Martedì, 06 Aprile 2021 15:52

EMERGENZE/ Gli ambulanti manifestano in Puglia “vogliamo lavorare!” In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 Gli ambulanti hanno manifestato in tutta la Puglia, a partire da Bari, con un sit-in di protesta. Sono 16 mila le imprese commerciale interessate, che si considerano "vessate e umiliate dalle politiche scellerate” e trattate come "capro espiatorio del contagio”.

    Gli ambulanti denunciano di essere stati "messi da parte sia dal governo centrale che da quello regionale". Entrambi sono accusati di ostacolare, "illegittimamente" - sostiene  il coordinatore di CasAmbulanti Italia, Savino Montaruli - le riaperture dei mercati e delle attività ferme in maniera discriminante, e dalle politiche locali che hanno completamente ignorato e dimenticato un'intera categoria”. 

 

Gli imprenditori ritengono “non determinante, ai fini dell'incidenza del Covid-19, la chiusura forzata delle loro attività: ristoratori, abbigliamento, estetiste, parrucchieri, orafi, palestre, piscine, attività di commercio ambulante del settore merci carie nei mercati".

    Per questo chiedono che “venga concessa dal 7 aprile, la possibilità di riapertura di tutte le attività artigianali, commerciali, di servizi, sportive e di quelle svolte all'interno dei mercati per tutti i Settori, affinché le innumerevoli partite Iva, straordinariamente provate sia economicamente sia moralmente dai dpcm di chiusura, non esalino l'ultimo respiro, creando un danno al sistema Paese irrimediabile sia sotto il profilo economico che occupazionale”.

    In ultimo, gli ambulanti hanno chiesto ai sindaci “lo stanziamento di un fondo comunale dedicato, a titolo di ristoro”. Ad Andria (Bt) è intervenuta anche la consigliera regionale andriese Grazia di Bari(M5S), che si è impegnata a far da tramite per un incontro in videoconferenza che dovrebbe svolgersi oggi pomeriggio alle 16 alla presenza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Letto 158 volte