Sabato, 10 Aprile 2021 08:11

IL CASO/ Colloquio Orlando- Morselli, chiesti chiarimenti sul licenziamento del dipendente ma quelli forniti non bastano In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

l Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Andrea Orlando, ha avuto un colloquio telefonico con l'ad di Arcelor Mittal Italia, Lucia Morselli, cui ha chiesto alcuni chiarimenti in merito al licenziamento dell'operaio nello stabilimento di Taranto. La ad del gruppo si è impegnata a fornire i dettagli sulla vicenda. Lo fa sapere il Ministero del Lavoro.

A quanto si apprende da fonti del ministero del Lavoro, i vertici di Arcelor Mittal hanno inviato per conoscenza il provvedimento di contestazione disciplinare all'operaio dello stabilimento di Taranto licenziato, una iniziativa che però non rappresenta e non esaurisce la richiesta di chiarimento rivolta al management dell'azienda.

In merito al licenziamento del dipendente del siderurgico di Taranto, fonti vicine ad ArcelorMittal “ribadiscono che l’azienda è pronta a ricevere ogni ulteriore richiesta di informazioni”. In precedenza, con una nota, l’azienda aveva confermato il colloquio di oggi tra l’amministratore delegato Lucia Morselli e il ministro del Lavoro, Andrea Orlando. Al quale, ha detto l’azienda, sono state fornite “le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. ArcelorMittal ha confermato che il dipendente di Taranto è stato licenziato “non per aver commentato la fiction 'Svegliati amore mio', ma per aver denigrato l’azienda stessa e il suo management, anche attraverso affermazioni di carattere lesivo e minaccioso”. 

 “ArcelorMittal conferma di aver fornito al ministro Orlando le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. Così ArcelorMittal, in una nota, dopo il caso sorto nello stabilimento siderurgico. L’amministratore delegato, Lucia Morselli, potrebbe avere ricostruito al titolare del dicastero del Lavoro la cronologia dei fatti avvenuti nell’arco di quest’ultima settimana. Il licenziato è un dipendente che, nei giorni scorsi, aveva condiviso sulla propria bacheca social un post che invitava a vedere la fiction di Canale 5, con Sabrina Ferilli, 'Svegliati Amore Mio'. ArcelorMittal ha ritenuto questo post offensivo per l’azienda e i suoi dirigenti e quindi prima ha sospeso l'operaio dal lavoro, in via disciplinare per cinque giorni, poi ieri gli ha notificato una lettera di licenziamento. Un altro dipendente che aveva anch’egli postato un messaggio relativo alla fiction televisiva, è stato sospeso ma poi ha ritrattato il post, si è scusato con l’azienda e non é stato coinvolto da nessun altro provvedimento. Oggi il Consiglio comunale di Taranto, nel corso della seduta, ha approvato un ordine del giorno nel quale chiede la revoca del licenziamento. Il deputato M5S, Giovanni Vianello, ha chiesto ai ministri del Lavoro, Andrea Orlando, e dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, di convocare ArcelorMittal.