Lunedì, 29 Marzo 2021 17:59

LAVORO/ Al via da oggi in ArcelorMittal nuova cassa integrazione per un massimo di 8.100 dipendenti In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

È cominciata oggi una nuova tranche di cassa integrazione nel siderurgico di Taranto ArcelorMittal, ex Ilva. Durerà 12 settimane e coinvolgerà un numero massimo di 8.100 unità, praticamente l’intera forza lavoro dello stabilimento. La cassa avrà come causale ordinaria per questa settimana, dopodiché diverrà cig Covid in base alla proroga prevista dall’ultimo decreto legge Sostegni. L’effettivo utilizzo dell’ammortizzatore sociale ha coinvolto dalle 3mila alle 4mila unità. La richiesta è avanzata per un numero maggiore sia per consentire la rotazione che la flessibilità gestionale. La cassa Covid è in corso da ArcelorMittal da un anno con numeri alti. Prima della cassa Covid, l’azienda aveva fatto uso della cassa ordinaria per crisi di mercato già da luglio 2019. Gianfranco Solazzo, segretario Cisl Taranto, afferma che “la situazione ex Ilva sta mettendo alle strette l’intero sistema produttivo diretto, dell’indotto e dell’appalto e soprattutto gli assetti occupazionali, senza per di più risolvere alcun problema di natura ambientale e di sicurezza sul lavoro”.