a centrocampo; il Taranto si spinge in avanti in cerca del gol vittoria ma subisce un contropiede decisivo proprio al 95’ finalizzato con un gran gol da Piovaccari abile a girarsi e pescare l’angolino basso con Chiorra incolpevole. Il Match termina così con l’esultanza dei padroni di casa e il rammarico della truppa di mister Laterza. Prossimo incontro per il Taranto allo Iacovone domenica prossima contro il Latina.

 

Queste le dichiarazioni nel post gara di mister Laterza: “ I due gol subiti non rappresentano un campanello di allarme per la nostra difesa, abbiamo commesso un errore soprattutto sul secondo che voglio rivedere, però la squadra in quel momento stava giocando e cercando la vittoria. Abbiamo avuto una doppia occasione con Marsili e Italeng, la squadra era viva. Sono contento che la squadra si sia proiettata in avanti per cercare di vincere, però bisogna essere più attenti perché abbiamo lasciato tanto campo prendendo un gol al 95’ e in questa categoria di cui fanno parte giocatori importanti non celo possiamo permettere, il gol di Piovaccari lo dimostra. Sicuramente il risultato mette in secondo piano la prestazione ma davanti a noi avevamo anche un ottimo avversario disposto col 4-3-3 con Tissone che ci ha creato non pochi problemi, con la palla scoperta ci ha fatto correre molto. A parte il primo tempo in cui ci hanno messo in difficoltà ho visto una squadra che è uscita dagli spogliatoi con una mentalità giusta e la voglia di vincere la partita. L’errore finale va analizzato e cercare di non commettere certe situazioni, mi spiace ma la mentalità è quella giusta. Di positivo la sconfitta lascia poco, però ci portiamo a casa la voglia di giocare e cercare i nostri sviluppi, i ragazzi nel secondo tempo sono stati eccezionali. Pacilli non era pronto, purtroppo il doppio cambio con Diaby ci ha portato a una scelta in meno. In entrambe le fasi credo comunque che la squadra si sia espressa bene. Ripeto, il gol purtroppo ci lascia col rammarico.”

 

Ds Montervino: “ Nel secondo tempo abbiamo tenuto bene il campo e nell’ultima mezz’ora avremmo potuto anche vincere, poi c’è stato questo contropiede che è risultato decisivo. Oggi però sono contento perché il Taranto è venuto qui  in un campo ostico dimostrando valori importanti e avremmo potuto anche vincerla. Il nostro è un percorso di crescita, nel primo tempo abbiamo sofferto 15-20 minuti ma il mister nell’ intervallo ha cambiato il corso della gara. Poi può succedere che un giocatore bravo come Piovaccari. Per noi questi punti sfumati non devono pesare, l’obiettivo del Taranto è la salvezza. Oggi siamo ancora tra le prime 4-5 squadre. Sette punti in quattro partite sono comunque un ottimo bottino, dobbiamo continuare così.”