Lunedì, 07 Giugno 2021 11:48

CALCIO/ Taranto: I rossoblù battono 4-2 il Cerignola e a novanta minuti dal termine della regular season mantengono un punto di vantaggio sul Picerno In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Decisivo il match di domenica prossima a Lavello. Mister Laterza: “Primo quarto d'ora devastante, bene anche dal punto di vista fisico. Dovevamo reagire bene e lo abbiamo fatto, domenica prossima dobbiamo riproporre la stessa prestazione.” Nicolas Rizzo: “Importante vedere il Taranto così, adesso dipende tutto da noi.”

 

 

 

di Andrea Loiacono

 

 

 

Il Taranto davanti a mille spettatori tornati nuovamente allo stadio batte 4-2 il Cerignola e continua la scalata alla lega Pro. A 90' dal termine del campionato, con la contemporanea vittoria del Picerno a Fasano per 0-1 le distanze restano inalterate. Mister Laterza per la sfida contro i dauni deve fare a meno dei soliti lungodegenti oltre che di Matute e Ferrara squalificati e si schiera con Versienti sull'out sinistro e Diaby a comporre il terzetto di centrocampo con Marsili e Tissone. Saranno proprio i primi due gli artefici dell'inizio scoppiettante degli ionici. Mister Pazienza dal canto suo può contare sull'estro di Loiodice e sulla vena realizzativa di Malcore. Taranto in campo con la tradizionale divisa rosso blu, Cerignola in completo giallo.

 

 

 

Pronti via e il Taranto e subito in vantaggio grazie a un bolide di Marsili che dopo aver scambiato palla con un compagno scaraventa dai 35' metri un missile sotto l'incrocio che dopo cinquanta secondi batte l'estremo difensore Fares. Il Taranto galvanizzato dal vantaggio appare un fiume in piena e al 10' Diaby scarica per Marsili che serve Santarpia il quale crossa bene per l'argentino Nicola Rizzo che di testa firma il due a zero, sugli spalti si scatena il putiferio. Il Taranto insiste e al 14' è già incredibilmente avanti di tre gol grazie a una pregevole azione personale di Diaby che salta quasi tutto il centrocampo avversario e di piatto batte Fares. A questo punto la partita sembra in ghiaccio, ma un'ingenuità difensiva di Rizzo concede palla a Malcore il quale dal limite dell'area fulmina Ciezkoski e riapre il match. Al 29' prima Diaby e poi Santarpia provano la conclusione che si va ad infrangere su Acampora. Al 37' il Cerignola effettua un secondo cambio con Muscatiello che esce per Spinelli. Il primo tempo si conclude con Versienti che riceve dalla sinistra e si accentra facendo partire un tiro che Fares blocca.

 

 

 

Il secondo tempo inizia con il Cerignola che accorcia le distanze, Ciekozki è superlativo su una conclusione di De Cristofaro ma nulla può sulla girata vincente di Loiodice. Il Taranto a questo punto ricomincia a giocare guadagnando un corner e premendo di più sull'acceleratore, tanto che al 54' su un cross da sinistra Santarpia viene atterrato in area e il Sig. Ficara di Milano non ha dubbi e decreta il rigore che Rizzo trasforma per la personale doppietta. Al 61' nel Taranto entra Guaita per Nicolas Rizzo e viene ammonito Boccia. Al 67' esce Diaby per leggero infortunio, entra Mastromonaco e il Taranto passa al 4-2-3-1. Al 73' viene ammonito Gianmarco Rizzo per fallo deciso a centrocampo. All'ottantesimo il Cerignola prova a scuotersi con una conclusione dal limite dell'area con Ciezkoski che para di pugni.

 

 

 

All'84' nel Taranto entra in campo Diaz al posto di Corado., all'85' viene ammonito Marsili per aver allontanato al sfera. All'88 Guaita si procura una punizione dal limite con una gran botta di Marsili ma Fares stavolta gli dice di no deviando in angolo. Al terzo dei quattro minuti di recupero il Cerignola potrebbe ancora accorciare ma il colpo di testa di Malcore termina di poco alto. Finisce così il match con il Taranto che dovrà vincere a Lavello per centrare la promozione in Lega Pro.

 

 

 

Queste le dichiarazioni di mister Laterza a fine gara: “Abbiamo avuto un approccio alla gara davvero importante, merito dei ragazzi. Dovevamo partire bene e abbiamo avuto un approccio alla gara devastante aiutati anche da un gran gol di Marsili. Dispiace perché poi dopo il 3-0 abbiamo subito due gol perdendo palla in uscita, anche ad inizio secondo tempo. Poi, però, i ragazzi sono stati bravi a condurre in porto la partita anche dal punto di vista fisico, mi è piaciuta anche la tenuta del campo con i crampi che sono arrivati considerando l'afa e l'importanza della partita. Diaby ha disputato una grande gara correndo tantissimo e segnando un gol molto bello, è un ragazzo che tante società tengono d'occhio e che nei prossimi anni vedremo nei professionisti. Nei prossimi 95' minuti ci giochiamo tutto, abbiamo tanto entusiasmo, ora ci godiamo questa sconfitta poi penseremo al Lavello. Dovevamo reagire e lo abbiamo fatto alla grande anche se penso che pure a Francavilla meritassimo di vincere, oggi abbiamo messo subito le cose in chiaro e lo faremo anche domenica prossima. In questo momento non guardo i risultati altrui, mi interessa solo il Taranto. In quest'annata abbiamo dimostrato che tutti i ragazzi, indipendentemente da under o over hanno qualità tecniche e morali da categoria superiore. Gli applausi del pubblico a inizio gara sono stati da brividi. In questi mesi abbiamo fatto un ottimo lavoro ma sappiamo che le somme le tireremo domenica.”

 

 

 

Questo il pensiero del fantasista Nicolas Rizzo autore di una doppietta: “ In quei tre gol uno dietro l'altro c'era tutta la nostra voglia e determinazione di fare nostra la gara già durante il riscaldamento. A prescindere dalla mia prestazione e dai miei gol è importante vedere il Taranto così e di essere grandi. Questa vittoria ci da la possibilità che dipenda tutto da noi domenica prossima. Il mio primo gol è stata una giocata che proviamo in settimana. A me personalmente piace giocare in mezzo al campo dietro le punte ma spazio molto su tutto il fronte e mi metto a disposizione del mister.”