Venerdì, 02 Aprile 2021 14:57

CALCIO/ Taranto: I rossoblù battono in casa il Gravina e in attesa dei due recuperi del Casarano si issano a più otto dalla diretta inseguitrice In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
A decidere la sfida un colpo di testa del centravanti argentino Diaz. Mister Laterza:” La vittoria di oggi ci da ancora più stimoli, siamo primi ma non dobbiamo guardare la classifica.” Marsili: “Ho trasmesso ai compagni l'amore che ho per questi colori, ma anche loro mi aiutano molto. Siamo rimasti concentrati quando loro hanno attaccato un po', questi tre punti sono importanti ma non decisivi.”
 
 
 
di Andrea Loiacono
 
 
 
Il Taranto nel giorno di Giovedì Santo il Taranto centra tra le mura amiche dello Iacovone una vittoria preziosissima per 1-0 firmata Diaz e inanella la terza vittoria consecutiva. Allo stesso tempo il Casarano cade ad Altamura con il medesimo risultato e così i rossoblu si portano a più otto sui salentini, sempre in atttesa dei recuperi che riguarderanno la formazione rossoazzurra. Mister Laterza conferma la formazione vista nelle gare precedenti con la fase di possesso che prevede un 4-2-4 con Falcone e Nicolas Rizzo larghi sugli esterni e Diaz spalleggiato da Serafino. Il Gravina di mister Gaburro parte col 4-3-3 con terminale offensivo il fresco ex Abayan e capitan Chiaradia infortunato. Il Gravina prova a dare la prima accelerata al match conquistando un calcio d'angolo proprio con Abayan. Al 13' Serafino prova una ripartenza ma viene steso da Gilli che viene ammonito. Il Gravina mette sottopressione i centrali rossoblù e per poco al 20' Guastamacchia non serve la sfera la sfera a De Feo che si trova in ottima posizione. Al 21' tegola per mister Laterza, fuori Falcone per il solito fastidio al tendine, dentro Versienti. Proprio il nuovo entrato al 27' guadagna un calcio d'angolo che viene battuto da Marsili forte al centro dove tato Diaz è bravo a colpire la sfera in elevazione e portare in vantaggio il Taranto. Al 32' il Taranto insiste e per poco non trova il raddoppio con un traversone di Nicolas Rizzo che di poco non trova Guastamacchia all'appuntamento con la rete. Al 40' c'è una bella azione del Taranto tra Rizzo e Boccia che viene anticipato in angolo, il terzo per il Taranto. Dopo due minuti di recupero il Taranto chiude in vantaggio il primo tempo.
 
 
 
La ripresa comincia con il Gravina che cambia tre pedine nello scacchiere con i murgiani più a trazione anteriore. Al 51' nel Gravina esce Coppiello infortunato al suo posto Gjonaj. Al 52' ci sarebbe un'occasione per Rizzo che ben servito da Versienti calcia ma Pere respinge. Al 56' c'è un cartellino giallo per Toskic per fallo su Tissone. Al 56 viene ammonito Guastamacchia per fallo su Abayian. Al 58' entra Mastromonaco nel Taranto per Serafino, il Taranto torna al 4-2-3-1. Al 65' entra Matute ed esce Versienticon il Taranto che cambia nuovamente passando al 4-3-3. Al 72' c'è un primo giallo per Rizzo per fallo su Abayan. Il Gravina comincia a premere per raggiungere il pari e al 77' Toskic va vicino al gol con un tiro a giro di poco fuori. All'80' il Taranto rimane in 10 per doppio giallo di Rizzo. All'84' Marsili calcia una punizione centrale. Nel Taranto dopo quattrp mesi di assenza per infortunio entra in campo Alfageme per un ottimo Diaz. Il Gravina sfiora il gol con Gilli che servito da Perez manda a lato da buona posizione. Gli ultimi minuti sono di sofferenza per il Taranto ma dopo 6' aggiuntivi di recupero l'arbitro fischia ed è festa grande a centrocampo con tutto il gruppo unito in un simbolico abbraccio.
 
 
 
Queste le dichiarazioni di mister Laterza e Maz Marsili nel post gara: “Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile e lo è stata fino al 96'. Complimenti a tutti i ragazzi, questo è un risultato importante per noi, ho visto voglia e intensità su ogni palla, quello che ci vuole per vincere queste gare. Se la squadra è prima in classifica il merito è di tutti, la vittoria di oggi ci da ancora più voglia. Durante la settimana vedo una squadra che si allena con il piacere di farlo e sono sorridenti nello spogliatoio, questo mi rende orgoglioso. Il margine di otto punti di vantaggio non è volentiero e non dobbiamo distrarci, abbiamo alle spalle una corazzata come il Casarano che farà di tutto per raggiungerci e deve recuperare due partite, non dobbiamo guardare la classifica ma pensare gara dopo gara. Oggi ho visto alcuni ragazzi davvero stanchi in campo, dobbiamo recuperare energie e pensare, dopo le feste, alla prossima sfida di Aversa. Forse quando sono arrivato a Taranto non mi aspettavo di essere a questo punto al primo posto ma di certo ci speravo, era l'obiettivo di tutti ma non abbiamo fatto ancora lungo, ci sono dieci finali da affrontare. Dal punto fista dell'atteggiamento, anche la squadra oggi ha dimostrato di alzare molto l'asticella, soprattutto quando siamo rimasi in dieci. Credo che oggi Alfageme col suo ritorno in campo abbia dimostrato quale deve essere l'atteggiamento di una squadra vincente, ha corso molto dando una mano ai compagni.”
 
 
 
Marsili:” Il cmpionato che sto disputando io è merito anche di quello che stanno facendo i compagni, la squadra è un corpo unico e ci aiutiamo reciprocamente. Quello che faccio io è incitare i comapgni anche quando si commettono piccoli errori perché alla fine l'importante è vincere. Ne è l'esempio la prestazione di Alfageme di oggi che rientrava da un grave infortunio. Questa vittoria non è decisiva, dobbiamo pensare partita per partita perché tutte le squadre contro di noi daranno il massimo.Queste tre vittorie di fila danno molti stimoli per affrontare le prossime.”