Martedì, 20 Aprile 2021 09:08

CORONAVIRUS/ I sindacati a Emiliano “in Puglia chiudere tutti i negozi il 25 aprile e il primo maggio” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

In Puglia le attività commerciali, comprese quelle addette alla vendita di alimentari, siano chiuse con ordinanza regionale sia il 25 aprile che l’1 maggio. È la richiesta che al governatore della Puglia, Michele Emiliano, hanno fatto i vertici regionali Cgil, Cisl e Uil insieme alle rispettive federazioni di categoria.

   I sindacati temono che “l’apertura possa costituire un ulteriore momento di criticità ed innescare un ulteriore aumento dei contagi, rallentando significativamente le condizioni per la riapertura complessiva di tutte le attività e, con essa, la tanto agognata ripresa economica”. I sindacati fanno presente a Emiliano “il perdurare dell’emergenza sanitaria nella nostra Regione e l’alto rischio di contagio”. Questo, rilevano, “nonostante le restrizioni disposte dal Governo e l’impegno delle istituzioni locali sul contingentamento e sul piano vaccinale”.

   “Le attività commerciali - sostengono ancora le sei sigle sindacali tra confederali e di settore - sono luoghi di possibili assembramenti, in alcuni casi a causa del mancato rispetto dei protocolli di sicurezza, e rappresentano molto spesso opportunità di elusione dei provvedimenti limitativi alla mobilità posti in atto”. La lettera a Emiliano si conclude evidenziando come “in questi mesi di pandemia, il contributo dei lavoratori e delle lavoratrici della distribuzione organizzata e della grande distribuzione sia stato indispensabile e lodevole sia per impegno che per senso di responsabilità nei confronti di tutta la comunità”. 

Letto 325 volte