Giovedì, 08 Aprile 2021 15:54

IL CASO/ Condivisione screenshot fiction, confermato il primo licenziamento. Rizzo: “Presto azioni dure da parte di Usb” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Questa mattina uno dei lavoratori coinvolti nella vicenda che ha vergognosamente richiamato l’attenzione nazionale, è stato destinatario di lettera di licenziamento. - è quanto si legge in una nota a firma di Franco Rizzo Coordinatore Usb Taranto -

Così come aveva preannunciato, Arcelor Mittal licenzia per quella che ritiene essere una  “giusta causa”, uno dei dipendenti che pochi giorni fa ha condiviso sul social lo screenshot con invito a vedere la fiction”Svegliati Amore Mio”.

Non è altro che un gravissimo attacco alla democrazia ed in particolare alla libertà di espressione e opinione .

Questo è l’ennesimo schiaffo, come se non bastasse quanto fatto in precedenza, a tutta la comunità jonica che al danno, aggiunge la beffa. Lavoro precario  e in condizioni di assoluta mancanza di sicurezza, emissioni inquinanti pericolose per la salute umana, impianti fatiscenti e pericolosi, relazioni con i sindacati e istituzioni ridotte a zero, situazione disastrosa per quel che riguarda le aziende dell’appalto, Cigs a pioggia.

AMI rappresentata dalla AD Morselli, continua a tessere la ragnatela del terrore.

Stigmatizziamo tutto questo e preannunciamo una durissima mobilitazione (forme e tempi verranno comunicati nelle prossime ore), mirati a chiedere unicamente che questa multinazionale, il suo AD e i suoi discepoli vengano immediatamente cacciati da Taranto.“